Nuova Nissan Qashqai provata su strada a Madrid

Test drive a Madrid per la nuova Nissan Qashqai, crossover campione di vendite che arriva nelle concessionarie il 2 febbraio. Sarà più tecnologica e raffinata, disponibile nei tre allestimenti Visia, Acenta e Tekna con prezzi a partire da 19.900 euro

Nissan Qashqai è  nata 7 anni fa come una vettura rivoluzionaria, un compromesso in grado di abbinare i vantaggi di un SUV alla compattezza di una city car. Eravamo molto curiosi di toccare con mano e testare in anteprima la seconda generazione del modello dal nome impronunciabile che segnò l’inizio della storia dei crossover e ancora oggi resta il modello Nissan più venduto nel mondo intero. A Madrid Infomotori.com ha partecipato assieme alla stampa internazionale al lancio del nuovo Qashqai che vedrete nelle concessionarie dal prossimo 2 febbraio. La giapponese a ruote alte campionessa di vendite sarà gran protagonista nei weekend del 15-16 e 22-23 febbraio con due “porte aperte”, occasione durante le quali i clienti italiani potranno conoscere il crossover nipponico, che sarà disponibile nei tre allestimenti Visia, Acenta e Tekna.

Come anticipato la entry level parte da 19.900 euro, ma le configurazioni più gettonate in Italia, con motore Diesel ed alcuni optional solitamente richiesti, avranno prezzi oscillanti tra i 23 ed i 24 mila euro. Aumentano le dimensioni (4,39 metri di lunghezza, 5 centimetri in più rispetto alla prima generazione), mentre il passo rimane invariato e l’altezza diminuisce leggermente. Le dimensioni della seconda generazione di Nissan Qashqai conferiscono all’auto giapponese un aspetto più grintoso e filante, sicuramente più moderno ed in linea con le esigenze della clientela. La qualità percepita è superiore
 
Entrando nella Nissan Qashqai si nota subito che, nonostante l’auto sia più bassa, nell’abitacolo abbiamo più spazio a disposizione: sono stati ricavati alcuni centimetri in più in altezza, sia davanti che per chi è ospitato posteriormente. I passeggeri posteriori hanno anche più spazio per le gambe, dettaglio non da poco e che permette di rendere ancor più confortevoli i viaggi e medio-lunga percorrenza. Su Nissan Qashqai si viaggia comodamente anche in 5 persone, mentre i molteplici vani portaoggetti la rendono pratica in ogni situazione. Il bagagliaio ha una capacità di 430 litri ed il pianale può essere regolato in ben 16 posizioni. Rispetto al passato si nota un notevole miglioramento nel design, che risulta piacevolmente equilibrato ed elegante, e la qualità percepita dei materiali è nettamente superiore e viene rivelata da dettagli come le cuciture sul pannello porta e sui sedili, e la qualità della pelle. La plancia è avvolta da un piacevole materiale morbido, mentre la posizione di guida è leggermente più bassa rispetto al passato.

La nuova Qashqai vanta inoltre la presenza dello Chassis Control, una serie di avanzate funzioni derivate dall’esperienza Nissan e Infiniti che permettono alla crossover di applicare selettivamente la forza frenante in fase di curva o svolta. Allo stesso tempo, in presenza di terreni irregolari o ondulati, l’auto è in grado di modulare un intervento su ogni singola ruota per migliorare il comfort di marcia. Questo si traduce in prestazioni migliori ma anche in consumi contenuti.

La crossover di seconda generazione potrà essere spinta da 4 diversi propulsori, tutti di origine Renault: 2 motori benzina e 2 diesel (1.2 litri DIG-T da 115 cavalli a cui si affiancherà a settembre anche un 1.6 litri DIG-T da 163 cavalli per i benzina e 1.5 litri dCi da 110 cavalli e 1.6 litri dCi da 130 cavalli). Il 1.2 turbo benzina da 115 CV che abbiamo avuto modo di testare ed i turbodiesel saranno le unità più richieste. Abbiamo testato anche il Diesel 1.5 da 110 CV, l’unica unità a poter essere abbinata al cambio automatico a variazione continua o alla trazione integrale.
 
Tecnologia e sicurezza
I dispositivi tecnologici di serie sono molteplici ed assai ben studiati, sia per facilitare la guida che per aumentare la sicurezza su strada, come le telecamere perimetrali, la frenata automatica di sicurezza, il rilevatore della stanchezza del conducente, il sistema di parcheggio automatico, la sorveglianza angolo cieco e l’avviso di cambio corsia involontario.

Divertente e silenziosa
Una volta accesa l’auto e percorsi i primi chilometri, notiamo che la nuova Nissan Qashqai è notevolmente più silenziosa. La nuova crossover si rivela anche  divertente e brillante da guidare: il baricentro è più basso e le applicazioni elettroniche ne agevolano molto la guida, correggendo le traiettorie e riducendo il rollio. Le prestazioni e le emissioni sono state notevolmente ottimizzate anche grazie alla notevole perdita di peso del veicolo:  in tutto ha perso 90 kg , ma se ci aggiungiamo le nuove dotazioni tecnologiche alla fine i kg in meno sono 40, ma la leggerezza in più si percepisce .Il motore 1.5 dCi è totalmente nuovo, ha talmente poche vibrazioni che non sembra nemmeno un diesel e permette una guida fluida e molto progressiva, con consumi ridotti a 3,8 lt x 100 km.  

Successo di vendite e buona quotazione dell’usato

Dal 2007 ad oggi sono state vendute180 mila unità, ed il 50% dei clienti è rimasto soddisfatto e fedele alla marca Nissan negli acquisti successivi. Anche quando il mercato ha sofferto, i volumi di vendita sono rimasti tali. Se si aggiunge che Qashqai è un modello che mantiene una buona quotazione dell’usato, possiamo pensare che questa seconda generazione abbia tutte le carte in regola per continuare la strada del successo intrapresa 7 anni fa. 

ARTICOLI CORRELATI