Prova KIA Proceed, la Shooting Brake per il grande pubblico

Siamo andati a Barcellona per provare la nuova Kia Proceed, ultima nata dalla casa coreana.

La Kia Proceed è una shooting brake, cioè una station wagon con il design di una coupé. Il designer Peter Schreyer dopo lo sviluppo della Kia Stinger (vogliamo ricordare che tutta la gamma Ceed e la Proceed sono sviluppate e costruite in Europa) ha puntato molto sul design di questa autovettura, donandole un carattere aggressivo ma soprattutto sportivo andando incontro alle richieste del mercato europeo che ne fanno una best seller della categoria.

Bassa, snella e sinuosa, le linee decise soprattutto nel frontale con la calandra classica di Kia “Tiger Nose” e nel posteriore il doppio scarico le donano sportività, mentre guardandola lateralmente i finestrini molto corti, il punto di cintura posizionato molto in basso, le minigonne a contrasto unito al lunotto posteriore tagliato elemento stilistico di rilievo le danno il giusto mix tra una classica station wagon e una coupé sportiva.

I fari full LED sono di serie su tutte le versioni mentre i fari posteriori a LED che si estendono per tutta la larghezza, conferiscono alla vettura una firma luminosa unica e molto riconoscibile.

Alla Guida

Abbiamo provato prevalentemente la sua sportività, di conseguenza il motore più potente, il 1.6 turbo benzina da 204 cv. La macchina nonostante le sue misure risulta essere agile e scattante, grazie soprattutto al lavoro svolto dai tecnici Kia su telaio e sospensioni completamente indipendente, per conferirle una agilità e reattività ottimale su tutti i tipi di percorsi, che abbiamo constatato con successo (la prova si è svolta sia in ambito urbano, extra urbano, autostradale e infine in pista) pur mantenendo il comfort che ci si aspetta da una shooting brake adatta al turismo e ai lunghi viaggi.

In pista abbiamo avuto la possibilità di portarla al limite e vedere come lavora il sistema Torque Vectoring by Braking per la gestione selettiva della frenata e il controllo del sottosterzo in curva cosa che è avvenuta solamente in sporadici casi.

Le vetture inoltre dispongono anche del Drive Mode Select che ci permette di impostare la modalità di guida tra normale e sport dove quest’ultima rende la macchina ancora più rigida grazie alle sospensioni a regolazione elettronica e al volante che diventa più diretto e rigido.

Misure

La lunghezza è di 4.60 mt con un’altezza di 1.40 mt la rendono una macchina da lunghi e comodi viaggi autostradali, anche se in città grazie ai numerosi ausili al parcheggio come sensori di parcheggio e telecamera a 360 gradi si destreggia particolarmente bene.

La vita dietro è comoda per 4 persone mentre il posto centrale risulta essere un po’ sacrificato per via del tetto slanciato. Il bagagliaio è ai vertici della sua categoria e rispetto ad alcuni modelli di categoria
superiore risulta essere anche più capiente con i suoi 594 lt.

Versione GT e GT Line

La Proceed sarà in vendita dal prossimo febbraio e sarà disponibile sono nelle versioni GT e GT Lineproprio per far delineare la sua indole di macchina che strizza l’ occhio alla sportività.

Sono piccole le differenze che le contraddistinguono, come ad esempio l’utilizzo del colore rosso nei dettagli a contrasto, oppure l’utilizzo di un disegno molto simile ma diverso sia per i paraurti anteriori che per posteriori, i sedili anteriori. Sulla GT Line sono disponibili i cerchi da 17” mentre i 18” sono optional invece sulla sportiva GT quest’ultimi sono di serie.

Motori

Sono presenti 3 motori tutti di ultima generazione, due a benzina e uno diesel. L’entry level è il benzina 4 cilindri T-GDi da 1.4 che sviluppa 140 CV mentre la coppia è di 242 Nm.

Per il Diesel troviamo il 1.6 CRDi, un diesel progettato per rispondere ai più severi limiti sulle emissioni Euro 6d TEMP, che eroga 136 CV,  con una coppia di 280 Nm. Top di gamma è il 1.6 T-GDi da 204 CV e 265 Nm di coppia, il motore più potente fra quelli disponibili, che lo troviamo sola sulla versione GT.

Il cambio automatico 7 rapporti a doppia frizione è un optional disponibile su tutte le versioni e motorizzazioni. Nel prossimo futuro la gamma sarà dotata di motorizzazioni sia mild che plug-in.

Tecnologia

A bordo la tecnologia non manca, partendo dal cervello della nuova Proceed, il sistema di infotainment “floating” che include il sistema di navigazione con schermo da 8 pollici e i Kia Connected Services offerti da TomTom. Il sistema consente l’integrazione completa dello smartphone con Apple CarPlay e Android Auto.

Troviamo anche i fari full LED, il sistema keyless Smart Key e il caricatore wireless persmartphone dotati di tecnologia NFCC.

Oltre ai classici sistemi di sicurezza come  l’High Beam Assist, Driver Attention Warning, Lane Keeping Assist Smart Cruise Control con Stop & Go, Blind Spot Collision Warning, Rear Cross-Traffic Collision Warning, la Kia Proceed può essere equipaggiata con il sistema Lane Following Assist, una tecnologia che rientra nei sistemi ADAS di secondo livello; attraverso una serie di sensori esterni il sistema è in grado di monitorare il traffico, di verificare la posizione degli altri veicoli rendendo possibili i cambi di corsia in totale sicurezza e la guida nel traffico più fluida. Il sistema agisce su sterzo e acceleratore, controllando anche il mantenimento di corsia.

Prezzi

La versione entry level con il motore 1.4 benzina parte da 29.000 € con già una dotazione completa. Ma soprattutto ricordiamo che Kia vi offre la bellezza di 7 anni di garanzia o 150.000 km l’unica casa automobilistica al mondo che vi offre queste garanzie, forse perché sono sempre stati sicuri di quello che offrono al proprio pubblico.

ARTICOLI CORRELATI