Volkswagen T-Roc 1.6 da 115CV: prova in notturna a Milano

Sulla crossover compatta Volkswagen T-Roc è arrivato il turbodiesel più piccolo, un 1.6 che si affianca al 2.0 TDI ed ai benzina 1.0 e 1.5. La casa ripone molte aspettative sul nuovo propulsore, che è quello scelto sul 40% delle Golf e Tiguan vendute in Italia. Con l’occasione il marchio tedesco lancia anche un sistema di illuminazione che promette grandi risultati.

La crossover compatta di casa Volkswagen, che condivide il pianale con Golf, al momento del lancio si è fatta notare per le linee scolpite e muscolose e l’originale livrea bicolore (il tetto può essere bianco, rosso o nero) che la distinguono un po’ dagli stilemi seriosi del marchio tedesco. Giovane, fresca e fuori dagli schemi si propone come una valida alternativa alle proposte presenti sul mercato ed i numeri di vendita stanno dando ragione ai designer tedeschi.

Ora la gamma dei motori, che comprendeva già un potente diesel 2.0 TDI e una versione tre cilindri benzina 1.0 TSI, si arricchisce di un nuovo motore diesel 1.6 TDI BlueMotion Technology da 115 CV, un quattro cilindri capace di accelerare da 0 a 100 km/h in 10,9 secondi, di raggiungere la velocità massima di 187 km/h. Volkswagen ha dotato questo motore anche di un Volkswagen T-Roc 1.6 da 115CV: prova in notturna a Milanoper il contenimento delle emissioni allo scarico.

Questa tecnologia, la cui sigla sta per Selective Catalyst Catalytic Reduction, consiste in un post-trattamento dei gas di scarico attraverso un riducente chimico iniettato a monte del catalizzatore SCR. Questo riducente si mischia con i gas di scarico per formare ammoniaca. La reazione chimica dell'ammoniaca (NH3) con gli ossidi di azoto (NOx) produce due sostanze innocue, vapore acqueo (H2O) e azoto (N2) che sono quindi perfettamente compatibili con le emissioni ambientali.

La coppia massima, di 250 Nm, è disponibile già ai bassi regimi, che è l’utilizzo tipico cittadino: questo significa che con questa motorizzazione Volkswagen T-Roc è ancora più reattiva nel traffico quotidiano. Non sono previsti, accoppiati al 1.6, né il cambio automatico né la trazione integrale. La cosa importante da menzionare è la sua omologazione Euro6d-TEMP, la più avanzata, che lo rende quindi esente dalla maggior parte dei blocchi del traffico cittadini e pronto ad affrontare le sfide del futuro.

In termini di consumi i valori dichiarati dalla casa di 4 litri per 100 km in ciclo extraurbano sono reali e raggiungibili adottando uno stile di guida rispettoso dei limiti.

I prezzi per Volkswagen T-Roc 1.6 TDI partono da 27.150 euro in allestimento Style, ha già di serie cerchi in lega da 17 pollici, cruise control adattivo, infotainment con schermo touch da 8 pollici, sensori di parcheggio anteriori e posteriori Park Pilot e i dispositivi di aiuto alla guida Front Assist (frenata automatica con riconoscimento pedoni) e Lane Assist (mantenimento di corsia).

Parte da 29.150 euro l’allestimento Advanced, che aggiunge al pacchetto delle dotazioni la strumentazione completamente digitale, il climatizzatore bi-zona ed i fari full led che potete vedere nel video test drive notturno girato per il centro di Milano e dove potete vedere con i vostri occhi l’importante differenza rispetto ad un comparto illuminazione tradizionale.

Proprio sul tema dell’illuminazione, gli ingegneri ed i designer VW utilizzano tutta la tecnologia a loro disposizione per migliorare la sicurezza attraverso l’uso di sorgenti di illuminazione innovative.

Volkswagen approfitta del lancio del nuovo motore per proporre un sistema di illuminazione a cui tiene molto: i fari full led. In pratica le luci diurne e gli indicatori di direzione sono racchiusi in un unico elemento trapezoidale a led integrato in posizione prominente nel paraurti anteriore. Attivando l’indicatore di direzione, la luce diurna bianca si modifica acquisendo una tonalità arancione. Nella parte inferiore si trova il fendinebbia che funge anche da luce di supporto in curva.

Questa specifica tecnologia molto di moda negli ultimi anni ha il grande vantaggio di riuscire a proiettare un fascio di luce più potente rispetto ai più costosi fari xenon e consuma tuttavia un livello minimo di watt. Grazie al minor assorbimento di energia, con le luci led si registra anche un minor consumo di carburante. Se poi sono full led, come quelle proposte su Volkswagen T-Roc, la loro potenza è amplificata dalla presenza di diodi luminosi e la loro luce permette di percepire meglio i contrasti, mantenendo tuttavia il vantaggio di avere gruppi ottici costruttivamente più semplici e di dimensioni compatte.

ARTICOLI CORRELATI