Audi A3 Sportback g-tron a metano provata su strada

Il segmento C premium si arricchisce con la nuova Audi A3 Sportback g-tron spinta da un motore bifuel benzina metano 1.4 TFSI in grado di erogare da 110 CV. Offerta a partire da 25.650 euro, la A3 g-tron è un'auto che abbina qualità, prestazioni e costi di gestione contenuti

Sulle strade che costeggiano il Lago di Garda abbiamo avuto modo di provare su strada la nuova Audi A3 Sportback g-tron, vettura di segmento C premium che rappresenta il debutto della Casa di Ingolstadt tra le auto con alimentazione bifuel benzina – metano. Disponibile sia nella versione Audi A3 Sportback g-tron 1.4 TFSI 110 CV con cambio manuale (il cui prezzo a listino è di 25.650 euro) che in quella sempre da 110 CV con cambio S tronic (prezzi da 27.850 euro), la A3 Sportback vanta le seguenti misure: 4,31 metri di lunghezza, 1,78 m di larghezza, 1,42 m di altezza ed un passo pari a 2,63 metri. Questa A3 testimonia l’impegno di Audi di offrire ai propri clienti auto di qualità ma che al tempo stesso possano proporre una mobilità compatibile con le tematiche e le esigenze ambientali; ma se i motori elettrici vanno ancora perfezionati, altre soluzioni sono più applicabili alle esigenze di tutti i giorni. E’ questo il caso dei motori a metano, utilizzati per la prima volta da Audi con la A3 Sportback g-tron.

Esteticamente la Audi A3 Sportback g-tron è riconoscibile per la scritta g-tron presente sulle traghette posteriori e laterali  dell’auto; il motore è lo stesso 1.4 TFSI da 110 CV già utilizzato su altre vetture del gruppo (vedi Seat Leon e VW Golf), modificato in maniera tale da renderlo compatibile sia con il metano fossile che con l’e-gas prodotto da Audi stessa in Germania. L’e-gas è un metano sintetico ottenuto dalla reazione tra l’idrogeno e l’anidride carbonica, ma al momento non è disponibile in Italia. Ovviamente il prezzo della A3 g-tron è più alto rispetto a quello di una normale A3, ma la differenza è ampiamente compensata sia dal risparmio nei costi di gestione che dal risparmio ambientale. La potenza massima che questa unità da 1.395 cc è di 110 CV mentre la coppia massima è pari a 200 Nm. Proprio la coppia e lo spunto sono forse l’aspetto più interessante di questo motore benzina ad iniezione diretta che garantisce prestazioni di livello anche se non certamente pistaiole.

L’accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in 11 secondi netti mentre la velocità massima è pari a 190 km/h; i dati ufficiali rilasciati dalla Casa tedesca parlano poi di emissioni di CO2 pari a 95 g/km e di consumi medi di 3,5 kg di gas ogni 100 km percorsi. Il serbatoio del gas è collocato al di sotto del bagagliaio, in pratica al posto del ruotino di scorta, ed è costituito da due distinte bombole della capacità di 7 kg di metano ciascuna. Queste due bombole sono leggerissime se paragonate alle normali bombole in acciaio, rispetto alle quali pesano 27 kg in meno ognuna, con un risparmio di peso del 70%. Con la sola alimentazione a metano l’autonomia complessiva è dunque pari a 400 km, mentre grazie al classico serbatoio della benzina questo valore aumenta fino a 900 km.

Saliti a bordo della Audi A3 Sportback g-tron possiamo toccare con mano le qualità di questo motore, le cui prestazioni sono decisamente interessanti e permettono un’esperienza di guida  piacevole. Il sistema Audi Drive Select permette una risposta diretta e molto precisa dello sterzo, mentre il cambio automatico S tronic è studiato e realizzato alla perfezione. La cambiata è rapida e quasi impercettibile, con la coppia che è ottimamente distribuita a tutti i regimi. Se a tutto questo sommiamo i tre allestimenti offerti sulla g-tron, ovvero Attraction, Ambition e Ambiente, abbiamo senza alcun dubbio a che fare con una vettura di ottimo livello, che promette di andare ad affascinare proprio quel genere di clientela alla quale si rivolge, che cerca un’auto dall’aspetto piacevole, capiente e con costi di gestione di buon livello. I prezzi in concessionaria partono da 25.650 € per la versione con cambio manuale.  Audi ha finalmente sdoganato il metano rendendolo un carburante nobile e l’accoglienza del mercato italiano è stata decisamente calorosa tanto che fra vendite ed ordini si è molto vicini al migliaio di unità in appena un mese e mezzo dall’apertura ordini.

Audi non è la prima marca premium a credere nel metano visto che Mercedes schiera la Classe B, ma sicuramente Audi è la prima marca premium ad aver investito pesantemente su questa alimentazione.

ARTICOLI CORRELATI