NUOVA
USATA

Nuova Nissan Juke 1.5 DCI 2WD Tekna prova su strada e prezzi

La Nissan Juke 1.5 DCI 2WD Tekna è la protagonista di un test drive che ha messo in evidenza i suoi pregi, tra cui l'agilità del nuovo motore ed i consumi piuttosto ridotti (6l/100 km), soprattutto in modalità ECO. Prezzi a partire da 18.550 euro per la versione Visia, con la Tekna che arriva a 22.240 euro

Il crossover Nissan Juke 1.5 DCI 2WD Tekna, modello che nel 2010 ha creato un genere ed un segmento fino ad allora sconosciuti, è stato provato a fondo in occasione del nostro test drive, che ci ha permesso di guidarlo sia in ambito urbano che extraurbano. La nostra prova, con oltre 500 km percorsi, ci ha fatto apprezzare i consumi, davvero molto contenuti, della Nissan Juke Diesel. Alla fine il valore medio dei consumi è stato di 6,1 litri per 100 Km, un dato molto vicino a quello dichiarato dalla Casa nipponica. In autostrada poi, si arriva a quasi 20 km con un litro. Gli allestimenti disponibili sulla Nissan Juke sono tre, per un totale di 13 combinazioni. L’allestimento base è il Visia che parte da 18.550 euro, mentre la Acenta richiede 19.950 euro e la Tekna invece 22.450 euro, questo perchè offre un pacchetto di accessori molto importante, composto da interni sportivi bicolori, climatizzatore automatico, fendinebbia, Nissan Connect, cerchi da 17”, navigatore integrato con la telecamera in retromarcia e molto d’altro.

In alternativa sono disponibili due motorizzazioni a benzina, il 1.2 da 115 Cv ed il 1.6 in tre diversi step di potenza. La Nissan Juke più economica è la 94 CV (a partire da 16.650 euro). Nello step intermedio il 1.6000 è stato solo in parte sostituito nei listini dal 1.200. Resta infatti disponibile con la doppia alimentazione a GPL (115 CV e con prezzi da 18.550 euro) e con il cambio CVT (con 2 CV in più). Per i più sportivi la Juke può salire fino a quota 190 CV, sempre con il 4 cilindri 1.600. Proprio questa è l’unica motorizzazione abbinabile anche alla trazione integrale. La Juke Xtronic 4WD è ovviamente anche la più costosa, con i suoi 28.450 euro di listino in allestimento Tekna (25.850 l’Acenta). Linee sinuose e particolari per la Nissan Juke, il cui look moderno e grintoso non può lasciare indifferenti: infatti ad alcuni può non piacere, anche se i risultati di vendita confermano che il suo successo è fuori discussione. Con il restyling di mezza carriera i tecnici hanno voluto quindi evitare di rivoluzionarne l’aspetto, con pochi e piccoli interventi, limitati ai gruppi ottici e ad altri dettagli. I fari sono inediti sia davanti che dietro, hanno un look più moderno e con forma a boomerang maggiormente sviluppata. La calandra guadagna la V cromata, allineandosi alle due sorelle maggiori Qashqai e X-Trail. Il paraurti e la parte inferiore del muso perdono quei grossi fori tondi, a favore di una “bocca” con una forma più convenzionale e rettilinea. Sostanzialmente invariate le linee della vettura, con i muscolosi parafanghi, il tetto spiovente da piccola SUV coupé e dettagli caratteristici, come le maniglie delle porte posteriori affogate nel montante. Molto affascinante anche lo sviluppo della bombatura dei parafanghi posteriori, la cui linea prosegue in quella dei fari, che hanno una forma decisamente originale, sinuosa e morbida.

Una volta a bordo della Nissan Juke ci rendiamo presto conto che il suo difetto maggiore (nella versione precedente), ovvero il bagagliaio dalla capacità ridotta, è stato eliminato ed ora la sua capacità è di ben 354 litri. E’ poi presente un comodo doppio fondo che permette di collocare oggetti nemmeno troppo piccoli. Nuovi anche i rivestimenti interni, estremamente personalizzabili. Molto ricco il cockpit intorno al conducente, con il cruscotto costituito da due grossi e classici strumenti circolari, tra cui trova posto un piccolo display di servizio, sovrastato da una bella palpebra ricoperta in cuoio e con cuciture a contrasto. Percorsi i primi chilometri in ambito urbano, si può subito apprezzare l’agilità della Nissan Juke, caratterizzata da un assetto che assorbe alla grande le imperfezioni del manto stradale e da misure tutto sommato contenute che permettono di prendere le misure in brevissimo tempo. Posteriormente la visibilità è perfettibile ma la telecamera posteriore ci ha dato una grossa mano in fase di manovra, per cui non abbiamo avuto problemi. Quasi assenti le vibrazioni, i fruscii ed i rumori in generale, anche alle alte velocità. Abbiamo infatti “spremuto” la Juke nei tratti autostradali e le sue doti dinamiche ci hanno favorevolmente colpiti. Agile, rapida nei cambi di direzione, ottima per sterzo e freni, la Juke soddisfa sotto ogni punto di vista, anche nelle piccole scorribande sul fango e fuori dai percorsi ordinari, grazie ai suoi 18 cm di altezza da terra.

Pro
Look molto originale
Consumi contenuti
Ottima agilità

Contro
Design forse troppo particolare
Visibilità posteriore

ARTICOLI CORRELATI