Peugeot 308 – Long Test Drive

Su strada Abbiamo trascorso il primo mese in compagnia della nostra Peugeot 308 1.6 HDI FAP. La vettura, di colore argento ed in configurazione 5 porte, si presenta elegante e ben rifinita. Il muso, filante e personale, evolve in una fiancata sinuosa e raffinata. Il posteriore è caratterizzato da luci completamente scarlatte e dal paraurti […]

Su strada
Abbiamo trascorso il primo mese in compagnia della nostra Peugeot 308 1.6 HDI FAP. La vettura, di colore argento ed in configurazione 5 porte, si presenta elegante e ben rifinita. Il muso, filante e personale, evolve in una fiancata sinuosa e raffinata. Il posteriore è caratterizzato da luci completamente scarlatte e dal paraurti in tinta carrozzeria. Gli interni sono offrono materiali di qualità e finiture decisamente curate. Ben realizzati i sedili, comodi e avvolgenti al punto giusto: grazie alle numerose regolazioni è facile trovare una corretta posizione di guida. La console ospita i comandi del climatizzatore automatico e della radio CD. Il piantone dello sterzo ospita sul lato destro la classica levetta Peugeot con replicati i comandi della radio: veramente comoda, consente di regolare volume, stazione radio o traccia del CD senza distogliere gli occhi dalla strada per un solo istante. Veniamo ora al cuore della vettura, il 1.6 HDI FAP da 110 cavalli. Si tratta di un’unità dalla potenza specifica adeguata, coadiuvata da un elevato valore di coppia motrice. Il propulsore è elastico e rotondo nel funzionamento, la ripresa sempre pronta e reattiva al ‘kick down’. Una valida opera di insonorizzazione ha reso l’abitacolo della 308 piuttosto silenzioso, a parte una leggera rombosità percepibile lambendo la zona rossa del contagiri. Ottimo il nuovo cambio manuale a 6 marce: innesti precisi, piacevolmente contrastati e rapporti sapientemente spaziati garantiscono una guida briosa e divertente. L’assetto è un buon compromesso tra confort e precisione in curva. Le buche vengono affrontate con sicura naturalezza, senza contraccolpi alla schiena: d’altro canto il coricamento in curva è pressoché nullo. I consumi di carburante si sono rivelati ottimi, nonostante la vettura inviti il pilota ad una guida sportiveggiante. Utilizzando il piede destro con maggiore grazia è possibile ottenere risultati ancora migliori, giungendo a notevoli economie d’impiego.

In sintesi il primo mese trascorso in compagnia della Peugeot 308 1.6 HDI FAP si è rivelato soddisfacente sotto ogni punto di vista: prestazioni, confort, consumi e, non ultimo, appagamento personale derivato dal temperamento grintoso della vettura. Si continua!

ARTICOLI CORRELATI