VOTO 4/5 su 43 voti
CLICCA E VOTA
Grazie per il tuo voto!
Hai già votato!
Golf

Volkswagen Golf, dal 1974, è la vettura di riferimento per quanto riguarda le berline compatte di segmento B. Motori, allestimenti e varianti

Volkswagen Golf è una vettura del segmento C, punto di riferimento tra le medie a due volumi nel mercato europeo.

Nato nel 1974, questo modello si impose rapidamente come il rivale da battere sul piano della qualità e del comportamento stradale. Molto amata anche negli Stati Uniti, ha attraversato oltre quarant’anni di storia dell’automobile rimanendo sempre sulla cresta dell’onda, declinata in ben sette generazioni. Il restyling della serie sette vide la luce nel 2017:  rappresenta il massimo punto evolutivo di questa straordinaria vettura.

Il design della Golf 7 trova il perfetto punto di equilibrio tra eleganza e  dinamismo: linee tese raccordate ad arte, volumi ben definiti, massicci passaruota e linea di cintura alta. Il risultato è un corpo vettura seducente, immediatamente riconoscibile come il simbolo di casa Volkswagen.

Gli interni sono da sempre un fiore all’occhiello ed i suoi progettisti tedeschi: design sobrio e moderno, materiali di elevata qualità ed tecnologia infotainment all’avanguardia creano un ambiente raffinato ed accogliente.

Lo spazio è sufficiente per cinque adulti, il bagagliaio generoso e ben sfruttabile. Due le varianti di carrozzeria: la tre porte punta su un look giovanile e dinamico, mentre la cinque porte offre una migliore abitabilità ed è di gran lunga la più richiesta.

Discorso a parte per la station wagon, denominata Variant; offre un vano bagagli con capacità compresa tra 605 ed oltre 1600 litri. C’è anche Sportsvan, una dinamica monovolume del segmento C. La media di Wolfsburg offre una gamma di propulsori straordinariamente vasta ed articolata.

Sul fronte benzina troviamo il sofisticato tre cilindri 1.0 TSI negli step di potenza da 85 o 110 cavalli. Golf 1.4 TSi Bluemotion eroga 125 cavalli, mentre Golf 1.5 TSI arriva a 150 cavalli.

La variante Diesel è offerta con potenze comprese tra 90 e 150 cavalli. La più potente, Golf GTD, eroga ben 184 cavalli. Le varianti ad alte prestazioni fanno parte sin dagli albori del mito Golf: la settima generazione offre varie soluzioni in grado di garantire forti emozioni.

Volkswagen Golf GTI abbina la trazione anteriore ad al potente 2.0 TSI benzina da 245 cavalli. La poderosa R eroga invece ben 310 cavalli, scaricati a terra tramite la trazione integrale 4Motion ed il cambio DSG.

Alto indice di gradimento per la TGI a metano: il propulsore 1.4 TGI da 110 cavalli consente prestazioni vivaci a fronte di costi di gestione irrisori. Meccanica raffinata per la ibrida plug in, meglio nota come Volkswagen Golf GTE. La combinazione tra il propulsore turbo 1.4 TSI ed una piccola unità elettrica si traduce in una potenza complessiva di ben 204 cavalli. Golf GTE può inoltre percorrere 50 km in modalità zero emission.

Non manca infine una variante elettrica: la e-Golf eroga 136 cv ed offre un’autonomia pari a circa 300 km. Molto ambita anche di seconda mano, la beniamina del gruppo VAG mantiene un alto valore residuo: usata è un “assegno circolare”.