Nuova Mercedes Classe A restyling, prova su strada, info e prezzi da 23.800 euro

La Mercedes Classe A di seconda generazione si rinnova con un facelift ed Infomotori.com la prova per voi su strada, scoprendone pregi e difetti. Il listino prezzi parte da 23.800 euro per la benzina A 160 e tocca i 47.636 per la versione A 45 AMG, la top di gamma

Negli ultimi anni la Mercedes Classe A è stata una delle vetture più vendute ed apprezzate a livello non soltanto nazionale (oltre 50.000 immatricolazioni dal lancio della nuova) ma anche internazionale (un milione di pezzi!) ; dal 2012, anno della rivoluzione stilistica e generazionale per Classe A, la media tedesca non ha mai smesso di aggiornarsi ed ora possiamo provare su strada la versione restyling. Da un’auto tutto spazio pensata per le donne…e le alci ad una compatta dal carattere sportivo, che nella versione più estrema, la Mercedes A 45 AMG, regala emozioni uniche. Con prezzi di listino che partono da 23.880 Euro per la benzina A 160 e toccano quota 47.636 Euro per la A 45 AMG, la Classe A si propone ora con una nuova mascherina, nuovi fari e contenuti tecnologici aggiornati. A listino sono poi presenti le versioni più papabili, ovvero le diesel A 180 d da 25.100 Euro e A 200 d da 28.190 Euro.

Analizzando la nuova Mercedes Classe A  si nota immediatamente il frontale, rinnovato in maniera leggera ed ora dotato di una nuova mascherina per il radiatore, che prende il nome di Matrix. Si nota maggiormente, invece, il lavoro svolto dai tecnici sul paraurti, che ora vanta un aspetto decisamente più sportivo. A cambiare sono anche i fari, inediti, che hanno abbandonato la tecnologia Xenon a favore dei LED, più moderni ed efficienti. I fari LED, opzionali, possono essere personalizzati in 5 livelli di intensità e 12 diversi colori. Posteriormente sono stati aggiornati i fanali ed il paraurti, ma in maniera tanto lieve che un occhio non troppo allenato non si accorgerà delle differenze. Insomma un lavoraccio per gli stilisti ed il reparto stampi, ma squadra che vince non si cambia!

Le novità non riguardano solo la parte esteriore: internamente troviamo un display centrale più grande (opzionale, è passato da 6 a 8 pollici) e l’assenza della cornice che non a tutti andava a genio. Il sistema di infotainment non solo vanta un display più ampio ma anche il supporto dei sistemi CarPlay e MirrorLink, che permettono di collegare agevolmente il proprio smartphone alla vettura. Anche l’abitacolo, come i fari, può essere scelto in 12 diverse tonalità di colore. Il volante è a tre razze e, grazie al Dynamic Select, possiamo scegliere 4 programmi di guida: Comfort, Sport, Eco e Individual. Il Model Year 2016 vanta un equipaggiamento di sicurezza ulteriormente arricchito, che prevede tra gli altri sistemi come il Collision Prevention Assist Plus e l’Attention Assist, che consiglia quando fare una pausa alla guida.

Tornando ad analizzare i motori, un aspetto preso in grande considerazione da chi deve acquistare una nuova auto, occorre dire che Mercedes Benz ha aggiornato l’intera gamma per renderla conforme alle norme Euro 6. La versione entry level è la Mercedes Classe A 160 con motore 1.6 benzina da 102 CV e 180 Nm di coppia; sempre benzina ci sono poi il 1.8 da 122 CV, la A 200 da 156 CV, la A 220 da 184 CV e la A 250 che vanta ben 211 CV. E i Diesel? A gasolio troviamo la A 160 d da 90 CV, la 1.5 da 109 CV (un motore di derivazione Renault e Nissan in grado di garantire bassi consumi e prestazioni brillanti), la 200 d da 136 CV ed il 2.2 da 177 CV. Un discorso a parte va fatto per la potente Mercedes A 45 AMG, ulteriormente potenziata nel MY 2016, dotato di 20 CV aggiuntivi.

Altra novità, pensata per gli amanti dello sport e della guida più dinamica, è l’inedito allestimento Motorsport Edition, caratterizzato da livrea e finiture verdi, a richiamare lo sponsor Petronas delle vetture di F1. Un colore molto intrigante, che dal vivo rende molto più che in foto ed attrae inevitabilmente gli sguardi dei passanti.

Su strada con la Mercedes Classe A
Su strada la Mercedes Classe A restyling risulta molto soddisfacente ed abbina consumi più che buoni a prestazioni brillanti in qualsiasi condizione, sia che ci troviamo in città sia che invece si percorrano tratti veloci come superstrade ed autostrade. Per il nostro test drive abbiamo scelto all’andata il 180d ed al ritorno il 200d che derivano entrambi dall’ottimo Renault 1500 Diesel che assicura buone performance con consumi ed emissioni ridotte. Mercedes ha poi ovviamente affinato il propulsore per renderlo più morbido e silenzioso oltre che con qualche cavallo in più senza però giocare troppo sulle centraline per ovvi motivi. Lo sterzo è preciso e diretto, i rumori all’interno dell’abitacolo sono pressochè assenti: tale silenziosità garantisce di viaggiare in pieno relax, sapendo di poter contare su un motore elastico e su di un impianto frenante di tutto rispetto.

I sistemi di sicurezza attivi e passivi si dimostrano estremamente efficienti e nel complesso il livello di comfort percepito è elevato, sia per chi guida sia per i passeggeri.  Il sistema frenante è adeguato alla vettura al pari del cambio preciso sia in versione manuale che automatica, che noi raccomandiamo. Giudizio quindi positivo per un’auto che ha saputo rinnovarsi e captare i gusti dei potenziali clienti nel corso degli anni col coraggio di osare stilisticamente che le ha permesso di staccare Audi e BMW anche Infiniti e Lexus si stanno minacciosamente avvicinando con le loro ultime nate e specie la Infiniti Q30 sarà una diretta rivale della Classe A.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE