Prova nuova DS 3 Crossback 2019: caratteristiche, allestimenti e prezzi

Abbiamo provato la nuova DS 3 Crossback: stile, sostanza e dinamismo contraddistinguono la berlina premium francese. Ecco le nostre impressioni di guida

Ha forme scultoree, sensuali e incisive il nuovo Crossback della DS Automobiles, la marca Premium francese unica tra i player d’oltralpe. In un mercato dell’auto in negativo del 4,6% è proprio il segmento Premium che tira ancora, con il +9,7, guadagnando quote di mercato. Ciò significa che è un segmento in voga, con una considerazione maggiore da parte degli automobilisti italiani, attratti sempre più dalla piacevolezza, signorilità e performance delle vetture di questo tipo. La DS 3 non è altro che la figlia minore della DS 7, meraviglioso crossover della marca francese, messasi in proprio alcuni anni fa smarcandosi dalla Citroen e diventando un’icona di stile high-tech.

Quattro i pilastri sui quali poggia la sua struttura: design, tecnologia, connettività e comfort. Senza dimenticare le motorizzazioni a benzina e a gasolio, mentre a fine anno arriverà la versione completamente elettrica E-Tense (già ordinabile da ora), con ricarica delle batterie dell’80% in soli 30′. La DS 3 Crossback inaugura inoltre la nuova piattaforma CMP, che riassume i vantaggi nelle 3M: modulare, multienergia e mondiale, che abbatteranno i costi su tutti i modelli della gamma (compreso quello elettrico) a livello internazionale.

La DS 3 Crossback è unica nel suo stile, con delle proporzioni decisamente appropriate, esclusive tecnologie e notevole raffinatezza. E’ perfetta sia in città sia sulle lunghe distanze e perfettamente adeguata a tutti coloro che desiderano un veicolo attraente già al primo sguardo, dinamico ed elegante. Con questo modello DS Automobiles non solo conquista un nuovo segmento, ma fa sapere a tutti che intende continuare a rappresentare il savoir-faire francese del lusso e dell’alta tecnologia nel comparto automotive. I suoi estimatori avranno sicuramente una personalità estroversa, desiderando distinguersi ma senza ostentare. Cercando insomma un Brand unico che permetta loro di uscire dal coro.

La new entry transalpina è un vero modello iconoclasta, che rompe i codici della sua categoria grazie a un design scultoreo e agli equipaggiamenti high-tech. Dopo il successo di visitatori ed estimatori del primo Open Weekend scorso, chi non l’ha ancora ammirata potrà farlo nel secondo appuntamento di lancio nei DS Store, sabato 25 e domenica 26 maggio. A proposito, i punti vendita DS stanno crescendo a vista d’occhio in Italia, al punto che nel 2020 arriveranno a 47. Dieci sono invece i Concept Store, due dei quali a Vicenza e Verona.

Ma vediamola nel dettaglio: lunghezza contenuta di 4,12 m, grandi ruote (690 mm, cerchi da 18’’), altezza dal suolo rialzata, sul frontale la calandra emblematica DS Wings cesellata e scolpita, i DRL a LED verticali e i gruppi ottici allungati DS Matrix LED Vision che esprimono modernità e performance, una sensazione oltretutto rinforzata dal cofano a sviluppo orizzontale dalle forme generose. L’attenzione al dettaglio è ovunque e si percepisce già all’esterno dell’auto con i profili dei vetri invisibili, le maniglie delle portiere a scomparsa, perfettamente integrate nella carrozzeria, la linea del tetto pulita e senza antenna in vista, il tetto personalizzabile con una tinta diversa dalla carrozzeria, la pinna di squalo laterale e il doppio tubo di scarico cromato simmetrico (in base alla motorizzazione). L’assetto posteriore è ben piantato sulla strada ed esprime potenza grazie allo stile energico delle fiancate, mentre i fari sottili e tecnologici, collegati dalla firma CROSSBACK, trasmettono una sensazione di grande eleganza.

bty

 

Per la personalizzazione si hanno a disposizione 10 temi per i cerchi e altrettante tinte per la carrozzeria (tra cui il nuovo Blu Millenium della dream-car DS X E-Tense) e 3 colori del tetto per una grande scelta di combinazioni. La possibilità di questa personalizzazione passa anche attraverso le 5 Ispirazioni DS: BASTILLE, Bastille (interni in pelle), PERFORMANCE Line, RIVOLI e OPERA, cui si aggiunge l’Edizione Limitata per il lancio La Première. Le Ispirazioni caratterizzano e personalizzano totalmente gli interni: rivestimenti in pelle goffrata o Nappa pieno fiore con finitura “Art Leather”, impunture “point perle” o con motivo a diamante, tessuti intrecciati, Alcantara, volante interamente rivestito in pelle pieno fiore, come il cuscino dell’Airbag, finiture in metallo con lavorazione guilloché “Clous de Paris”.

