USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Nuova Toyota Prius, prova su strada della quarta generazione

Test drive della nuova Toyota Prius, rinnovata nel design e nei contenuti grazie ad un motore termico rivisto e a soluzioni tecniche all'avanguardia che la rendono più ecologica che mai. Listino prezzi da 29.250 euro per l'allestimento Active e da 30.950 euro per lo Style.

Infomotori.com ha provato su strada a ​Valencia – ​in Spagna​ – ​la quarta generazione di Toyota Prius, ambasciatrice della tecnologia ibrida di Toyota che si rinnova nelle forme e nei contenuti. Il nuovo modello di Prius, che a listino parte da 29.250 euro in allestimento Active ​- ​ma che al momento del lancio è scontata di 1.200 euro​ – è basato sui punti di forza e i progressi della precedente generazione ed è stato messo a punto per stabilire nuovi traguardi in termini di consumi, emissioni (toccano l’incredibile soglia di 70 g/km) ed efficienza. Alimentata dalla trasmissione Full Hybrid Toyota di ultima generazione, la rinnovata Prius​ ​assicura consumi  ridotti (solo 3.0 litri/100 km in ciclo combinato) ed un’esperienza di guida gratificante. L’accelerazione è oggi più progressiva e silenziosa ed il comportamento dinamico della vettura è stato migliorato grazie all’utilizzo della nuova architettura di progettazione TNGA (Toyota New Global Architecture).​

​La quarta generazione Prius arriva nelle concessionarie italiane a maggio e svolge un ruolo importante  perchè la sua nuova architettura andrà ad influire in modo determinantesu tutti i futuri prodotti Toyota​. La nuova Prius mantiene invariata la lunghezza del passo (2.700 mm), allungando però di 60 mm la lunghezza totale (4.540 mm) e risultando anche più larga di 15 mm. Il tetto è stato abbassato di 20 mm ed il baricentro ridotto invece di 25 mm. Dell’architettura TNGA hanno beneficiato anche gli interni, che ora offrono un comfort di alto livello grazie ad un abitacolo estremamente razionale e ad una posizione di guida ottimale. Lo spazio di carico è stato incrementato grazie all’adozione di una batteria di dimensioni ridotte ​con  maggiore densità energetica e del nuovo sistema di sospensioni a doppio braccio oscillante, che non pregiudica in alcun modo la capacità di carico del bagagliaio.

Grande attenzione è stata dedicata alla sicurezza: proprio l’utilizzo della nuova architettura TNGA ha permesso di progettare un telaio in grado di reagire in maniera ottimale agli urti. La nuova Prius, inoltre, è dotata di un pacchetto Toyota Safety Sense ancora più completo, che include il nuovo Cruise Control Adattivo a controllo radar, e la nuova funzione di rilevamento pedoni all’interno del Pre-Collision System. Anche la trasmissione Full Hybrid è stata affinata e la sua efficienza risulta ora migliorata, con il peso che invece si riduce e le performance che risultano massimizzate. Il motore 1.8 VVT-i a ciclo Atkinson della nuova Prius è stato modificato e  migliorato, fatto questo che ha aumentato l’efficienza termica. Senza contare che la nuova batteria ibrida al nichel-metallo idruro risulta oggi più compatta e con un’autonomia e tempi di ricarica nettamente migliorati.

In oltre 18 anni di carriera, la eco-car Toyota è passata dall’essere un modello di nicchia ad un’auto per il grande pubblico, capace di soddisfare ogni tipo di esigenza e non puntando solamente sul rispetto per l’ambiente. Su strada la nuova Prius si comporta ​molto bene per quelle che sono le sue caratteristiche: in buona sostanza è molto silenziosa alle ​basse ​andature e si fa particolarmente apprezzare in fase di parcheggio e nelle manovre in generale.​ E’ un’auto che si guida con piacevolezza, con una dinamica di guida sicura e rilassata, anche grazie al suo baricentro ridotto di 25 mm, all’aumentata rigidità della scatola dello sterzo e dei pedali.

La città è il suo habitat naturale ma non se la cava affatto male nemmeno su tratti veloci come le tangenziali e le autostrade, dove abbiamo comunque potuto apprezzare un buon comfort e consumi che restano ampiamente inferiori a quelli di tante altre concorrenti.​ ​Ottima la visibilità sia anteriore che laterale, come pure quella posteriore. Gli interni dell’abitacolo sono costruiti attorno al conducente ed a​i passeggeri, con design avveniristico ma accogliente ed ergonomico che assicurano un buon livello di confort a bordo. Insomma la nuova Toyota Prius è molto più che una “semplice auto green”, è una vettura poliedrica adatta a​ vari tipi di mobilità urbana o extraurbana (e raggiunge tra l’altro i 110 km/h nella sola modalità elettrica) e se, come ci auguriamo, anche voi strizzate l’occhio all’ambiente, allora diviene automaticamente una delle vetture da tenere in considerazione per un futuro cambio auto.

TUTTO SU Toyota Prius
Articoli più letti
RUOTE IN RETE