Nuova Volkswagen up! restyling, prova​ta​ su strada​ la nuova citycar con un prezzo di 11.000 euro

La nuova Volkswagen up! restyling è protagonista del nostro test drive, con il Lago di Como a fare da splendida cornice. Provate su strada le versioni da 75 CV e 90 CV, quest'ultima novità assoluta per la gamma up!. A listino (si parte da 11.000 euro) sono presenti anche la up! 60 CV e la bifuel​ a metano​.

La citycar made in Wolfsburg, la piccola Volkswagen up!, viene presentata in versione restyling, con lo splendido Lago di Como a fare da scenario ideale per la presentazione alla stampa.  La proverbiale qualità tedesca viene racchiusa in soli 354 centimetri di lunghezza per 165 di larghezza, un formato che pare piacere molto al pubblico italiano dato che, dopo le inarrivabili Fiat 500 e Fiat Panda e assieme alla Aygo, la up! è la citycar più venduta nel nostro Paese. ​ Nel 2016 con la nuova edizione Volkswagen Italia punta decisa al podio cercando anche di accorciare il divario con le due rivali italiane dato che ora può contare su un musetto più vicino a Polo e Golf e davvero tanta qualità che poche rivali del segmento superiore possono vantare ad un prezzo interessante per i contenuti presenti.

In tutta Europa il trend è confermato, con ben 660mila esemplari venduti in Paesi come Germania, Danimarca e Paesi Bassi, dove la up! è la più venduta del segmento. Con un prezzo di listino di 11.000 euro (150 euro in meno rispetto alla versione precedente, niente male se consideriamo che di solito il trend dei prezzi è in rialzo), la nuova Volkswagen Up! 2016 si veste con un abito ancora più accattivante, in gran parte ridisegnato. La nuova up!, poi, offre almeno 1.000 euro di accessori in più a partire dai fari LED per giungere ai nuovi sistemi di infotainment​, ​senza trascurare la chicca esclusiva del segmento A del sistema di arresto veicolo sotto i 30 km/h in caso di ostacolo imprevisto che il pilota non vede.

ESTERNI E INTERNI DELLA NUOVA UP!

Il frontale ha una spessa cornice nera attorno al paraurti e l’effetto generale è quello di un’auto più seria e solida; posteriormente i cambiamenti sono meno drastici, ma sul portellone c’è una linea orizzontale quasi a voler tracciare la soglia di carico. Gli specchietti laterali hanno le frecce integrate e le luci diurne sono a LED. Se pensate che i cambiamenti si limitino all’estetica e a dettagli, vi sbagliate. All’interno la Volkswagen up! ci accoglie con il nuovo sistema di infotainment, chiamato Composition Phone e perfettamente integrato con tutti gli smartphone Apple o Android (occorre scaricare l’App gratuita di Volkswagen chiamata “maps+more”e collegare il telefono via Bluetooth). Tramite la App il guidatore può così utilizzare navigazione (navigazione offline e visualizzazione mappe 2D o 3D), indicatore multifunzione con dati vettura e impianto vivavoce del telefono. La compatta Volkswagen è disponibile con nuovi colori carrozzeria e cerchi, nuove combinazioni degli interni, nuove dotazioni comfort e uno sportivo propulsore TSI 90 CV da 1 litro, come vedremo in seguito.

Sedili, volante e cruscotto non sono stati stravolti, mentre il nuovo climatizzatore con sistema Pure Air è davvero ben fatto e vanta persino dei sensori di controllo della qualità dell’aria. Cose da auto di segmento ben superiore. Cambio d’aria e cambio di musica, dato che in alcuni mercati (non in Italia, purtroppo) debutta l’inedita versione Beats dotata di impianto BeatsAudio da 300 Watt. Affinché di notte il guidatore nel raggiungere l’auto o la sua abitazione abbia la strada illuminata, la up! dispone delle funzioni Coming home e Leaving home, di serie per tutta la gamma italiana.

MOTORIZZAZIONI DELLA RESTYLING VOLKSWAGEN UP!

