USATA
cerca auto nuove
NUOVA
SPECIALE

Porsche Cayenne S Diesel, prova su strada

Chi l'ha detto che le sportive sono solo a benzina e coupè? Infomotori ha provato la crossover Posche Cayenne 4.1 S Diesel che regala vere emozioni grazie ai 385 CV che scalpitano sotto il cofano e ad una coppia davvero poderosa

Con la Porsche Cayenne la Casa tedesca ha fatto il suo esordio nel mondo dei suv di alta gamma sin dal 2003. Inizialmente sembrava un azzardo, per alcuni un insulto ai canoni del marchio, che sino ad allora aveva sfornato solo coupè sportive. Oggi in molti hanno cambiato idea, la Porsche Cayenne è entrata a tutti gli effetti nel cuore degli appassionati della Casa di Zuffenhausen e la versione a gasolio di 4.1 litri di cilindrata non ha smentito le proprie pretese di auto di classe ed allo stesso tempo corsaiola. L’aspetto della Cayenne è massiccio, imponente (4,86 metri di lunghezza ed 1,92 di larghezza), a partire dai cerchi in lega da 21”.

Molto effetto lo danno anche il quadruplo scarico posteriore e le grandi prese d’aria frontali che hanno la funzione di raffreddare il grosso 4.1 litri Diesel con 385 CV di potenza. Salendo a bordo sembra quasi di montare su un astronave. Gli interni in pelle rossa sono curati nei minimi dettagli, la strumentazione di bordo rispecchia in tutto e per tutto lo stile Porsche con il grande contagiri in posizione centrale affiancato a sinistra dal tachimetro ed a destra dal computer di bordo, semplice ed immediato da utilizzare grazie ai tasti al volante. In questo quadrante possono essere visualizzati i dati di viaggio, il navigatore, i parametri della vettura ed anche il tempo sul giro grazie al pacchetto Sport Chrono di cui questa Cayenne era dotata.

L’abitacolo offre spazio in abbondanza, la consolle centrale, però, richiede diversi minuti per essere studiata e capita i tutti i suoi aspetti, Sono davvero tanti i tasti presenti che a volte possono trarre in confusione: si possono regolare le sospensioni, la risposta del motore, temperature e direzione dei flussi d’aria del clima bi-zona, sedili riscaldabili e sistema di infotainment. Molto confortevoli anche i sedili posteriori; un’ulteriore nota positiva è la capienza del vano bagagli di 670 litri che fa della Cayenne una vettura anche per le famiglie.

SU STRADA CON LA PORSCHE CAYENNE 4.1 S DIESEL

Quando si prova una Porsche l’aspetto che interessa a tutti sono le sue prestazioni. Dobbiamo dire che questa Cayenne a gasolio ci ha impressionati positivamente per la sua risposta quando si schiaccia l’acceleratore. I 385 CV forniti dal 4.1 litri Diesel sono molti, anche se in commercio si trovano suv più potenti, ma l’aspetto che ci ha piacevolmente sorpresi è l’enorme coppia motrice di 850 Nm che dà una spinta impressionante sino dai regimi bassi. Le prestazioni sono di tutto rispetto con uno scatto da 0 a 100 km/h in 5,4 secondi ed una velocità massima di oltre 250 km/h, dati di tutto rispetto se pensiamo che la massa complessiva supera i 2.200 kg.

Se ripresa ed accelerazione sono eccezionali, lo stesso vele per l’impianto frenante. Come da tradizione Porsche i quattro freni a disco (di fabbricazione Brembo) sono veramente efficaci e sempre pronti in ogni situazione. Molto buona anche la visibilità, merito di una posizione di guida rialzata e dei montanti anteriori che non penalizzano troppo gli angoli ciechi. La tenuta di strada risulta sufficiente: eliminando il controllo della trazione la poderosa coppia tende a far andare la vettura in sovrasterzo quando si spinge a fondo l’acceleratore, mentre chiudendo molto l’angolo di sterzata l’anteriore soffre di un po’ di sottosterzo e penalizza l’ingresso in curva. In ogni caso siamo su una vettura dalle pretese sportive ed un po’ di destrezza alla guida ci vuole, per i neofiti rimane comunque l’elettronica che rende la Cayenne più facile da gestire.

I consumi meritano un cenno nonostante questa Porsche non sia la vettura giusta per chi ama risparmiare: spingendo a fondo la Cayenne a gasolio è piuttosto assetata, ma abbiamo provato a limitarla in autostrada a 120 km/h, grazie al Cruise Control, ed abbiamo registrato una percorrenza media di circa 12 km/litro che non sono assolutamente male considerando la potenza del motore e la mole dell’auto. La Porsche Cayenne risulta a tutti gli effetti una Porsche di razza ed il motore a gasolio non fa rimpiangere i tanto decantati benzina. Il prezzo non può che essere da vera auto di lusso, sono oltre 100 mila gli euro necessari per portare a casa la Cayenne 4.1 S Diesel ben accessoriata come quella che avevamo in prova, ma si sa, la qualità costa cara. In ogni caso il nostro giudizio è estremamente positivo, la Porsche Cayenne è un “investimento passionale” che dura nel tempo con un rapporto tecnologia/prezzo corretto.

Pro

Prestazioni del motore a gasolio
Comfort da ammiraglia
Bagagliaio enorme e sfruttabile

Contro

Tunnel centrale un po’ complicato da comprendere per l’abbondanza di tasti

SPECIALE
SPECIALE
TUTTO SU Porsche Cayenne
RUOTE IN RETE