USATA
cerca auto nuove
NUOVA

[VIDEO] Prova su strada nuova Opel Mokka 2021: Tutta nuova a benzina, Diesel ed elettrica!

Opel Mokka 2021 cambia radicalmente, lasciando a Crossland le strade più razionali e reinventandosi più sportiva, lussuosa e bella da guidare. Non solo: è disponibile con motori a benzina, Diesel ed anche a zero emissioni nella variante Mokka-e. Ecco la nostra video prova

Opel Mokka 2021 è tutta nuova, a cominciare dal nome che perde la X e trova una nomenclatura più pulita e minimale e continuando con lo stile che strizza l’occhio al mondo dei SUV Coupé. Dopo più di un milione di unità vendute dalla prima serie presentata nel 2012 (e rivista come da tradizione quattro anni più tardi) la B-SUV del marchio tedesco si reinventa più sportiva, audace e pulita nelle linee. L’abbiamo guidata sia con motore endotermico, spinta dall’1.2 litri con 130 CV e cambio automatico EAT8, che nella sua versione elettrica, che di cavalli ne offre 136 e permette un’autonomia reale di oltre 300 chilometri di percorrenza.

Il design ispirato ad Opel Manta

Opel Mokka e Opel Mokka-e

Opel Mokka è stata disegnata partendo da un foglio bianco, senza sovrastrutture. L’ispirazione, semmai, è stata presa da Opel Manta, celebre vettura degli anni Settanta da cui Mokka eredita il frontale battezzato Opel Vizor, caratterizzato da nuovi gruppi ottici Opel Intellilux (a matrice di Led, di serie sulla Ultimate e in opzione a 600€ per le altre versioni) racchiusi da una cornice dall’accento sportivo. Mokka non è più il B-SUV dalle linee morbide e smussate, anzi: la linea di cintura è alta, tipica del SUV Coupé, e gli sbalzi sono stati ridotti a favore dell’abitabilità interna e della guidabilità della vettura. A caratterizzare la silhouette poi c’è un tratto a contrasto, di un rosso brillante per la GS Line Pack (in prova con motore endotermico) e cromato per la Ultimate, che abbiamo guidato con motore elettrico. Molto riuscito il posteriore, con fanali dal design pulito ed elegante e la nuova nomenclatura del modello esteso su quasi tutto il portellone. A parlare di sportività tuttavia non sono soltanto le linee, ma anche le proporzioni: la nuova Mokka 2021 è più corta di ben 12 centimetri (4,15 metri di lunghezza), diventa leggermente più larga guadagnando 10 millimetri ( 1,78 metri di larghezza) e presenta un’altezza di 1,52 metri. Considerando la drastica riduzione della lunghezza, l’aumento di passo (ora pari a 2,56 metri) lascia intendere la bontà del lavoro dei tecnici Opel: meno ingombro, più spazio. Buona la portata del bagagliaio, non grandissimo ma comunque ben sfruttabile grazie ai suoi 350 litri di carico che diventano 1.150 abbattendo i sedili posteriori con frazionamento 60/40.

Interni minimal e tecnologici

Interni Opel Mokka 2021

Sulla GS Line Pack gli interni sono sportivi e ben realizzati, grazie ad un’ottima organizzazione della plancia ed al Pure Panel che fa incontrare la strumentazione completamente digitale (da 12 pollici) con l’infotainment (da 10 pollici) in grado di dialogare con Apple CarPlay e Android Auto. La scelta di offrire un ambiente pulito, senza caricare eccessivamente di tasti e funzioni come vogliono gli ulti trend automobilistici, paga da subito. La plancia realizzata in materiale soft touch è liscia, le bocchette dell’aria sono ben integrate ed i comandi del climatizzatore risultano semplici da utilizzare. Sulla versione con EAT8 poi, la classica leva del cambio sul tunnel centrale è stata sostituita da un selettore completamente piatto: bello e funzionale. Dove la GS Line Pack presenta sedili in tessuto con poggiatesta integrato, inserti in carbon look e plastiche con accenti rossi a riprendere gli esterni, la Ultimate fa ancora meglio, con tanta pelle e dettagli cromati. Da segnalare infine altri due allestimenti, l’entry level Edition e l’Elegance.

La gamma motori di Opel Mokka 2021

La gamma motori è ampia, ben strutturata e (soprattutto) in grado di andare incontro alle esigenze di ognuno. Un esperimento che Opel ha già realizzato con successo su nuova Corsa e che – grazie alla piattaforma modulare CMP – permette di montare sulla stessa automobile propulsori molto diversi tra loro. Due scelte per il benzina quindi, entrambe rappresentate da un tre cilindri da 1,2 litri turbo con una potenza di 100 o 130 cavalli, equipaggiate di serie con un cambio manuale a sei rapporti che (nel caso del più potente dei due) può essere abbinato all’ottimo EAT8 di PSA. Resta, comunque, un motore Diesel, un quattro cilindri da 1,5 litri e 100 cavalli disponibile col solo manuale a 6 marce. Dulcis in fundo Mokka-e, la variante a zero emissioni del SUV tedesco. Questa, come per Corsa-e, garantisce una potenza massima di 136 CV e 260 Nm di coppia, che grazie alla batteria da 50 kWh permettono un’autonomia dichiarata di 326 Km nel nuovo ciclo di omologazione WLTP. Ma andiamo con ordine e cominciamo dalla versione endotermica.

