Nuova Seat Ibiza prova su strada

Abbiamo provato la nuova berlina due volumi spagnola del gruppo Volkswagen, arrivata alla quinta generazione. Già disponibile nei concessionari a partire da 11.450 Euro

Nuova Seat Ibiza
La Seat Ibiza arriva alla quinta generazione, con un nuovo design ed una versione ecologica con soli 89 g/km di CO2, sarà in vendita allla fine di marzo 2012 mentre entro il 2012 dovrebbe essere disponibile lòa versione sportivissima Cupra. Infomotori.com ha guidato la nuova Ibiza a Barcellona.
La prima Seat Ibiza ha visto la luce nel lontano 1984, al salone di Parigi. Da allora ne sono state vendute ben 4.650.000 esemplari: dalla prima versione sono passati anni luce sia per quanto riguarda i motori che il design. L’Ibiza si inserisce nel segmento B del mercato, il più nutrito in Italia, dove troverà concorrenti agguerritissime, come Punto, Clio, Fiesta, Peugeot 207, per non parlare della cugina Polo.
Tre le versione che la Casa spagnola offre SC (3 porte), 5 porte e ST (familiare). Sportiva e destinata, con al sua linea da coupe, ad un pubblico più giovane la prima. Si distingue per la sua manegevolezza ed agilità. Classica la cinque porte, prima Seat realizzata sulla nuova piattaforma della VW, dotata di un bagagliaio leggermente più capiente dell SC (292 l). Elegante e ricercata la ST, station wagon lunga 423 cm, con un bagagliaio di 430 l, destinato ad accogliere le valigie di tutta la famiglia.
I prezzi della nuova Seat Ibiza vanno da 11.450 euro per la Ibiza SC 1.2 Reference 60 CV a 18.950 euro della Ibiza ST FR 1.6 TDI CR. La 5 porte Ecomotive 1.2 TDI CR costa 15.000 euro.

Design e abitacolo della Seat Ibiza
Il design della nuova Ibiza riflette chiaramente il suo carattere sportivo e giovanile. La calandra è più sottile, le luci sia anteriori che posteriori contengono elementi LED disposti a V, i fari anteriori sono disponibili sia n due versioni: allogeni e o bi-xeno (optional). Gli antinebbia fungono anche da illuminazione adattativa in curva. I fianchi sono scolpiti, l’intera linea è abbastanza spigolosa, come del resto è di moda oggi.
Di buona qualità gli interni, con una notevole attenzione per i dettagli. Ridisegnato il quadro strumenti, più che raddoppiato il vano portaoggetti che adesso supera i 10 litri di capacità.Tra i due strumenti circolari (tachimetro e contagiri ) è situato il display del computer di bordo. Ergonomica la forma del volante a 3 razze regolabile in altezza e profondità. I sedili offrono un buon comfort e una seduta ottimale. Ibiza FR ha esclusivi sedili sportivi con imbottiture laterali pronunciate per un migliore contenimento del corpo.

17 Foto

Motori della Ibiza 5
E parliamo di motori che sono in tutto 9, 5 benzina (da 60 a 150 CV) e 4 diesel (da 75 a 143 CV). Per quanto riguarda i motori a benzina si parte dall’economico 1.2 da 60 CV per arrivare al 1.4 TSI con doppia alimentazione da 150 CV integrato con l’ottimo cambio DSG che offre il confort del cambio automatico non disgiunto dai vantaggi legati ad elevati standard di efficienza. Particolarmente efficiente l’Ibiza 1.2 TSI Ecomotive da 105 CV con sistema start&stop, che percorre 100 km con soli 5,1 litri di benzina.
Tra i diesel il più potente con i suoi 143 CV e 320 Nm di coppia è il 2.0 TDI. Purtroppo nessun motore diesel è accoppiato al cambio DSG il quale però potrebbe fare la sua comparsa in un prossimo futuro.
Anche il diesel ha la sua versione Ecomotive, particolarmente attenta all’ambiente. L’Ibiza 1.2 E-Ecomotive (75 CV, 180 Nm )rappresenta la massima espressione di efficienza. Il consumo combinato, grazie anche al sistema start&stop, è di 3,4 litri di gasolio per 100 km con emissioni di CO 2 bassisime di soli 89 g/km. La 1.2 TDI CR E-Ecomotive è dotata di serie del sistema start & stop, che garantisce economia nei consumi senza richiedere alcuna operazione supplementare da parte di chi si trova al volante. Quando il guidatore si avvicina ad un semaforo rosso, per esempio, e mette in folle, il sistema start & stop provvede a spegnere il motore. Non appena il guidatore preme nuovamente il pedale della frizione, il motore si avvia automaticamente. La vettura è anche dotata del sistema del recupero dell’energia, che provvede a recuperare energia durante ogni frenata, riducendo il carico sul motore e abbassando i consumi.

Seat Ibiza su strada
Durante il test drive abbiamo guidato l’Ibiza SC 1.2 TSI da 105 CV con cambio DSG a 7 rapporti, del quale abbiamo apprezzato per l’ennesima volta le qualità di precisione e di rapidità. Piacevolissima la guida, anche se la macchina è un po’ rumorosa, con inserimenti in curva decisi e precisi, dovuti anche al differenziale a bloccaggio elettronico trasversale che in curva, quando i componenti elettronici rilevano la presenza di un carico insufficiente sulla ruota anteriore interna, genera una mirata pressione frenante sulla ruota stessa, per evitare perdite di aderenza del pneumatico. In questo modo il sistema compensa il sottosterzo, consentendo la perfetta governabilità della vettura e garantendo una trazione ottimale. Il servosterzo elettrico rimane inattivo durante la guida in rettilineo, ma all’occorenza è rapido nelle risposte.
Purtroppo abbiamo guidato la 1.2 TDI CR E-Ecomotive solo in autostrada dove naturalmente non abbiamo potuto verificare le sue doti di economicità e rispetto per l’ambiente. Ma nonostante abbia “solo” 75 CV sulle “autopiste” catalane non ha sfigurato.
Tre gli allestimenti offerti dalla Casa per la nuova arrivata: Reference ( ESP, chiusura centralizzata, alzacristalli elettrici anteriori, radio CD-MP3 e cerchi in acciaio da 15”), Style (climatizzatore semiautomatico,, fari antinebbia con funzione cornering, specchietti regolabili elettricamente r cerchi in lega da 15 “) e FR (climatronic, luci posteriori a LED, regolatore di velocità, sospensioni sportive, cerhi in lega da 16”,sedili sportivi anteriori.

- Autore Article URL: https://www.infomotori.com/auto/nuova-seat-ibiza-prova-su-strada_52627/

Annunci Privati
Vuoi vendere la tua Auto?

Inserisci il tuo annuncio

Gratis