Nuova Mini Clubman: stile, eleganza e tanta sostanza

La nuova Mini Clubman arriva sul mercato con una linea completamente nuova, una ricca dotazione di serie, quattro motorizzazioni diesel e altrettante benzina per soddisfare tutte le esigenze. Questo è il risultato della nostra prova

La Mini Clubman House di Milano è stata la sede scelta dall’iconica azienda inglese per presentare la nuova Mini Clubman, giunta ormai alla sua terza generazione e quindi pronta a un importante rifacimento estetico e funzionale.

Mini: Italia fa rima con successo

I numeri di Mini raccontano una storia di successi nel mondo e specialmente in Italia. Complessivamente, dal 2001, Mini ha venduto 10 milioni di auto nel mondo, 363mila di queste sono state vendute in Italia, dato che fa del nostro paese il terzo mercato per volumi. Insomma, in Italia Mini piace, anche per il contatto che la casa ha coi suoi consumatori. Un rapporto così stretto che ha spinto la casa a realizzare un’indagine interna per capire quali sono i fattori che spingono un driver a scegliere una vettura piuttosto che un’altra nel segmento C, quello di Clubman. I dati sono inconfutabili: la clientela cerca stile, sicurezza, tecnologia e sportività, vale a dire tutto quello che Mini ha provato a condensare nella Clubman.

Nuova Mini Clubman: quante novità

Nuova nelle intenzioni e di fatto. La Mini Clubman che arriverà prossimamente sul mercato, infatti, si caratterizza per una serie di soluzioni che la rendono unica. A livello estetico, il design del frontale è stato completamente rivisto, con una griglia nuova e più ampia e un paraurti posteriore più pulito. Belli gli specchietti, con la nuova geometria e da apprezzare la scelta dei LED di nuova generazione per i fari anteriori con funzione Matrix per gli abbaglianti. Nuovi i colori, cerchi e nuovi anche i fari posteriori la cui linea richiama la Union Jack. A seconda della variante del modello, la Nuova MINI Clubman monta come standard i cerchi in lega leggera da 16 o 17 pollici. Come opzione, sono disponibili cerchi in lega leggera da 18 pollici e 19 pollici. Una nuova aggiunta alla gamma sono i cerchi in lega leggera da 18 pollici nelle varianti di design Multiray Spoke bicolore e MINI Yours British Spoke bicolore, insieme ai cerchi in lega leggera da 19 pollici in John Cooper Works Circuit Spoke bicolore.

Dal punto di vista della tecnologia e della sicurezza sono stato fatti importanti passi in avanti. Tutte le auto montano una sim 4G per migliorare l’assistenza ma anche la sicurezza grazie alla funzione Emergency Call di serie .La funzionalità Mini Connected permette di pianificare i percorsi o addirittura sincronizzare lo smartphone con l’auto. I Remote Services consentono all’autista di comandare l’auto da remoto: tra le tante funzioni segnaliamo l’apertura e la chiusura della vettura, la regolazione della temperatura, l’accensione dei fari e molto altro. Ricchissima la dotazione di sicurezza che comprende Forward Collision Warning, Pedestrian Collisione Warning, Traffic Sign Recognition, High Beam Assistant. Mini Clubman, però, è anche sportività. Per avere una guida ancora più divertente sono state introdotte sospensioni sportive che abbassano l’auto di 10 mm e le sospensioni adattive che attraverso ai differenti drive mode rendono l’auto più morbida o più rigida per una guida più aggressiva. Solo per l’Italia è stata introdotta una versione speciale denominata Mayfair Edition che offre side scuttle personalizzato, logo sul montante, bracciolo personalizzato, cerchi da 18”, cruise control, Mini Connected Navigation, pacchetto comfort, pacchetto LED light, pacchetto driving assistant.

Nuova Mini Clubman: motori per tutti i gusti e tutti gli stili di guida

La gamma di motori della nuova Mini Clubman comprende due motori a benzina a 3 cilindri e una a 4 cilindri, oltre a un motore diesel a 3 cilindri e due motori a 4 cilindri, ciascuno dotato dell’ultima generazione della tecnologia Mini TwinPower Turbo. Le potenze vanno da 102 cv della Mini One Clubman ai 190 della Mini Cooper SD Clubman ALL4. In una fase successiva, il modello sarà esteso per includere la nuova Mini I John Cooper Works Clubman. Il modello di punta della serie è infatti equipaggiato con il sistema di trazione integrale ALL4. In alternativa alla trazione anteriore tipica della Mini, il sistema ALL4 è disponibile anche per le due varianti più potenti: la MINI Cooper S e la Mini Cooper SD. Con il suo controllo elettronico veloce e preciso, il sistema garantisce una distribuzione permanente della potenza tra le ruote anteriori e posteriori, in base alla situazione.

In alternativa al cambio manuale a 6 marce standard, è disponibile una trasmissione Steptronic a 7 velocità con doppia frizione per la Mini One Clubman, la Mini Cooper Clubman, la Mini Cooper S Clubman e la Mini One D Clubman. Una trasmissione sportiva Steptronic a 7 marce è disponibile anche per la Mini Cooper S Clubman, caratterizzata da tempi di cambio particolarmente rapidi. La Mini Cooper D Clubman può essere equipaggiata opzionalmente con una trasmissione Steptronic a 8 marce, come dotazione standard della Mini Cooper S Clubman ALL4, della Mini Cooper SD Clubman e Mini MINI Cooper SD Clubman ALL4 e può essere opzionalmente sostituita in ognuno di questi modelli con una trasmissione sportiva Steptronic a 8 velocità.

Nuova Mini Clubman: come va

Numeri a parte la nuova Mini Clubman è un’auto da provare pensando di avere tra le mani un foglio bianco, specialmente se si è alla prima esperienza con questa marca. La linea conquista subito, a patto di accettare alcune condizioni. Il portellone posteriore, con la caratteristica chiusura a libro, è sinonimo di carattere: prendere o lasciare. In alcuni casi è comoda, in altri (ad esempio con un’auto dietro) lo è meno. L’abitabilità è ottima per pilota, passeggero nel posto anteriore anteriore e due sul divano posteriore (tra l’altro la qualità degli interni è davvero alta). Il quinto sta stretto, ma considerando le dimensioni della vettura va bene così. Tra le nostri mani è capitata quella con motore a benzina. Il propulsore non difetta in potenza. Certo, lo spunto non è da record, ma una volta in marcia l’allungo è piacevole e la reattività molto buona, soprattutto in modalità “sport” con l’assetto leggermente più rigido senza mai diventare impegnativo. La tenuta di strada è ottimata anche tra le curve della Brianza attraverso cui l’abbiamo messa alla prova. Forse per questo ci è venuta voglia di fare un altro giro.

ARTICOLI CORRELATI
TUTTO SU Mini Clubman
Volkswagen Golf 1.6 TDI

Volkswagen Golf 1.6 TDI

da 100€ mese

Citroen C3 Aircross

Citroen C3 Aircross

da 140€ mese

Peugeot 308

Peugeot 308

da 189€ mese

Peugeot 208

Peugeot 208

da 199€ mese

Citroen C3

Citroen C3

da 199€ mese

DS 3 Crossback

DS 3 Crossback

da 200€ mese

Peugeot 2008

Peugeot 2008

da 229€ mese

Peugeot 3008

Peugeot 3008

da 249€ mese

Citroen C5 Aircross

Citroen C5 Aircross

da 329€ mese

Ford Kuga

Ford Kuga

da 350€ mese

info ADV