USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Nuova Nissan X-Trail ed il 2.0 litri dCi da 177 CV: la nostra prova

Il test drive della Nissan X-Trail 2.0 dCi da 177 CV ci ha permesso di scoprire un'auto dalle prestazioni brillanti, dai consumi contenuti e dalle dotazioni di serie quanto mai ricche, che comprendono tra gli altri l'All Mode 4x4-i, l’Active Trace Control e l’Active Ride Control.

La terza generazione di Nissan X-Trail, che abbiamo avuto modo di provare equipaggiata dal nuovo propulsore da 2.0 litri dCi e 177 CV, ad un primo sguardo ​sembra ambire a far parte del segmento dei crossover. Ad ogni modo, riesce a mantenere intatte le proprie innate caratteristiche, che la rendono adatta a sterrati leggeri e percorsi di montagna. A Nissan è stato chiesto un motore più grande, così il colosso nipponico non si è fatto troppo pregare.

Una vettura che ha perso quell’aspetto ruvido, massiccio e spigoloso di un tempo, a favore di linee non solo più gradevoli ma anche più aerodinamiche, a tutto vantaggio di consumi e prestazioni. X-Trail prende infatti il buon esempio della sorella minore Qashqai, regina d’incassi, aggiudicandosi un pubblico alla ricerca di un ibrido tra il mondo del SUV e quello del Crossover grazie ad un motore ridotto nelle dimensioni. Le prestazioni della X-Trail sul fuoristrada rimangono inalterate ma, ciò che davvero stupisce sono le risposte su strada, dove sorpassi, ​ripresa e tratti veloci non sono affatto un problema.

Tris di Trazioni

A seconda del terreno che dobbiamo affrontare possiamo scegliere tra diverse modalità di guida. Due sole ruote motrici, inserimento automatico della trazione integrale e eventuale blocco (Lock) del ripartitore centrale (frizione a dischi multipli). Come potete vedere dalla gallery fotografica, abbiamo provato la Nissan X-Trail anche sul fango, dove l’inserimento automatico della trazione integrale se l’è cavata egregiamente. Impostando questa modalità infatti, la centralina mantiene la coppia all’anteriore ma comincia a registrare eventuali perdite d’aderenza dal retrotreno. In questi frangenti buona parte della coppia motrice viene trasferita alle ruote posteriori.

Il bloccaggio del differenziale è invece da inserire quando ci troviamo su fondi viscidi o innevati, con l’intenzione di procedere a basse andature e ottenere il massimo dell’aderenza. In autostrada, però, è consigliato mantenere la soluzione standard.

L’elettronica della Nissan X-Trail non viene in nostro soccorso soltanto su terreni un po’ infidi ma anche sull’asfalto. In quanto a comfort e sicurezza, infatti, la X-Trail non scherza. Ad esempio, l’Active Ride Control interviene sull’azione degli ammortizzatori per limitare il rollio, mentre l’Active Trace Control contrasta il sottosterzo per affrontare le curve più velocemente e in completa sicurezza. Ma non è finita qui, quest’ultimo sistema risulta particolarmente utile ed efficace anche per quanto riguarda i fondi bagnati, come abbiamo potuto testare nel corso di un viaggio di un centinaio di chilometri svolto quasi interamente sotto una pioggia tanto intensa quanto fastidiosa.

Non le manca nulla

Le impressioni su strada sono positive, con il motore 2.000 turbodiesel da 177 CV che pur non essendo un mostro di potenza risulta ugualmente brillante e piuttosto godibile: la sua ripresa è buona, i sorpassi facili da effettuare ed in generale, anche su tratti piuttosto lunghi, la guida è rilassata e soddisfacente. Inoltre, non è troppo rumoroso e riprende bene anche a bassi regimi.

Questo almeno quando andiamo a ricercare la sportività pura, ed è così che la nostra X-Trail ci ricorda di come sia stata concepita con un occhio di riguardo per comfort e spazi a bordo. Per chi non fosse abituato a questo tipo di  trasmissione ci vuole un po’ di pratica, ma presa un po’ di confidenza la vita nel traffico migliora sensibilmente.

L’abitabilità d’altronde è davvero ottima non solo per chi guida e per il passeggero frontale, ma anche (e soprattutto) per i passeggeri seduti posteriormente, che beneficiano di tanto spazio per le gambe e la testa. I consumi su percorso misto sono buoni e si attestano sui 16 chilometri con un litro, che diventano quasi 18,5 in autostrada ai 120 km/h e scendono invece in ambito urbano dove, complici il traffico, i semafori ed i lavori in corso, si viaggia su una media di 12 km con un litro.

La visibilità è nel complesso buona ed è rafforzata dalla presenza di  aiuto sensori e retrocamera -con visione dall’alto a 360°- che limitano eventuali pericoli in fase di manovra. Una nota di merito va poi ai numerosi vani portaoggetti, tutti ben studiati e disposti in maniera intelligente, così da poter riporre/appoggiare più o meno tutto quello che vorremmo avere a portata di mano.


Motori, allestimenti e prezzi

Nissan X-Trail ha un prezzo che parte dai 25.650€ se si sceglie il benzina con cambio manuale e trazione anteriore accreditato di 163CV, mentre con la configurazione che abbiamo messo alla prova -top di gamma con dCI da 177CV e trazione integrale- il prezzo sale a 33.600€. Sono comunque molte le opzioni intermedie, a partire dal valido 1.6 Diesel da 130CV. Per conoscere tutti gli allestimenti ed i relativi prezzi nel dettaglio, potete consultare il nostro listino.

 

Sponsor

CUPRA Formentor
CUPRA Formentor
OFFERTA CUPRA Formentor da 31.250€.

Sponsor

CUPRA Formentor
CUPRA Formentor
OFFERTA CUPRA Formentor da 31.250€.

Sponsor

CUPRA Formentor
CUPRA Formentor
OFFERTA CUPRA Formentor da 31.250€.
TUTTO SU Nissan X-Trail
Articoli più letti
RUOTE IN RETE