Toyota Yaris restyling 2017

Al Salone di Ginevra 2017 arriva la Toyota Yaris restyling, caratterizzata da un design più personale e da sistemi di sicurezza attiva e passiva sempre più avanzati tecnologicamente.

Il restyling della Toyota Yaris arriva al Salone di Ginevra 2017. La compatta di segmento B giapponese si rinnova nel look e nei contenuti e punta ora su un carattere più personale e su sistemi di sicurezza all’avanguardia. La Yaris, che negli ultimi anni ha incrementato mano a mano la propria quota di mercato, nel solo 2016 ha venduto ben 208.000 unità. Il restyling della Toyota Yaris è stato affidato alla sede europea del Gruppo, che ha ben pensato di far debuttare il nuovo modello in occasione dell’importante rassegna svizzera.

Il centro design europeo di Toyota ha lavorato a lungo per donare alla nuova Yaris un look più dinamico ma comunque sobrio ed elegante. Il frontale è caratterizzato dal classico disegno ad X, reso ora più spigoloso. Il nuovo paraurti ha sezioni più ampie, i fendinebbia sono stati ridisegnati e i gruppi ottici sono più appuntiti. La linea di cintura taglia la vettura dal frontale al posteriore, dove il nuovo portellone e i nuovi gruppi ottici contribuiscono a sottolineare le forme slanciate. La parte posteriore vede la presenza dei nuovi gruppi ottici a sviluppo orizzontale.

Nuovo anche il propulsore 1.5 Dual VVT-iE E6 da 111 cv e 136 Nm della famiglia ESTEC (Economy with Superior Thermal Efficiency), in grado di garantire consumi ridotti fino al 12% rispetto al passato. La gamma motori prevede anche il 1.0 VVT-i 3 cilindri da 69 cv e il 1.5 VVT-i 4 cilindri Hybrid da 100 cv.

Grande attenzione è stata posta dai tecnici Toyota sulla sicurezza: di serie troviamo il Toyota Safety Sense, un pacchetto che assicura a tutti i modelli il non plus ultra in fatto di sicurezza e che aiuta a prevenire e ridurre le collisioni a diverse velocità di marcia. Il Toyota Safety Sense include: il Sistema Pre-Collisione (PCS) con frenata assistita, Abbaglianti Automatici (AHB), Avviso Superamento Corsia (LDA) e il Riconoscimento Segnaletica Stradale (RSA).

ARTICOLI CORRELATI