Ciò che la up! promette sul piano estetico viene mantenuto anche a livello di prestazioni, con ottimi risultati. A garantire dinamismo e piacere di guida i due noti motori benzina 60 e 75 CV, cui si aggiunge oggi il vivace 1.0 TSI 90 CV con coppia massima di 160 Nm (disponibile già a partire da 1.500 giri). Il nuovo tre cilindri è il propulsore finora più potente e il primo turbo della gamma. La up! TSI può così passare da 0 a 100 km/h in meno di 10 secondi e raggiungere una velocità massima di 185 km/h, con consumi dichiarati di 4,4 l/100 km. Chi desiderasse una superiore parsimonia potrà optare per la eco up! alimentata a metano (68 CV) o per la versione elettrica e-up! (60 kW / 82 CV). Le motorizzazioni offerte riescono così a soddisfare ogni esigenza; noi abbiamo provato due versioni benzina, quella da 75 CV e la nuova variante da 90 CV.

NUOVA VOLKSWAGEN UP!, IL TEST DRIVE

La giornata è soleggiata e, con il Lago di Como a rendere ancora più piacevole la giornata di test, partiamo dall’Aeroporto di Malpensa ​a bordo della nuova VW up!, che sin dai primi chilometri si dimostra sbarazzina quanto basta ma al tempo stesso ci trasmette sensazioni di grande sicurezza e di qualità di livello superiore. Il carattere della up! è deciso non solo quando la si ammira da fuori, ma anche una volta al volante. Gli spunti in partenza sono più che buoni e costeggiando il Lago, quindi su strade ricche di curve e di saliscendi continui, la piccola up! si rivela all’altezza delle aspettative, dimostrandosi sempre pronta in ogni situazione. Lo sterzo è molto preciso e la Volkswagen up! è facilissima da manovrare e da parcheggiare, anche in spazi angusti. In nostro aiuto vengono poi i sensori di parcheggio posteriori, sempre utili specie nei centri abitati.

Nei tratti più scorrevoli, dove tocchiamo velocità elevate (ma sempre nei limiti), notiamo che la up! è ben insonorizzata e le vibrazioni sono praticamente assenti, il che rende i viaggi a bordo della citycar del Gruppo Volkswagen alquanto piacevoli. Ottima la visibilità anteriore – così come quella laterale – ma anche quella posteriore non è per niente male. Maciniamo chilometri e le prime sensazioni positive vengono confermate; alle nostre buone impressioni si aggiungono i dati relativi ai consumi, che nel ciclo misto si attestano sui 4,6 litri di carburante ogni 100 chilometri. Le emissioni si fermano a 102 g/km di CO2.

​Merita segnalare che la up! da 90 CV vanta prestazioni migliori della prima generazione della Volkswagen Golf GTI a conferma che si tratta di una babycar dal temperamento decisamente pepato. La nuova gamma colori, l’impianto stereo, la connettività, la tecnologia e la simpatia della nuova up! strizzano l’occhio agli under 30 ed alle ragazze che sono i primi target che Volkswagen Italia vuole raggiungere, svecchiando la stessa clientela dell’attuale up! che è ben più matura di quella della Polo!  A nostro avviso ci sono perfettamente riusciti pur piacendo molto ad un cinquantenne come il sottoscritto, specie in una tinta vivace come il giallo o il blu elettrico: non compratela grigia per cortesia…

ARTICOLI CORRELATI
Nuova gamma SUV
Citroen C3

Citroën C3

da 99€ mese

Peugeot 208

Peugeot 208

da 100€ mese

Citroen C3 Aircross

Citroën C3 Aircross

da 139€ mese

Peugeot 2008

Peugeot 2008

da 149€ mese

Citroen C4 cactus

Citroën C4 Cactus

da 149€ mese

Peugeot 308

Peugeot 308

da 168€ mese

Citroen C5 Aircross

Citroën C5 Aircross

da 239€ mese

Peugeot 3008

Peugeot 3008

da 249€ mese

Ford Ecosport

Ford Ecosport

da 255€ mese

Peugeot 508

Peugeot 508

da 349€ mese

Ford Kuga

Ford Kuga

da 355€ mese

Ford Edge

Ford Edge

da 410€ mese

info ADV
RUOTE IN RETE