USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Volkswagen ID.5: svelato il primo SUV Coupé elettrico (anche GTX) da 299 CV

Impostazione a guida alta ma anche sportiva, tre versioni (GTX, Pro e Pro Performance) e una batteria che promette 520 km di autonomia massima

A tre mesi di distanza dalle prime immagini ufficiali rilasciate al pubblico, Volkswagen ha presentato oggi il terzo modello che andrà a rappresentare la nuova famiglia ID di veicoli elettrici: dopo la berlina ID.3 e il SUV ID.4, la Casa di Wolfsburg dà il benvenuto alla ID.5, primo crossover sportivo dalle linee Coupé che sarà disponibile dal 2022 in tre versioni distinte – GTX, Pro e Pro Performance. Le sue peculiarità più importanti? Scopriamole insieme!

VOLKSWAGEN ID.5: MUSCOLOSA, COMPATTA E AERODINAMICA

A un primo impatto la nuova Volkswagen ID.5 presenta esteticamente alcuni tratti in comune con la sorella ID.4, a partire dalla piattaforma MEB su cui si basa: lunga 4,59 metri, larga 1,85 e alta 1,61, ha un passo complessivo di 2.770 millimetri e mette in campo un avantreno dove spiccano i gruppi ottici IQ.LIGHT a LED che coprono l’intera larghezza del veicolo, nonchè l’ampia mascherina sottostante che, nella versione GTX, si distingue per prese d’aria laterali dalle forme sportive e aggressive.

Lo stesso stile si incontra proseguendo sulle fiancate, sempre molto muscolose e dagli ampi passaruota che ospitano cerchi in lega fino alla misura di 21 pollici. Da buon SUV Coupé, la ID.5 termina in un retrotreno dove il lunotto si inclina repentinamente verso il portellone del bagagliaio, sormontato anche da un alettone che contribuisce a raggiungere il valore di Cx aerodinamico pari a 0,26. Come all’anteriore, anche qui la firma luminosa unisce entrambi i lati della vettura (proseguendo addirittura sui fianchi) e ospita sotto di sè un diffusore nero che contrasta come il tettuccio il colore di base della carrozzeria.

VOLKSWAGEN ID.5: SPAZIOSA E ULTRA-TECNOLOGICA

Passando nell’abitacolo, la nuova Volkswagen ID.5 condivide quasi integralmente la dotazione della “sorella” ID.4, caratterizzata da una plancia pulita ed essenziale che vuole evitare il più possibile la presenza di tasti fisici dando il via libera a un digital cockpit da 5,3” (con head-up display a realtà aumentata su richiesta) e a un sistema infotainment provvisto di schermo touchscreen da 12 pollici.

Le funzionalità disponibili comprendono l’assistente richiamabile con i comandi vocali, l’Ambient Lighting multicolore, gli aggiornamenti over-the-air, la tecnologia Car2X, la modalità “Online Route Calculation” che utilizza il navigatore per programmare le soste di ricarica e alcuni degli ADAS indispensabili per la guida sicura su strada – tra i quali il cruise control adattivo con funzione Stop&Go e il mantenimento attivo della corsia.

Grazie al passo di 2,77 metri, la ID.5 garantisce un’ampia abitabilità per i passeggeri (nonostante l’abbassamento dovuto dalla linea Coupé del tettuccio raccordata al retrotreno) e un bagagliaio che, di base, offre una capacità di 549 Litri, estendibili fino a 1.561 nel caso in cui si decida di abbattere la fila di sedili posteriori. Per quanto riguarda i rivestimenti, gli ingegneri Volkswagen hanno scelto quelli ecologici e riciclabili, che nella versione GTX si abbinano a sedili sportivi con loghi dedicati.

VOLKSWAGEN ID.5: TRE VERSIONI, TRE MOTORI, UN’UNICA BATTERIA

In fatto di motorizzazioni, la nuova Volkswagen ID.5 seguirà le tre versioni specifiche che comporranno il suo listino 2022: la prima a debuttare sul mercato sarà la sportiva GTX, caratterizzata da una powertrain a doppio motore elettrico (uno per asse) da 299 cavalli che garantisce la trazione integrale sulle quattro ruote motrici. Con questa dotazione lo 0-100 sarà coperto in 6,3 secondi, mentre la velocità massima (auto-limitata) arriverà a 180 km/h.

Successivamente diventeranno disponibili anche altri due modelli, che definiranno rispettivamente la versione “d’attacco” e quella intermedia della ID.5: la prima, chiamata Pro, avrà un solo motore elettrico posteriore da 174 cavalli (0-100 in 10,4” e 160 km/h di top speed), mentre la seconda, la Pro Performance, ne utilizzerà due (ma sempre con trazione posteriore) per un totale di 204 CV che ridurrà di due secondi lo scatto da fermo.

La caratteristica in comune tra le tre versioni? Sicuramente il pacco batterie da 77 kWh, che nei modelli Pro e Pro Performance prometterà un’autonomia massima di 520 km (calcolata nel ciclo di utilizzo WLTP) mentre sulla GTX arriverà a solo 480 km. Il ripristino dell’energia potrà avvenire con la Wallbox ID.Charger da 11 kW oppure con le colonnine fast-charge da 135 kW, grazie alle quali si recupererà circa 400 km di percorrenza utile in poco più di 30 minuti di connessione.

VOLKSWAGEN ID.5: TUTTI GLI OPTIONAL DELLA GTX

Rispetto alle versioni Pro e Pro Performance, la nuova Volkswagen ID.5 proporrà anche un modello più aggressivo dal suffisso GTX, che come già detto sarà anche la prima a debuttare sui principali mercati internazionali. Oltre alla caratterizzazione estetica più spinta e al motore più potente da 299 cavalli, questa vettura potrà contare su un selettore a cinque modalità di guida, che andrà a regolare in maniera specifica i settaggi della powertrain, del differenziale XDS+ e del controllo di trazione a seconda del livello di aderenza con il terreno.

La sua dotazione di serie? I gruppi ottici Matrix IQ.LIGHT, i Led supplementari a livello delle prese d’aria anteriori, la firma luminosa LED 3D al posteriore e l’Ambient Lighting a 30 colori per l’abitacolo, a cui si aggiungeranno come optional lo sterzo progressivo, l’assetto sportivo DCC e i cerchi in lega da 21”.

TAGS:
TUTTO SU Volkswagen
Articoli più letti
RUOTE IN RETE