La prova su strada del tre cilindri benzina da 130 CV

Opel Mokka 2021 GS Line Pack

Un SUV Coupé, anche e non solo se di segmento B, può definirsi tale quando rinuncia ad un pizzico di abitabilità in favore di una guida più coinvolgente e linee sportive. Opel Mokka non fa eccezione, specialmente in questa GS Line Pack resa ancor più sportiva dai cerchi in lega a cinque razze sdoppiate da 18 pollici. La seduta è comoda, ma a colpire da subito è la grande maneggevolezza della vettura in manovra e tra le strade milanesi. È compatta la nuova Mokka, ma non per questo rinuncia ad un assetto sicuro anche ad alte andature: durante la presentazione ci è stato detto che è un’automobile “Autobahn Proof”, quindi pensata per essere guidata anche a velocità ben più elevate dei canonici 130 Km/h previsti dal Codice della Strada. Lo sterzo, che forse avremmo preferito un filo più compatto nelle dimensioni, risulta ben tarato e mai troppo leggero nemmeno in autostrada. Da segnalare anche ben 16 ADAS, specialmente il mantenimento della corsia ed il cruise control adattivo, con i quali è possibile viaggiare senza intervenire sulla guida a patto di tenere sempre le mani sul volante e l’attenzione alla strada. L’auto pesa 120 Kg in meno della versione precedente, ma la sua rigidità strutturale è aumentata del 15%. La frenata poi è piuttosto incisiva, e l’ottimo cambio automatico è qualcosa a cui risulta difficile rinunciare: oltre al comfort in città, dove l’auto è sempre pronta alle ripartenze infatti, l’ottava marcia permette di viaggiare a circa 100 Km/h a soli 2.000 giri del motore. Le funzioni dell’infotainment infine sono sempre fluide e veloci.

Al volante di Mokka-e, il primo SUV elettrico del marchio

Opel Mokka-e

La piattaforma CMP del Gruppo PSA (ora Stellantis) fa davvero miracoli. Lo avevamo sperimentato su nuova Opel Corsa così come su altre auto del gruppo francese, che permettono un’ampia scelta in termini di motorizzazioni. Il motore elettrico sincrono, posto sotto al piantone dello sterzo per limitare al massimo gli ingombri, eroga 100 kW di potenza (equiparabili a 136 CV) ed una coppia massima di 260 Nm sempre disponibile. La batteria da 50 kWh è il giusto compromesso tra dimensioni ed autonomia: secondo i ragazzi di Opel infatti è possibile percorrere fino a 324 chilometri nel ciclo di omologazione WLTP, che – guidando in modalità Eco con un occhio di riguardo alle percorrenze – possono trasformarsi all’incirca a 300 chilometri reali. Per questo dato tuttavia, ci riserviamo di testare l’auto in una prova consumi dedicata. Per quanto riguarda le ricariche invece, Opel Mokka-e può supportare fino a 100 kW/h, il che permette di ricaricare più di metà batteria in meno di mezz’ora. Altrimenti, Opel offre di serie il cavo per la ricarica domestica ed il trifase a 22 kWh. Il design della vettura, così come la disposizione degli interni, restano invariati. Tutto il resto, invece, cambia. La prima cosa da segnalare è la spinta in elettrico, sempre immediata e reattiva. La seconda, invece, è la suddivisione delle tre modalità di guida. Non solo un vezzo, ma un vero e proprio strumento per adattare l’auto alle proprie necessità: in modalità Eco i kW erogati sono 60, in Normal diventano 80 ed in Sport si arriva alla piena potenza di 100 kW. In questo modo si può scegliere tra una guida più efficiente in termini di percorrenza o più brillante in ripresa. Rispetto alla versione termica abbiamo riscontrato una risposta leggermente più secca da parte delle sospensioni, data dai cerchi sportivi della versione Ultimate e dal pacco batterie che abbassa il baricentro della vettura dandole un’impronta più sportiva. Estremamente competitivo poi il prezzo, che grazie agli ecoincentivi statali risulta equiparabile a quello delle versioni a benzina. Dei 34.250€ di partenza infatti, si vanno a sottrarre 8.000€ di incentivi statali e 3.000€ in caso di permuta e rottamazione offerti da Opel, arrivando così a 23.250€. Un prezzo estremamente competitivo se consideriamo che l’1.2 litri a benzina da 100 CV in allestimento Edition parte dai 22.200€. Per conoscere prezzi, allestimenti e versioni di Opel Mokka ed Opel Mokka-e nel dettaglio, vi rimandiamo al nostro listino Eurotax sempre aggiornato.

In Conclusione

Opel Mokka Ultimate e Opel Mokka GS Line Pack 2021

Opel Mokka è nuova davvero. Audace, ben riuscita e divertente, apre la strada ad un nuovo corso per il brand tedesco. Le linee sono una dichiarazione d’intenti per un marchio che vuole crescere ancora, forte delle sinergie del Gruppo Stellantis e di una storia di oltre un secolo. La ricca dotazione convince, così come la disposizione degli interni che premia la praticità e l’eleganza nel celebre concetto less is more. Impossibile infine non citare la vasta scelta di motorizzazioni, che possono essere costruite sulla stessa linea produttiva in modo da adattarsi al meglio alle richieste di mercato.

TUTTO SU Opel Mokka
Video più visti
RUOTE IN RETE