Renault Scenic 1.5 dCi 110 CV, prova su strada e impressioni di guida

Test drive per la nuova Renault Scenic con motore 1.5 dCi da 110 cavalli e allestimento top di gamma​ Bose. Sul mercato italiano la monovolume francese è proposta in 4 allestimenti: Life, Zen, Intense e Bose​ con il listino prezzi che parte da 21.900 euro.

Dopo averla ammirata alla 73ma Mostra del Cinema di Venezia, abbiamo potuto finalmente provare ​ a lungo ​su strada la nuova Renault Scénic, il monovolume compatto della Casa francese che abbiamo testato con motore 1.5 dCi (Diesel) da 110 cavalli in allestimento Bose. Un modello, la Scénic 1.5 dCi 110 Bose, il cui prezzo di listino è di 28.800 euro. Scegliendo invece le versioni benzina​ Energy Life 1200 da 115 CV il prezzo scende a 21.900 euro.

​L​a nuova Renault Scénic ​è​  una vettura chiaramente orientata alle famiglie e ai viaggi​ e​ le sue dimensioni compatte stupiscono in positivo, dato che le avversarie dello stesso segmento risultano un po’ più ingombranti. La Scénic di nuova generazione è lunga 4,41 metri, larga 1,87 metri e alta 1 metro e 65 centimetri, con il passo che aumenta e va da 270 a 273 centimetri​ a tutto​ vantaggio​ della capacità di carico e​ dell’abitabilità. Il bagagliaio in configurazione normale ha una capacità di 572 litri, più dei 555 litri della “vecchia” Scénic.

Uno degli aspetti che più colpisce della nuova Renault Scénic è il design della monovolume francese: ha tratti dall’indole sportiva e dinamica, grazie anche a cerchi in lega da 20 pollici che aumentano il piglio moderno e appunto sportivo della vettura. Rispetto ai cerchi base, questi da 20″ fanno la differenza e il colpo d’occhio è notevole. Agile e facile da guidare anche nei percorsi cittadini, la Scénic se la cava egregiamente nel traffico, pur essendo in grado di ospitare attrezzare per il tempo libero e bagagli in gran quantità. Sul mercato italiano la nuova Renault Scénic è disponibile a listino con motore 1.2 benzina TCe Energy da 116 o 131 cavalli e con i Diesel dCi con potenze comprese fra 95 e 160 cavalli. La versione da noi provata su strada è la soluzione forse migliore e comunque più scelta dai clienti italiani, ovvero il 1.5 dCi da 110 CV. Degna di nota è la tecnologia Hybrid Assist, adottata proprio dal propulsore 1.5 Diesel da 110 cavalli.

​Si  tratta di un sistema di recupero dell’energia nelle fasi di decelerazione, in grado di restituire il supporto al motore termico in accelerazione attraverso una batteria da 48 Volt. Le batterie sono ospitate nel bagagliaio, ma la capacità di carico della monovolume d’oltralpe non viene affatto intaccata. Passando agli allestimenti disponibili per Scénic, diciamo subito che in totale sono quattro: l’entry level è il Life, quelli intermedi lo Zen e l’Intens e infine c’è il top di gamma, il Bose, quello della vettura che avevamo in prova. La peculiarità che li accomuna tutti e che caratterizza la Nuova Scénic è il fatto che prevedono l’adozione di pneumatici a 20 pollici, in acciaio per le Life ed in lega dallo Zen a salire per un design ancor più prorompente, tecnologia di alto livello grazie al sistema R-Link 2 e tanta sicurezza con il debutto dell’ADAS (frenata d’emergenza con rilevamento del pedone).

​Una gamma quindi bella articolata con prezzi che vanno da 21.900 euro della entry level ai 33.350 della brillante 1500 turbodiesel da 160 CV full optional Bose.

Una volta a bordo della Scénic e percorsi i primi chilometri, apprezziamo il brio con cui la francese affronta la strada. La ripresa è buona e lo spunto, nonostante i cavalli non siano tantissimi, più che soddisfacente. Le sospensioni assorbono ottimamente le asperità del terreno e lo sterzo si dimostra sempre preciso, anche nei tratti più guidati come quelli dei Colli Berici, lungo i quali abbiamo macinato fior di chilometri. Inutile dire che il punto forte della Scénic con motore Diesel sono i consumi: noi non abbiamo tenuto il piede particolarmente leggero ma abbiamo comunque registrato una media di circa 16-17 chilometri con un litro di gasolio.

L’abitacolo è ben insonorizzato e buona risulta anche la visuale frontale e laterale. Discreta anche quella posteriore. Il sistema di infotainment è di alto livello e molto intuitivo da utilizzare, quindi di facile comprensione anche per chi con queste nuove tecnologie non ha completa dimestichezza. Non c’è che dire, la m​o​novolume francese si propone come una delle best seller della categoria, ora più che mai viste le sostanziose migliorie che l’hanno vista protagonista!

​Per chi avesse bisogno di ancor maggior spazio ricordiamo che Renaul offre anche una versione allungata della Scénic, la Grand Scénic la cui lunghezza passa dai 441 cm della Scénic a 463 centimetri a tutto vantaggio della maggiore capacità di carico ​ed abitabilità posteriore con prezzi che partono da 23.400 euro, segnalando che può ospitare 7 passeggeri, meglio due bimbi dietro! Se poi desiderate ancora più spazio e lusso Renault vi propone la nuova  Espace a partire da 37.400 euro o la intrigante Talisman station wagon che assicura grande confort e spazio con un listino particolarmente aggressivo (da 32.150 euro) per le dimensioni della vettura che appartiene al segmento D e quindi quello della Volkswagen Passat per intenderci.

​Tornando alla mostra Scénic, Renault conferma di essere una regina dello spazio interno riveduto con un design esterno moderno e piacevole. “Chapeau”, come dicono i francesi!

ARTICOLI CORRELATI