Nuova Mazda2 prova su strada e prezzi

Infomotori ha provato a fondo la compatta Mazda2, aggressiva compatta della Casa giapponese, nella motorizzazione 1500 a benzina con 90 CV . Ecco le nostre impressioni e giudizi della diretta rivale della Volkswagen Polo

Mazda2 1.5 90 CV, design e caratteristiche

L’ultima versione della Mazda2 riprende in pieno il concetto di “Kodo Design” tanto enfatizzato negli ultimi anni dal marchio giapponese. Esteticamente, infatti, la compatta Mazda2 risulta grintosa e nello stesso tempo elegante: decisamente differente dalle tante rivali un pò troppo anonime o che non hanno il coraggio di mostrare i muscoli . La lunghezza di 4,06 metri (170 cm la larghezza) la pongono tra le vetture più spaziose del segmento B senza rinunciare ad una linea sportiva sottolineata dalla vistosa presa d’aria frontale. L’abitabilità a bordo è ottima per quattro persone, la quinta è un po’ sacrificata, lasciando spesso sorpresi perchè da fuori da l’idea di essere ben più grande delle sue reali dimensioni .

A bordo della nuova Mazda2

Buoni i materiali utilizzati a bordo, comodi e morbidi i sedili. Qualche particolare risulta migliorabile come i comandi al volante un po’ scarni e le portiere posteriori molto leggere. La plancia rilancia il concetto di piccola auto grintosa con il grande e ben leggibile contagiri che fa parte del pacchetto i-Activesense Technology, di serie sull’auto in prova. Oltre alla strumentazione di bordo dedicata, questo pacchetto offre per soli 600 euro la Smart Key, il controllo automatico dei fari abbaglianti, il sistema di monitoraggio degli angoli ciechi ed il sistema di rilevazione pericolo uscita dal parcheggio. Molto comodo anche lo schermo a sfioramento posizionato in posizione alta e facilmente leggibile che viene controllato tramite manopola e tasti sul tunnel centrale. La Mazda2 in allestimento Exceed, top di gamma, offre anche l’head up display che è davvero una rarità per auto di queste dimensioni ed il navigatore satellitare. Il bagagliaio di 280 litri, non tra i più spaziosi della categoria, è comunque ben sagomato e sfruttabile. Insomma una piccola ammiraglia in miniatura che sorprende e giustifica il prezzo che è ben più alto di diverse sue rivali che però offrono, sinceramente, anche molto di meno…

Su strada con la Mazda2 1500 benzina da 90 CV

Merito di una massa contenuta a soli 1045 kg i 90 cavalli erogati dal motore a benzina di 1.5 litri si fanno sentire offrendo un deciso brio senza essere troppo rumorosi. La Casa giapponese dichiara una velocità massima per questa Mazda2 di 183 km/h ed uno scatto da 0 a 100 km/h in 9,4 secondi, una valore davvero buono rispetto alle concorrenti. Anche la ripresa risulta più che buona, il motore spinge bene anche in quinta marcia. A sottolineare l’atteggiamento aggressivo della Mazda2 la tenuta di strada è alta ed anche i freni (dischi autoventilanti all’anteriore e dischi al posteriore) sono ben modulati.

Per quanto riguarda i consumi siamo nella media con percorrenze attorno ai 16 km/litro in extraurbano e sui 13-14 km/litro in città, peccato non ci sia una sesta marcia che avrebbe migliorato l’efficienza soprattutto in autostrada tenendo più a riposo il motore. Sempre riguardo ai consumi abbiamo notato la mancanza del sistema Start&Stop. Molto bene la visibilità anteriore così come quella posteriore nonostante un lunotto non grandissimo; in ogni caso ci sono i sensori parcheggio che aiutano il guidatore nelle manovre. Insomma questa Mazda2 risulta un ottimo compromesso tra costo, prestazioni e strumentazione di bordo. L’auto è molto indicata ai giovani per la sua linea, anche se la motorizzazione da 90 CV non è guidabile dai neopatentati. In ogni caso c’è a listino la versione da 75 CV e presto, per chi ha un temperamento molto sportivo, arriverà il 1.5 turbo con 115 CV che promette 200 km/h di velocità massima.

I prezzi della nuova Mazda2 da 14.000 euro ma offerte speciali da 165 euro al mese…

La versione Exceed che avevamo in prova viene 17.800 euro che, con tutti gli optional aggiunti come i sedili in pelle, i cerchi da 16”, l’i-Activesense Technology e la vernice rossa metallizzata sale a 19.700 euro, un prezzo sicuramente inferiore alle concorrenti che full optional sforano i 20 mila euro. A listino comunque il 1.5 da 90 Cv parte da poco più di 15 mila euro, mentre la motorizzazione per neopatentati ha un prezzo d’attacco inferiore ai 14 mila euro. Mazda paga forse lo scotto di un prezzo di partenza alto (volendo sfidare le citycar premium come la Volkswagen Polo) e probabilmente rendendosi conto del gap Mazda Italia abilmente propone una forma di finanziamento allettante con rate da 165 euro per 36 mesi ed un anticipo di seimila euro.

Pregi

  • Linea decisamente curata
  • Strumentazione completa
  • Motore brillante

Difetti

  • Alcuni dettagli (tasti e portiere posteriori) sono poco consistenti
  • Cambio solo a 5 rapporti
  • Mancanza del sistema Start&Stop

ARTICOLI CORRELATI