Viaggiando su una DS 3 Crossback si scopre un comfort di livello superiore, dai sedili avvolgenti del guidatore e dei passeggeri. Le schiume poliuretaniche delle imbottiture sono a doppia densità, per una seduta di alta qualità. Sono anche presenti le funzioni di regolazione elettrica e di riscaldamento. Sulla strada l’assorbimento delle vibrazioni è di prim’ordine, sperimentato – ahimé – sulle numerose e a volte profonde buche che abbiamo incontrato nel nostro test drive di un centinaio di km per le strade di Roma e periferiferia sud, fino a Labico e ritorno. Ci ha impressionato anche la grande silenziosità di marcia, ottenuta con un grande lavoro di insonorizzazione (spessore della lamiera rinforzato sulle portiere, estrattore dell’aria con disegno specifico, vetri più spessi, parabrezza insonorizzato) con la motorizzazione a benzina da 155CV con il cambio automatico “La Première” (costo 40.500 euro), mentre il modello Blue HDi 102Cv manuale a gasolio (Performance Line da 28.900 euro) deve essere ancora perfezionato per poter competere con gli altri modelli.

Comunque un bel viaggiare, anche in autostrada e nelle interminabili code per l’accesso in città, confortato da impianto audio e strumenti ben strutturati. Le altre motorizzazioni a disposizione sono (per i benzina) il Pure Tech 100 manuale e 130 automatico (quest’ultimo ha ricevuto, per il quarto anno consecutivo, il premio mondiale di motore dell’anno) e il Blue HDi a gasolio, pure automatico, intorno ai 32.000 euro, mentre gli altri qualche migliaia di euro in meno, dipende dall’allestimento.

La DS 3 Crossback ha inaugurato l’ultima generazione di proiettori full LED con tecnologia Matrix Beam, con il fascio luminoso che si adatta automaticamente e il conducente può guidare fuori città con la massima illuminazione possibile, senza mai dare fastidio agli altri veicoli incrocianti. Questi spettacolari proiettori moderni e tecnologici portano sicurezza e comfort di guida, inediti in questa categoria di veicoli. Tranquillità in ogni momento anche con il DS Drive Assist, che apre la strada alla guida semi-autonoma. Grazie al radar e alla telecamera a bordo, la vettura si adatta alle condizioni di circolazione: segue automaticamente la traiettoria scelta dal conducente all’interno della carreggiata e regola automaticamente la velocità alla distanza di sicurezza rispetto alle auto che precedono, se necessario fino al completo arresto del veicolo.

E’ possibile pure aprire e avviare l’auto con lo smartphone attraverso l’applicazione MyDS, anche senza rete GSM, una prestazione unica nel segmento; la frenata d’emergenza che rileva auto, moto, pedoni e ciclisti, anche di notte. Pure questa una novità nel segmento. Il veicolo è dotato di un radar di ultima generazione che permette di estendere l’ampiezza di funzionamento della frenata in caso di emergenza, e può frenare quando non rileva l’intervento del conducente in caso di pericolo, di giorno come di notte. Il sistema Head Up Display che proietta su un visore trasparente le info necessarie alla guida e un ampio touch screen da 10,3’’ in formato HD (il più grande del segmento).

E’ pure possibile parcheggiare senza utilizzare piedi e mani: il sistema, a una velocità di massimo 30km/h, identifica un parcheggio adatto alla lunghezza dell’ingombro e automaticamente vi si dirige, senza intervento alcuno. Infine è possibile la condivisione della vettura tra 5 persone in possesso della relativa app con codice di accesso, molto utile fra colleghi, famiglie numerose oppure semplici amici. Come dire che uno arriva, lascia la vettura in un posto stabilito e un altro la può prendere e andarsene, senza chiave e soltanto con un clic. Un car-sharing di ultima generazione.

Infine da notare che il team DS Techeetah è in testa al campionato mondiale di Formula E con i suoi due piloti Jean-Erik Vergne e André Lotterer, un buon auspicio per le implementazioni dei sistemi elettrici di autotrazione da applicare alle vetture DS di tutti i giorni.

ARTICOLI CORRELATI
Citroën C3

Citroën C3

da 99€ mese

Peugeot 208

Peugeot 208

da 100€ mese

Citroën C3 Aircross

Citroën C3 Aircross

da 139€ mese

Citroën C4 Cactus

Citroën C4 Cactus

da 149€ mese

Peugeot 2008

Peugeot 2008

da 149€ mese

Peugeot 308

Peugeot 308

da 168€ mese

Audi A1

Audi A1

da 199€ mese

Audi A3

Audi A3

da 219€ mese

Audi Q2

Audi Q2

da 229€ mese

Citroën C5 Aircross

Citroën C5 Aircross

da 239€ mese

Peugeot 3008

Peugeot 3008

da 249€ mese

Smart EQ

Smart EQ

da 250€ mese

Audi Q5

Audi Q5

da 369€ mese

info ADV
TUTTO SU DS DS3
RUOTE IN RETE