Nuova Renault Clio 2019: la quinta generazione per stupire ancora

La nuova Renault Clio 2019 è una delle anteprime più attese del Salone di Ginevra: la quarta serie è l'auto straniera più venduta in Italia e la Marca punta a ripetersi anche con questa nuova versione del tutto rinnovata.

Renault Clio 2019 è una delle anteprime più attese dell’anno. Dopo le immagini degli interni, in cui viene fatta bella mostra di tecnologia e stile, il Marchio della Losanga ha svelato le linee esterne della propria piccola regina.

Il Design di nuova Clio

La nuova Renault Clio si evolve senza stravolgere i propri stilemi, accarezzando un design già ipotizzato attraverso rendering più o meno curati. A colpire da subito è la linea frontale, caratterizzata da gruppi ottici C-Shape –come gli chiamano in Renault- ed una griglia frontale più sottile a premiare un design pulito e approvato dal capo designer Laurens Van Den Acker su tutta la gamma. Mentre il profilo della vettura resta pressoché invariato, le forme dei fanali attingono a piene mai dal DNA della nuova Mégane, così da rendere l’auto riconoscibile già ad un primo colpo d’occhio.

Nel complesso Clio si mostra cresciuta e maturata come dopo una lunga estate lontano dai banchi di scuola, ma rimane sé stessa sia nelle proporzioni complessive che ad un primo colpo d’occhio. La crescita, infatti, è soprattutto interiore: nuova tecnologia in termini hardware e software promette un salto di qualità atteso quanto necessario. Mantenere la leadership -la francese è la straniera più amata in Italia- è tutt’altro che facile.

Gli interni di Renault Clio 2019

Gli interni della nuova Clio prendono spunto dalla dotazione delle sorelle maggiori e denotano una maturità che fa piacere constatare

L’ambiente interno cambia vistosamente: il generoso sistema infotainment, posto verticalmente come impone la tendenza, è utilizzabile attraverso diversi shortcut a pianoforte, novità che verrà certamente apprezzata dal pubblico. D’altronde Clio può contare sull’integrazione con Apple Car Play e Android Auto per rendere l’auto sempre più connessa. La strumentazione rinuncia agli ultimi baluardi analogici in favore di un display interamente digitale che premia la personalizzazione ed enfatizza i diversi sistemi di guida. Dal tunnel centrale fanno invece capolino il freno di stazionamento elettronico, due prese USB e un attacco AUX con conseguente pozzetto per riporre lo smartphone.

A nuova Clio non manca un’infarinatura di ADAS (ausili elettronici alla guida) come il controllo dell’angolo cieco, il Cruise Control Adattivo, i sensori di prossimità e l’assistenza al parcheggio. Resta da vedere quali di questi sistemi verranno forniti sulla configurazione “nativa” dell’auto e quali, invece, andranno a comporre la lista degli optional.

In attesa della tecnica

La piattaforma su cui è costruita la quinta generazione di Clio è la Cmf-b, la stessa che darà vita anche ad altri modelli compatti del gruppo Renault-Nissan, come l’erede dell’attuale Juke. Le motorizzazioni saranno numerose e includono il Diesel 1.5 dCi, il 1.0 TCe, un 1.3 a benzina e unità elettrificate ancora da definire, così come la Plug-In Hybrid. Per il resto tutte le informazioni tecniche sulla nuova utilitaria della Losanga verranno divulgate al Salone di Ginevra, dal 7 marzo 2019, che vi racconteremo nei dettagli con il nostro speciale.

Il lancio nelle concessionarie è invece previsto per il primo trimestre del 2019.

ARTICOLI CORRELATI