Volvo V60 Plug in Hybrid prova su strada

Abbiamo provato su strada la nuova Volvo V60 ibrida plug in, definita dalla stessa casa automobilistica come l'auto più avanzata mai costruita dal marchio svedese, il cui debutto è previsto a settembre 2013

Nuova Volvo V60 Ibrida Plug-In
Abbiamo provato per voi la nuova Volvo V60 Plug-in Hybrid, elegante station wagon della casa svedese spinta da un sistema ibrido che consta di di un’unità elettrica abbinata ad un potente propulsore diesel e che permette di contenere consumi ed emissioni senza rinunciare alle prestazioni di cui una vettura alto di gamma non può fare a meno.

 

Restyling per l’intera famiglia
L’occasione per questo esclusivo test drive è stata la presentazione alla stampa di tutta la nuova gamma Volvo, sottoposta a restyling in un unico blocco con l’aggiornamento totale della linea V60, S60 XC60 e delle sorelle maggiori Volvo V70 e XC70. Una scelta controcorrente rispetto alle case automobilistiche concorrenti, che permette però a Volvo di avere una maggiore razionalizzazione nella propria famiglia di vetture, con la possibilità in futuro di proporre per ciascun segmento automobilistico una linea completa delle varianti berlina, station wagon e SUV crossover.

 

Novità per esterni ed interni
Nel restyling di questo specifico modello gli esperti di stile Volvo hanno accentuato il carattere della nuova V60 enfatizzandone le line orizzontali e creando al tempo stesso un collegamento visivo diretto fra la vettura e la strada. Il profilo di Volvo V60 ribadisce che non ci troviamo difronte ad una classica famigliare grazie ad una linea ispirata ad una coupé. Sul portellone posteriore della prima ibrida plug-in con motore diesel del marchio spicca l’emblema D6 AWD, ad indicare gli altissimi livelli prestazionali dell’auto e la trazione integrale permanente.

Gli interni si distinguono per il gusto scandinavo nel design, con linee semplici e regolari e forme naturali. La versione Ibrida plug-in si distingue dal resto della gamma per la presenza nel tunnel centrale di tre pulsanti, tramite i quali è possibile selezionare le diverse modalità di guida che prevedono un impiego totale, parziale o nullo del motore elettrico a seconda dell’esigenza. Inoltre il quadro strumenti digitale, che accoglie il conducente una volta entrati nell’abitacolo, dispone di alcuni indicatori aggiuntivi sullo stato di carica della batteria e sul livello di utilizzo del propulsore ecologico durante la marcia.

Particolarmente confortevoli i nuovi sedili, ergonomici ed avvolgenti, che sulla nuova Volvo V60 ibrida plug-in diventano più sportivi, esaltando il piacere di guida che le prestazioni della vettura assicurano.

 

Motore elettrico e turbo diesel
Nonostante l’impatto visivo del nuovo stile, la novità principale riguarda certamente il sistema di propulsione che, come già introdotto, si basa sull’accoppiata fortmata da un motore 2.4 turbo diesel da 215 CV di potenza e dal motore elettrico da 68 CV, con quest’ultimo che trasmette coppia motrice direttamente alle ruote posteriori. Grazie alle batterie agli ioni di litio da 11,2 kWh è possibile ottenere un’autonomia davvero soddisfacente del sistema ibrido, configurabile durante la marcia secondo tre modalità, ovvero Pure, Hybrid o Power a seconda che si prediligano zero emissioni, bassi consumi o alte prestazioni.

In modalità Pure infatti l’auto è alimentata solo dal suo motore elettrico fin quando è possibile. L’autonomia di percorrenza arriva a 50 km. Hybrid è invece la modalità predefinita ogni volta che si mette in moto l’auto. Il motore diesel e quello elettrico interagiscono per ottenere emissioni di CO2 (NEDC, ciclo di guida misto ai fini della certificazione) di 48 g/km con un consumo medio di carburante di 1,8 l/100 km. In modalità Power, la tecnologia è ottimizzata per far sì che l’auto offra le migliori prestazioni possibili. Il motore diesel e quello elettrico erogano una potenza combinata di 215 + 70 cavalli e una coppia massima di oltre 600 Nm. La vettura accelera da 0 a 100 km/h in 6”1.

 

Comportamento su strada e impressioni
L’esperienza di guida è veramente sorprendente e piacevole. La partenza in modalità esclusivamente elettrica è decisa e scattante, tanto che ci si aspetterebbe un forte rombo del motore a supporto dell’accelerazione, ed invece tutto rimane perfettamente silenzioso. Ciò che sorprende della modalità Pure non è solo l’estesa autonomia di 50 km percorribili in modalità elettrica, ma anche la velocità di 60-70 km/h raggiungibile grazie al solo apporto del motore elettrico. Una marcia a zero emissioni che permette dunque di muoversi nel traffico cittadino senza rinuncie.

Decidiamo di passare alla modalità Hybrid che fornisce il giusto compromesso tra prestazioni e consumi attraverso il bilanciamento della trasmissione tra motore diesel ed elettrico. La marcia resta assolutamente silenziosa e davvero piacevole con il motore elettrico che interviene nelle fasi di partenza e nel mantenimento della velocità mentre al potente diesel vengono affidate accelerazioni e riprese in salita. E’ una modalità di guida che si adatta con tempestività a tutte le esigenze richieste dalla strada, senza dare mai l’impressione di deficitare di spinta come avviene su vetture ibride meno dotate.

Grazie all’ottima impressione suscitata dalla modalità ibrida quella successiva, ovvero la Power che ottimizza l’equilibrio tra motore diesel ed elettrico per massimizzare le prestazioni sportive, risulta veramente uno sfizio da togliersi quando si vuole mettere alla prova l’auto e divertirsi alla guida grazie ad una maggiore coppia già ai bassi regimi, che permette un’accelerazione davvero considerevole. Il potente motore turbo diesel da 215 CV è davvero corposo e beneficia inoltre del supporto dell’unità elettrica, in particolare nelle fasi di accelerazione massima. La rumorosità aumenta di conseguenza per avvertire al meglio le cambiate.

 

Considerazioni
Volvo V60 Plug-In Hybrid offre dunque dal punto di vista del piacere di guida tutto ciò che ci si aspetta da un’auto tanto esclusiva, con i benefici dei consumi ridotti, l’ecologia delle emissioni davvero esigue e la grande autonomia della batteria agli ioni di litio, che permette di compiere la maggior parte dei tragitti quotidiani a zero emissioni. Lo scoglio principale ad una diffusione di massa di questa ottima tecnologia rimane tuttavia il prezzo non proprio accessibile di 59.900 euro, dedicato dunque soprattutto al settore flotte e business come è insito nel marchio Volvo, e a qualche facoltoso cliente che vuole distinguersi.


Il prezzo di Volvo V60 Plug-In Hybrid parte da 59.900 euro.

ARTICOLI CORRELATI
TUTTO SU Volvo V60
Volkswagen Golf 1.6 TDI

Volkswagen Golf 1.6 TDI

da 100€ mese

Citroen C3 Aircross

Citroen C3 Aircross

da 140€ mese

Peugeot 308

Peugeot 308

da 189€ mese

Peugeot 208

Peugeot 208

da 199€ mese

Citroen C3

Citroen C3

da 199€ mese

DS 3 Crossback

DS 3 Crossback

da 200€ mese

Peugeot 2008

Peugeot 2008

da 229€ mese

Peugeot 3008

Peugeot 3008

da 249€ mese

Citroen C5 Aircross

Citroen C5 Aircross

da 329€ mese

Ford Kuga

Ford Kuga

da 350€ mese

info ADV