USATA
cerca auto nuove
NUOVA

SsangYong in guai finanziari: richiesta l’amministrazione controllata

In seguito a una situazione di inadempienza contrattuale con uno dei suoi fornitori, il marchio SsangYong ha chiesto formale istanza al tribunale di Seul per accedere all'amministrazione controllata

La pandemia da Coronavirus inizia a lasciare dietro di sè le prime vittime: a fare le spese di un 2020 drammatico per il settore automotive è innanzitutto la SsangYong, che in questi giorni ha presentato al Tribunale di Seul formale istanza per accedere all‘amministrazione controllata della propria azienda. Il motivo? Una grave situazione di inadempienza contrattuale con alcuni suoi creditori, che al 14 dicembre non hanno ricevuto il rimborso del prestito fornito per un totale di 60 miliardi di won (l’equivalente di 66,3 milioni di Euro).

Tale cifra era stata erogata da un gruppo di banche internazionali, tra cui Bank of America (30 miliardi), JPMorgan Chase (20 miliardi) e Bnp Paribas (10 miliardi), che inizialmente avevano iniziato la trattativa con SsangYong per spostare il termine ultimo del rimborso in questione. L’accordo, tuttavia, non è stato raggiunto: successivamente alla riunione del Consiglio di Amministrazione tenutasi il 21 dicembre, SsangYong ha confermato la richiesta di entrare non solo in amministrazione controllata, ma anche di iniziare un programma che prevede l’accesso a un progetto di ristrutturazione della propria situazione finanziaria.

In questo modo ora SsangYong ha un tempo massimo di tre mesi per trovare un nuovo accordo con le parti interessate, al fine di ritardare e possibilmente annullare la richiesta di amministrazione controllata che, inevitabilmente, porterebbe all’interruzione delle sue attività interne. “Siamo fortemente dispiaciuti per la situazione che si è venuta a creare in seguito alle difficoltà sperimentate a livello globale a causa della pandemia di Covid 19 – recita il comunicato stampa ufficiale pubblicato dal marchio con sede in Corea del Sud – Ci rammarichiamo anche delle problematiche causate ai nostri partner e stakeholder, specialmente i nostri dipendenti, le reti commerciali e gli istituti finanziari. Stiamo cercando in ogni modo di trasformare la situazione e di costruire una società più solida e competitiva per il futuro“. Un futuro, tuttavia, che appare molto nebuloso all’orizzonte…

SsangYong Rexton 2021

TUTTO SU Ssangyong
Articoli più letti
RUOTE IN RETE