USATA
NUOVA
INFOMOTORI CONTEST

Skoda Citigo Elegance 1.0 75 CV, prova su strada della cugina della Volkswagen Up

Dallo stesso pianale sono nati tre modelli di city car: oltre alla Skoda Citigo, anche la Volkswagen Up e la Seat Mii. Le sue rivali sono Citroen C1, Ford Ka, Peugeot 107 e Hyundai i10. Abbiamo messo alla prova la Citigo con motore benzina 1.0 da 75 CV 5 porte, buono per la città e bassi consumi anche in autostrada

Skoda Citigo
Il Gruppo Volkswagen è sempre stato famoso per le sue economie di scala: ovvero, sfruttare (leggi ottimizzare) le risorse interne per ottenere i migliori risultati. È nota infatti la sua strategia di utilizzare piattaforme comuni per i diversi marchi del gruppo. L’ultimi esempio è la Volkswagen Up!, city car che ha dato origine ad altri due modelli del Gruppo: Seat Mii e Skoda Citigo.
Abbiamo messo alla prova proprio quest’ultimo modello, la Skoda Citigo, nella variante con motore benzina 1.0 da 75 CV. La nostra Skoda Citigo 5 porte ha un prezzo di 12.000 euro mentre il listino parte da 9.680 euro (9.180 per la Citigo 3 porte), rendendola molto competitiva in rapporto ai contenuti ed alla qualità offerta.

Per il marchio della Repubblica Ceca rappresenta l’ingresso nel competitivo segmento delle city car dove deve vedersela con rivali ben inserite e con una tradizione forte alle spalle, come Fiat Panda, Renault Twingo, Ford Ka, Toyota Aygo solo per citarne alcune delle diverse proposte.

Com’è fatta la Skoda Citigo
La Skoda Citigo non fa niente per nascondere la discendenza diretta con la Volkswagen Up! e la parentela con la Seat Mii, pur avendo alla fine il look più riuscito delle tre!

La Citigo ha un design semplice e pulito come deve essere una city car. Il frontale è caratterizzato dalla griglia ai cui lati ci sono i gruppi ottici. Niente LED ad incattivirne l’aspetto o ad ammiccare al pubblico. La carrozzeria, anche al posteriore, scende fino al paraurti in un tutt’uno omogeneo che forma un buon colpo d’occhio. Non ci sono parti plastiche dall’aspetto economico insomma, nemmeno sulle coperture degli specchietti retrovisori.
I bordi inferiori leggermente rialzati dei finestrini rendono il profilo della Skoda Citigo più dinamico. I vetri posteriori sono dotati di apertura a compasso.
Il portellone posteriore e l’ampio paraurti posteriore sottolineano la robustezza dell’auto.

Abitacolo della Skoda Citigo
Anche gli interni della Skoda Citigo risentono del progetto comune del Gruppo Volkswagen. L’essenzialità è la prima cosa che salta all’occhio: c’è tutto quello che serve nulla di più. Possiamo muovere un’osservazione sulla plancia, che pecca di eccesso di essenzialità in questo caso: infatti non c’è spazio per le informazioni sull’auto e l’indicazione dei km percorsi è davvero troppo piccola per leggerla durante la guida. Per ovviare a ciò a disposizione c’è la predisposizione del sistema di navigazione grazie al quale di possono tenere sotto controllo i dati della Citigo (consumo istantaneo e medio, percorrenza, autonomia etc.).
I sedili sono semplici, giusto per accogliere il guidatore ed i suoi passeggeri. L’abitabilità è buona e lo spazio per questa city car non manca, potendo sfruttare i diversi vani porta oggetti. Il bagagliaio è grande quanto basta per le commissioni di ogni giorno.

Motore della Skoda Citigo
Skoda equipaggia il suo primo modello urbano con due nuovi motori a 3 cilindri da 1.0 litri benzina, in versione standard e Green Tec, da 60 (44 kW) e 75 CV (55 kW). Nella nostra prova su strada abbiamo rilevato un consumo medio di 5,6 litri ogni 100 chilometri, di poco superiore a quanto comunicato dalla casa che vi permette di fare molta strada senza mai incontrare un distributore di benzina.

La Skoda Citigo 1.0 75 CV su strada
La Skoda Citigo si può definire come un animale da città, nel senso buono del termine. Infatti, le dimensioni compatte (3,563 metri di lunghezza per 1,645 di larghezza specchietti inclusi) la rendono una acchiappa parcheggi, grazie anche ad uno sterzo morbido che la rende particolarmente agile. Come optional ci sono anche i sensori di parcheggio ma davvero in questa auto urbana se ne può fare anche a meno perché la visibilità è più che buona. Anche il motore si dimostra brillante: non brucia i semafori anche perché non deve assolvere questo compito, la Citigo, ma anche agli alti regimi non occorre cercare la marcia più bassa per ottenere l’allungo.
Il cambio è preciso con l’utile indicatore di cambio marcia e sorprende come il tre cilindri offra una discreta elasticità anche stando sotto giri. I freni sono più che adatti al tipo di vettura al pari dell’assetto che non ci ha assolutamente deluso non essendo nè troppo leggero nè ovviamente troppo rigido!
Nei tratti autostradali ed a lunga percorrenza Skoda Citigo paga la sua franchezza con una rumorosità del motore e le vibrazioni tipiche della sua categoria di appartenenza, ma alcune sue rivali potrebbero sfidare i trattori….. Il suo comportamento dinamico non disdegna qualche forte accelerata che ci porta a toccare velocità limite senza mettere sotto pressione il tre cilindri di 1000 cc da 75 CV.

ARTICOLI CORRELATI
INFOMOTORI CONTEST
INFOMOTORI CONTEST
TUTTO SU Skoda Citigo
Nuova Opel Corsa

Nuova Opel Corsa

da 139€ mese

Opel Crossland X

Opel Crossland X

da 139€ mese

Citroen C3 Aircross

Citroen C3 Aircross

da 140€ mese

Peugeot 208

Peugeot 208

da 169€ mese

Peugeot 308

Peugeot 308

da 189€ mese

Citroen C3

Citroen C3

da 199€ mese

Peugeot 2008

Peugeot 2008

da 229€ mese

Peugeot 3008

Peugeot 3008

da 249€ mese

Opel Grandland X

Opel Grandland X

da 289€ mese

Citroen C5 Aircross

Citroen C5 Aircross

da 329€ mese

info ADV