Renault Kangoo Be Bop ZE – Test Drive

Abbiamo provato un prototipo completamente elettrico ma pronto per la produzione e molto vicino per la sua funzionalità al modello definitivo. Le batterie saranno a noleggio

Nel 2011 avremo su strada le prime auto di serie Renault completamente elettriche: la Casa francese ha deciso di scommettere con decisione sui veicoli a zero emissioni e dimostra di essere quasi pronta per la produzione di massa ma sta anche preparando il terreno siglando accordi e partnership con istituzioni nazionali e locali in diversi Paesi del mondo per far sì che l’arrivo delle auto elettriche sia ben supportato dalle necessarie infrastrutture. E’ fondamentale, infatti, che la rete vendita sia adeguata per l’assistenza ma anche che le città siano dotate di colonnine per la ricarica veloce dei veicoli.

Il motore elettrico di per sé è un’invenzione vecchia almeno quanto il motore endotermico; il suo funzionamento è estremamente semplice e si compone di due elementi principali (statore e rotore) che interagiscono e creano il movimento tramite lo sfruttamento dei campi elettromagnetici. Ciò su cui si sta concentrando l’attenzione delle Case costruttrici e delle aziende specializzate è lo strumento dedicato ad immagazzinare l’energia, le batterie. La tecnologia odierna sta convincendo i costruttori che la strada da percorrere è quella degli ioni di litio, sistema che la telefonia cellulare utilizza già da quasi un decennio. Va ricordato che, oltre ai limiti fisici di autonomia e quelli legati all’ingombro e al peso delle batterie, c’è anche la questione del costo. Un pacco batterie agli ioni di litio come quello che equipaggia la Kangoo Be Bop ZE che abbiamo provato costa, infatti, dai 5 ai 10mila Euro, una spesa importante se si considera che già l’auto senza batterie avrà un prezzo allineato a quello della vettura con il motore endotermico.

L’idea immaginata da Renault è di fornire il pacco batterie a noleggio, in modo del tutto simile ad un leasing con un canone ancora da definire. Significherebbe non avere costi legati alla manutenzione e alla sostituzione a fine vita (mediamente 2500 cicli di ricarica, circa 10 anni) e consentirebbe anche la possibilità di sostituire le proprie batterie con altre cariche nel corso di un viaggio che superi l’autonomia di circa 160 chilometri di cui sarà dotato il primo veicolo elettrico di serie Renault. Infatti, nelle stazioni di servizio attrezzate, sarà possibile sostituire il pacco batterie in circa 3 minuti, meno del tempo necessario per fare un pieno di benzina.

Andando sul concreto, con un veicolo completamente elettrico si avrebbe una spesa di circa 2mila Euro per 10 anni di energia, considerando le percorrenze medie dell’attuale parco circolante; un valore nemmeno paragonabile a quello dovuto in caso di utilizzo di benzina o gasolio, anche se alla spesa per l’energia andrà aggiunta quella per il noleggio. Da segnalare, inoltre, che saranno ridotti anche i costi legati alla manutenzione grazie all’assenza di olio lubrificante, cinghie di trasmissione, frizione e altri componenti tipici del motore a combustione interna e soggetti a periodica usura.

Renault ipotizza che nel 2020 le auto a zero emissioni potranno forse raggiungere il 20% del parco circolante, una quantificazione del tutto ipotetica basata sull’utilizzo tipico delle vetture in Europa. Perciò la casa francese proporrà 3 veicoli di serie entro il 2011, due derivati da attuali modelli della gamma ed uno creato ad hoc, una citycar di cui avremo anticipazione al prossimo Salone di Francoforte.

ARTICOLI CORRELATI
TUTTO SU Renault Kangoo
Volkswagen Golf 1.6 TDI

Volkswagen Golf 1.6 TDI

da 100€ mese

Citroen C3 Aircross

Citroen C3 Aircross

da 140€ mese

Peugeot 308

Peugeot 308

da 189€ mese

Peugeot 208

Peugeot 208

da 199€ mese

Citroen C3

Citroen C3

da 199€ mese

DS 3 Crossback

DS 3 Crossback

da 200€ mese

Peugeot 2008

Peugeot 2008

da 229€ mese

Peugeot 3008

Peugeot 3008

da 249€ mese

Citroen C5 Aircross

Citroen C5 Aircross

da 329€ mese

Ford Kuga

Ford Kuga

da 350€ mese

info ADV