USATA
NUOVA
INFOMOTORI CONTEST

Nuova Peugeot 208 prova su strada, prestazioni e prezzi

Abbiamo provato su strada a Graz, in Austria, la nuova Peugeot 208 con motore benzina 1.2 turbo cambio automatico, una vettura dal carattere sportivo, brillante, piacevole nella guida di tutti i giorni. I prezzi partono da 12.100 euro

Sulle strade di Graz, in Austria abbiamo avuto l’occasione di provare la nuova Peugeot 208, la compatta della casa francese in vendita in più di 40 diverse combinazioni tra allestimenti e motorizzazioni, al prezzo base di 12.100 euro. A nostra disposizione sia la versione benzina che quella diesel, manuale ed automatica, in tutte le versioni, ma il tempo a disposizione per il test non è infinito pertanto decidiamo di provare il motore benzina 1.2 turbo con cambio automatico nel suo allestimento più grintoso.

Diciamo subito che questa è la motorizzazione più indicata secondo noi per questa autovettura, brillante, silenziosa, con piglio sportivo e soprattutto ottimamente accoppiata al cambio automatico che, seppur non di ultimissima generazione, è estremamente veloce ed efficace. Ciò che più ci ha stupito, come già ci eravamo accorti mettendoci al volante, è l’erogazione della coppia. L’auto risulta infatti estremamente lineare, continua e corposa, con una coppia quasi orizzontale che parte dai 2.000 giri e si spinge fino a 6.400 giri. Il tre cilindri si esprime al massimo delle sue potenzialità tra i 3.000 ed i 5.000 giri, erogando circa 116 Nm continui. Ciò significa che la nuova Peugeot risulta particolarmente piacevole nella guida di tutti i giorni: la coppia è disponibile nel range di giri tipico della guida quotidiana, con l’auto che si lascia guidare in maniera facile e piacevole. Praticamente ad ogni andatura la piccola francese è sempre agile e scattante grazie alla sua particolare curva di coppia spalmata in maniera ottimale lungo tutto l’arco di funzionamento del propulsore

La vita a bordo di questa autovettura è decisamente confortevole e tutto è al suo posto, fatta eccezione del “solito” inconveniente relativo al volante che in parte copre la visione degli strumenti di bordo. A parte questo tutto funziona bene, l’abitabilità è ottima e la fattura generale degna di nota.

Le strade oggetto del test (a Graz in Austria) sono bellissime e invitano ad una guida “allegra” durante la quale la 208 non delude mai. Non è certo un’auto nata per correre ma abbiamo potuto verificare che l’assetto non è cedevole e ciò rende l’auto sufficientemente precisa nella guida. Il motore è brillante con una coppia considerevole già ai regimi più bassi e, come già detto, ci è parsa la motorizzazione migliore per questa auto. Comfort generale ottimo così come il navigatore e l’impianto hi-fi di bordo.

L’aspetto dei vari elementi è curato e moderno, come pure appare superiore alla media la qualità dei materiali e degli assemblaggi. L’elemento di spicco della Peugeot 208 è il cruscotto, compatto e collocato in posizione rialzata: lo si legge guardando al di sopra del piccolo volante dalla foggia sportiva (ha la parte superiore e quella inferiore della corona schiacciate), ma in determinate condizioni può essere parzialmente coperto dalla corona. Ben congegnati, comunque, i comandi nelle razze, fra i quali quello del cruise control. Pratica la consolle, che nella parte inferiore forma un piccolo vano con le prese Aux e Usb.
Le poltrone anteriori della Peugeot 208 sono comode e sagomate quasi come nelle auto sportive; nelle curve il corpo è ben trattenuto. Lo spazio per le gambe e sopra la testa non manca nemmeno nella zona posteriore, a patto, però, di essere in due; il tunnel centrale e il mobiletto che sbuca fra i sedili infastidiscono un eventuale terzo occupante. Criticabile pure l’assenza delle maniglie nel soffitto, mentre sono fatti come si deve il cassetto di fronte al passeggero (ampio, ben suddiviso e provvisto d’illuminazione) e il doppio porta lattina davanti alla leva del cambio.

L’ampio portellone della Peugeot 208 fa accedere a un baule allineato alla media delle rivali (285 litri e 1076 rinunciando ai posti dietro); il dislivello fra soglia e pavimento è di 15 cm e quando si reclina lo schienale (suddiviso asimmetricamente) si forma un altro gradino di 10 cm che rende difficile far scorrere i bagagli. Buone, comunque, la sfruttabilità (favorita pure dai 49 cm di altezza utile fra piano di carico e cappelliera) e le finiture generali.
 
Allestimenti e motorizzazioni e prezzi
La Peugeot 208 è in vendita in più di 40 diverse combinazioni tra allestimenti e motorizzazioni. Il marchio francese offre infatti venti varianti a gasolio, 17 a benzina e ben 6 a GPL, riuscendo così ad accontentare una larga porzione della clientela italiana. I prezzi della nuova Peugeot 208 partono dai 12.100 euro della Peugeot 208 1.0 VTi da 68 cavalli, fino ad arrivare ai 22.200 della Peugeot 208 GTi con il 1.6 THP da 200 cavalli. Tutto questo passando da numerose varianti a gasolio con prezzi a partire dai 14.200 euro della Peugeot 208 1.4 HDi 68 cavalli.

Gli allestimenti per l’Italia rimangono come al solito Access (a partire da 12.300 euro), Active ed Allure al quale si affianca lo sportivo GT Line pensato per portare parte dell’aggressività della GTI anche su motorizzazioni più normali oltre che sulla carrozzeria 5 porte. La dotazione di Access non comprende clima e sistema multimediale, mentre già a partire dal livello intermedio, il preferito dagli italiani, la dotazione risulta particolarmente interessante e completa.

info ADV

VOLKSWAGEN GOLF 8
VOLKSWAGEN GOLF 8
OFFERTA L'OTTAVA GENERAZIONE DI UN'ICONA
Volkswagen
up! 3p
PRODUZIONE dal 06/2018
SEGMENTO Berlina
PREZZO a partire da 11.500€
Volkswagen
up! 5p
PRODUZIONE dal 06/2018
SEGMENTO Berlina
PREZZO a partire da 12.000€

mobile ADV

VOLKSWAGEN GOLF 8
VOLKSWAGEN GOLF 8
OFFERTA L'OTTAVA GENERAZIONE DI UN'ICONA
INFOMOTORI CONTEST
INFOMOTORI CONTEST
TUTTO SU Peugeot 208
RUOTE IN RETE