Prova Volkswagen e-Golf 2018: Tanta autonomia, comfort e stile!

Infomotori ha provato la nuova Golf elettrica, la vettura più iconica, più apprezzata e più venduta del segmento C: una vera bestseller che dopo il benzina dopo il gasolio dopo le mitiche GTI e dopo il metano che ha aperto nuove strade ecologiche per la marca tedesca la Golf ha introdotto la ibrida GTE per giungere finalmente alla e-Golf completamente elettrica.

Abbiamo avuto la fortuna di provare questa vettura fra i primi ricordando che la gamma tedesca oltre alla e-Golf presenta anche una compatta e simpatica e-Up ideale per la mobilità urbana col vantaggio di un’ottima abitabilità ed accessibilità permessa dalle 5 porte. La nuova e-Golf non ha subito importanti modifiche estetiche tanto da farsi riconoscere per pochi dettagli tra cui copriruota aerodinamici ed alcuni tocchi di azzurro a voler ricordare che siamo di fronte ad una vettura elettrica. Cominciamo guardando la sua carta d’identità registrando che la e-Golf vanta una batteria da 35,8 kW ponendosi quindi ai vertici della categoria con una un’autonomia dichiarata di 300 chilometri che durante la nostra prova si sono trasformati in oltre 200 chilometri dinamici.

La ricarica rapida dell’80% della vettura avviene in meno di un’ora, giusto in 45 minuti mentre con colonnine le cose si fanno più tranquille: dalla domestica da 3 kW a quelle più potenti da 6 kW fino alle colonnine che trovate in città molto frequentemente da 11 o 22 kW il tempo va dalle 17 ore per la presa domestica basica alle cinque ore.

Ovviamente chi compra una Golf elettrica, come qualsiasi altra vettura elettrica , potendo ricaricarla a casa o ufficio farà bene a prendersi un wallbox sia per tutelare meglio la propria vettura sia per evitare dispersioni (la corrente elettrica è come l’acqua: se il tubo non è perfetto ci sono perdite così come la corrente elettrica se il filo non è perfetto ci sono perdite e quindi anziché andare dentro la vostra vettura elettrica la corrente elettrica si disperde motivo per cui le 17 ore si trasformano facilmente in 12 se usate un box del vostro gestore di energia o della stessa Enel).

e-Golf 2018 Test Drive

Il prezzo della e-Golf è influenzata dalla notevole richiesta della vettura e dal suo appeal considerando che a tantissimi piace e noi stessi abbiamo potuto verificarlo nella nostra Electric Area dentro Mondo Motori Show dove l’abbiamo fatta provare al pubblico insieme ad altri dieci modelli risultando la vettura più richiesta e più apprezzata anche perché e Golf è una Golf e quindi è sempre un mito in ngrado di confrontarsi ad armi pari con le leader del settore come la Nissan Leaf e la Renault Zoe.

Lo stesso prezzo è bifronte! Da un lato a listino parte da € 39.600 che non sono pochi ma sfruttando l’offerta progetto valore volkswagen elettrico potete avere una e-Golf a partire da 299 € al mese con dei tassi di interesse particolarmente competitivi a cui si aggiunge la estensione della garanzia in omaggio per tutto il periodo del finanziamento di 36 mesi. Dulcis in fundo, VW vi regala anche l’Iva facendovi uno sconto del 22%!

Basta andare sul sito Volkswagen Italia e vedrete subito le offerte per golf elettriche dove la rata mensile ovviamente sale o scende in base all’anticipo ed al chiloetraggio annuale. Tornando ai dati della e-Golf ricordiamo intanto la potenza del motore elettrico pari a 100 kW e che tradotti in cavalli vapore sarebbero virtualmente 136 con una coppia massima di 290 Nm che da brava elettrica parte fin dalla partenza e vi fa davvero divertire. Volkswagen ha voluto privilegiato l’autonomia che un altro tema molto caro a chi deve guidare una vettura elettrica e quindi sono state “calmierate” le prestazioni con una velocità massima di 150 km/h è una accelerazione da zero a 100 in 9,6 secondi.

Volkswagen e-Golf 2018 Interni

Su strada, si traduce in una maneggevolezza tipica di tutte le golf a cui aggiungiamo uno scatto veramente impressionante che non rende onore questo 9,6 secondi per lo 0 – 100 . Che la eGolf sia brillante lo conferma lo scatto da 0 – 60 che ti fa lasciare alle spalle tutte le vetture tradizionali appena scatta il verde col piacere di viaggiare nel silenzio più assoluto salvo un tenue ronzio di pneumatici e specchietti accentuato dalla stessa ottima insonorizzazione.

Ancora più divertente delle sorelle termiche, le dimensioni sono ovviamente le stesse delle altre Golf e quindi sempre cinque posti. La e-Golf resta lunga 428 cm, larga 180 cm e alta 148 cm con un passo di 263 mentre il peso è un po’ superiore dichiarando 1540 chili in ordine marcia. Rispetto alle altre Golf le componenti meccaniche si riducono drasticamente a tutto vantaggio della manutenzione.

Molto interessante è pure il capitolo dei costi di esercizio considerando che non si paga il bollo e il prezzo di un pieno è molto più basso di qualsiasi altra alimentazione. Ricaricare a casa la vettura, sfruttando la tariffa notturna, vi permette di fare più di 200 km con appena 6 euro potendo poi sfruttare le sempre più numerose colonnine presenti nei supermercati (gratis per i clienti) che portano i costi di rifornimento a livelli impensabili per i termici e neppure la pur sobria ed economica golf a metano regge il confronto.

Volkswagen e-Golf 2018

La e-Golf a Vicenza (così come in molte città) non paga il parcheggio (a Milano gratis Area C con parcheggi e a Roma gratis ZTL), è esentata dal bollo per 5 anni (poi paga un quarto sul valore in CV dichiarato), l’assicurazione è più bassa e la manutenzione è praticamente assente… Quindi questi € 300 al mese di rata sono in buona parte assorbiti dai benefit rispetto a benzina/diesel facendo capire quanto l’elettrico possa già essere una ottima alternativa alla alimentazione tradizionale.

Un saluto ed un caloroso invito a provare questa Golf elettrica!

ARTICOLI CORRELATI