USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Renault Espace, su strada con la nuova crossover francese

La monovolume per eccellenza diventa più compatta, curata, e se vogliamo anche sportiva. All'interno, tanti comfort ed una qualità dei componenti che soddisfa. Abbiamo provato la nuova Renault Espace in versione Intens Energy tra colline e città, ecco le impressioni del nostro test drive.

Con l’avvento di SUV e Crossover, la Renault Espace ha dovuto presentarsi nuova ed alleggerita dagli ingombri della monovolume, segmento che non ha rivali in quanto a praticità ma paga lo scotto di un design poco sportivo ed avventuriero. I designer Renault hanno quindi lavorato molto sui dettagli, rendendo l’Espace capace di impressionare visivamente pur mantenendo il suo carattere votato ai viaggi ed alle famiglie. Abbiamo provato la versione Intens Energy dCi da 160CV con cambio a doppia frizione EDC, che con gli optional di cui era fornita costa 45.950€ chiavi in mano.

Pulita dentro, bella fuori
La nuova Renault Espace acquista delle linee smussate e leggere, che le tolgono il volto da monovolume in maniera inequivocabile: il frontale è sinuoso grazie anche al gruppo ottico che segue la linea del rene centrale, mentre lateralmente l’auto si presenta muscolosa, con una bombatura capace di dare un sapore crossover al veicolo, così come il passaruota piuttosto sportivo e le ruote alte da 18”. Vista frontalmente quindi è difficile immaginare che si tratti di una vettura così spaziosa. Entrando nell’auto ci si rende conto del Nomen Omen di cui è dotata la macchina: lo spazio è tanto, l’infotainment è pulito ed ampio e le finiture sono di prim’ordine. A saltare all’occhio è subito il cambio automatico, che -per capirci- sembra la manetta di un aereoplano, che può essere impostata anche in modalità sequenziale. Chiave elettronica, come ormai di consuetudine Renault, e si parte. Sul parabrezza sono proiettate alcune informazioni come la velocità di marcia ed eventuali limiti stradali, oltre alla giusta strada da imboccare se si ha il navigatore impostato. Il Tettuccio può essere coperto, panoramico o del tutto scoperto: non si tratta infatti di un piccolo spiraglio, bensì di una buona parte del tetto che si spalanca lasciando entrare l’aria fresca. Alla nostra sinistra troviamo un quadro pulsanti: servono ad abbattere elettronicamente i sedili, ma questo lo vedremo più avanti.

And the winner is Kevin Spacey

C’è un motivo se il vincitore di due Premi Oscar, Kevin Spacey, ha deciso di fare da testimonial per la Renault Espace. L’auto si presenta infatti come un mezzo intelligente, studiato per chi guarda aldilà delle apparenze e punta alla praticità: affidabile in ogni condizione non fa sentire la mancanza di una grande coppia motrice, merito anche della modalità ECO che permette di viaggiare a lungo con un occhio di riguardo per i consumi. Il sedile massaggiante, a bordo dell’Espace, è la ciliegina sulla torta del comfort. Di certo anche senza la nuova Espace sarebbe ugualmente valida, ma è una di quelle cose che fa piacere avere a portata. Per rendere l’auto un po’più agile si è ricorso al sistema 4Control (optional), ovvero le quattro ruote sterzanti che si fanno notare in positivo quando ci si trova in tratti di strada mista. Non ci è piaciuto però il Lane Control, quel sistema che corregge la traiettoria in caso di sbandate sul rettilineo che abbiamo disattivato per avere il controllo totale della vettura. Come direbbe Kaiser Soze, si tratta davvero di un’auto fatta per le persone. E se lo dice lui…

777 non è un Boeing ma ha 7 posti

Chi sceglie la Renault Espace lo fa perché non vuole scendere al compromesso tra un’auto comoda e ben curata ed un mezzo con cui portare la famiglia in viaggio. L’Espace infatti ha 7 posti, con un quadro comandi che permette di abbattere elettronicamente i sedili in qualsiasi combinazione. Una volta scomparsi, i sedili di seconda e terza fila lasciano spazio ad un pianale senza scanalature, che permette di inserire oggetti voluminosi in diversi modi. Espace punta a soddisfare i passeggeri almeno quanto il conducente, infondo al tunnel centrale troviamo i comandi dell’aria condizionata per chi è seduto dietro, mentre gli antoparlanti Bose (fino a 14 a seconda dell’allestimento) offrono un suono nitido e pieno da ogni parte dell’abitacolo. I sedili poi possono essere facilmente rialzati, con questi comandi infatti il doverli smontare prima di un viaggio diventa un vecchio ricordo.

Any Colour You Like: il comfort si colora

Il sistema di Infotainment dell’auto si chiama Multi-Sense, e permette di interagire con la macchina attraverso lo schermo touchscreen R-link di dimensioni generose (8,2 pollici), con il quale si pùo anche scegliere una tra le cinque modalità di guida che sono Eco, Comfort, Sport, Neutro e Perso: quest’ultima si va ad aggiungere alle altre quattro in veste di mappatura personalizzabile, permettendo di agire su taratura del motore e assetto delle sospensioni. Ad ogni modalità di guida corrisponde poi un colore che si rifletterà su tutto l’abitacolo, quindi verde, azzurro, ocra, rosso e viola. Un gioco di luci davvero suggestivo, specialmente se si viaggia di notte, quando la vettura sembra cambiare carattere in un attimo. L’ ennesima riprova che si tratta di un’auto che va vissuta e con la quale, volendo, si può fare molta strada.

