Porsche 911 GT2 RS Clubsport: la supercar da 710CV e 405.000€

Se volete diventare proprietari di un mezzo davvero esclusivo che vi permetta di provare emozioni da vero pilota allora la nuova Porsche 911 GT2 RS Clubsport è l'auto che fa per voi. Solo per pista, ovviamente e a condizione di disporre di ben 405.000 euro (oltre ad IVA).

In occasione del salone internazionale Los Angeles oltre alla nuova versione della 911 (992) Porsche ha presentato alla stampa internazionale un esemplare da corsa davvero esclusivo: la nuova Porsche 911 GT2 RS Clubsport.

La vettura da corsa rappresenta una evoluzione della versione stradale 911 GT2 RS ed è dedicata a tutti coloro i quali vogliono per godere di prestazioni estreme nell’ambito dell’ uso su pista. La nuova GT2 RS Clubsport è infatti priva di omologazione stradale e può essere utilizzata solo in determinate occasioni organizzate dal reparto corse dell’azienda tedesca.

La tecnologia alla base di questo progetto è quella contenuta nella 911 GT2 RS tuttavia si ha un ulteriore implementazione per l’uso in pista. Le orme di questa idea seguono il progetto della 935, presentata diverse settimane fa.

Entrambe le soluzioni condividono un motore biturbo a 6 cilindri da 3.8 litri, cambio PDK a sette rapporti e motore ovviamente posizionato al posteriore. Questa soluzione è in grado di erogare la straordinaria potenza di 710 CV. L’impianto frenante è realizzato grazie a pinze monoblocco in alluminio a 6 pistoncini all’anteriore e a quattro pistoncini nel posteriore.

Il peso della vettura è fissato a 1.390 kg e la gestione tra elettronica e affidata al Porsche Stability Management che lavora in combinata con il sistema ABS per garantire prestaizoni e sicurezza. i sistemi possono tuttavia essere gestiti e disattivati tramite un pulsante posto sulla consolle. In questo modo l’auto può essere interamente lasciata nelle mani del conducente.

Il prezzo non è dei più abbordabili, si parla infatti di 405.000 euro + IVA per soli 200 esemplari nel mondo e le consegne iniziano a maggio 2019 con cerimonie, a detta di Porsche, assolutamente esclusive.

ARTICOLI CORRELATI