Porsche Mission E: l’elettrica pura su base Panamera

Si chiama Porsche Mission E, ed è la prima auto completamente elettrica del marchio di Stoccarda. Conosciamo bene il progetto 918 Spyder Hybrid, forse il più esclusivo tra i modelli in commercio, ma questa è una storia diversa. Si parte dalla base di una Panamera e dal Circolo Polare Artico.

È la Porsche Mission E, presumibilmente il progetto più ambizioso del marchio di Stoccarda da diverso tempo a questa parte. Porsche si è sempre contraddistinta, negli anni, per aver fatto quello che facevano i rivali facendolo però meglio. Certo, non senza differenze nel prezzo finale, ma parliamo comunque di una qualità spesso superiore alle aspettative di chi compra. Vetture di lusso, dalle linee classiche e moderne insieme con, soprattutto, un gran motore.

Il boxer, firma dell’atelier fondato da Ferdinand Porsche, ha accompagnato le sportive teutoniche nel corso degli anni, andando incontro a diversi cambiamenti -per ultimo l’addio all’aspirato per l’iconica 911- e sembra che presto si dovrà voltare completamente pagina. Niente più urla dallo scarico né da sotto al cofano, ma un piacere di guida che non può essere compromesso in alcun modo.

Il nostro fotografo ci ha mandato questi scatti della Porsche Mission E durante dei collaudi nei pressi del Circolo Polare Artico, dove le case più blasonate -probabilmente ci vuole una certa liquidità per spostare i propri tester in zona- stanno mettendo a punto le novità più interessanti dei prossimi anni. Immaginiamo che dev’essere stato impressionante veder passare una vettura con una storia così – sportiva diciamo- senza che facesse alcun rumore.

 

 

Porsche abbraccia quindi il futuro, e lo fa con un muletto su base Panamera intorno a uno dei luoghi più freddi del pianeta. Ottimo espediente per testare l’affidabilità delle batterie che, a quanto pare, sono state poste su gran parte del pianale. L’assetto è rialzato rispetto al modello in commercio, andando ad assomigliare non poco al Macan. Se nella foto del posteriore vedete un doppio tubo di scarico non pensateci troppo, l’auto è elettrica.

Recentemente poi è arrivata una seconda tranche di fotografie che riprendono l’auto da una distanza ravvicinata che ci permette di studiarne meglio i dettagli. Gli scarichi sono palesemente finti, e le dimensioni quelle di una Panamera più corta. Il fatto che a distanza di qualche mese il modello sia tornato a farsi pizzicare è sintomo del fatto che il marchio di Stoccarda è davvero concentrata su questo.

Porsche Mission E -difficilmente sarà questo il nome definitivo- dovrebbe debuttare intorno al 2020, dove troverà ad attenderla modelli altrettanto lussuosi, testati ed affidabili.

ARTICOLI CORRELATI
TUTTO SU Porsche Taycan
Volkswagen Golf 1.6 TDI

Volkswagen Golf 1.6 TDI

da 100€ mese

Citroen C3 Aircross

Citroen C3 Aircross

da 140€ mese

Peugeot 308

Peugeot 308

da 189€ mese

Peugeot 208

Peugeot 208

da 199€ mese

Citroen C3

Citroen C3

da 199€ mese

DS 3 Crossback

DS 3 Crossback

da 200€ mese

Peugeot 2008

Peugeot 2008

da 229€ mese

Peugeot 3008

Peugeot 3008

da 249€ mese

Citroen C5 Aircross

Citroen C5 Aircross

da 329€ mese

Ford Kuga

Ford Kuga

da 350€ mese

info ADV