Drive In

L’auto si lascia guidare in tutte le condizioni senza affaticare, però il conducente deve prima prendere le misure: nonostante i tecnici Renault siano riusciti a “smagrire” la nuova Espace, è innegabile che si tratta comunque di un 7 posti con i suoi ingombri. Anche per questo il Park Assist è ben accetto, così come le telecamere di parcheggio che offrono anche la visuale satellitare. I comandi al volante sono intuitivi e ben in vista, fatta eccezione il Cruise Control col quale prima abbiamo dovuto fare amicizia. In conclusione si tratta di una vettura particolarmente azzeccata, che abbandona lo stile spartano dei vecchi modelli grazie agli interni davvero curati ed una configurazione generale a misura d’uomo. Tutto è accogliente sulla nuova Espace, l’unico piccolo neo è il vano del passeggero che, nell’aprirsi con un sistema a molla, rischia di sbattere sulle sue gambe. La Nuova Renault Espace è disponibile nelle motorizzazioni Diesel 1.6 Dci da 160CV o benzina 1.6 Tce Edc da 200CV, mentre si spazia dall’allestimento Zen da 32.900€ al più completo e lussuoso Initiale Paris a 45.500€. Per consultare il listino prezzi della nuova Renault Espace 2015, cliccate qui.

Su strada

La Renault Espace convince da ferma, come confermano le numerose domande ed apprezzamenti che ci sono stati rivolti durante il nostro test drive da vicini, passanti ed appassionati vari. Espace piace soprattutto su strada dove le promesse e le attese di guida si concretizzano e si ritrova lo spirito Renault di grande stradista, già ben presenti della vecchia Espace e nelle passate ammiraglie che peccavano per immagine e design ma su strada erano pari alle migliori tedesche per comfort di marcia.

La nuova Renault Espace convince anche se all’apparenza pare sottodimensionata col turbodiesel 1600 da 160 CV per una vettura da 7 posti posti e più vicina ad una ammiraglia che ad una station wagon compatta. La cura dimagrante, la maestria degli ingegneri francesi che pur riducendo la cilindrata ed i cilindri non hanno perso ma anzi sempre aumentato (dalla Twingo alla Espace) verve, brillantezza, dinamicità riducendo al contempo consumi ed emissioni sia sulla carta sia dal vero a differenza di certi avversari teutonici…

Tranquilli quindi la nuova Espace pur avendo un 1600 ed una scuderia di 160 CV vi porta ovunque senza dover strapazzare il cambio, peraltro ottimo, per superare chi vi rallenta la marcia. Evidentemente non siamo a bordo di una vettura sviluppata da Renault Sport e quindi scordatevi 0-100 e chilometro da fermi, ma vi possiamo assicurare che si viaggia brillantemente su tutti i terreni, montagna inclusa.

La visibilità e l’abitabilità al pari del comfort sono i suoi punti di forza, l’elettronica va un pò tarata meglio, ma la nostra era ancora una preserie. Lo sterzo fa sparire i centimetri della vettura al pari del già ricordato cambio, mentre il sistema frenante è adeguato alla mole della vettura.

Una vettura decisamente intelligente con un look decisamente piacevole, alla moda essendo un crosssover ma con costi di gestione umani non avendo come i tedeschi esagerato con cavalli che alla fine sono inutilizzati salvo che dal benzinaio o quando si paga il bollo e l’assicurazione.

Così come la prima Espace aveva aperto nuovi orizzonti creando addirittura il segmento delle monovolumi europee alla pari della Chrysler Voyager per la costa statunitense, oggi la nuova Renault Espace rilancia con una soluzione votata al piacere di guida intelligente senza sprechi di elettronica, cavalli e la stessa trazione integrale è compensata dalle ruote sterzanti ed dal sistema di sospensioni intelligenti: in passato abbiamo visto fin troppe SUV muscolose he d’inverno si piantavano nonostante fossero 4×4 a causa delle dimensioni folli dei pneumatici e del loro peso…

Insomma la Renault Espace è da provare!

Pregi

  • Comodità ed impostazione user friendly
  • linee ben curate sia all’interno che all’esterno
  • Estremamente versatile

Difetti

  • elettronica da affinare, ma la nostra era una pre-serie
  • In centro città meglio prendere una Twizy
  • gamma motori molto corta
  • non è prevista una 4×4

Sponsor

CUPRA Leon e-HYBRID plug-in
CUPRA Leon e-HYBRID plug-in
OFFERTA CUPRA Leon ibrida plug-in con motore da 245CV.

Sponsor

CUPRA Formentor
CUPRA Formentor
OFFERTA CUPRA Formentor da 31.250€.

Sponsor

CUPRA Formentor
CUPRA Formentor
OFFERTA CUPRA Formentor da 31.250€.
TUTTO SU Renault Espace
Articoli più letti
RUOTE IN RETE