Fisker Karma: primi richiami per rischio d’incendio alla batteria

Scoperto un potenziale fattore di rischio per l'auto elettrica californiana. Il richiamo interessa 239 modelli dell'edizione 2012 costruiti tra l'1 luglio ed il 3 novembre 2011

Fisker Karma: problemi alla batteria
L’auto elettrica californiana Fisker Karma rischia l’incendio. Il potenziale fattore di rischio che ha portato al richiamo di 239 modelli costruiti tra l’1 luglio ed il 3 novembre 2011 infatti riguarda un problema alla batteria e che potrebbe causare un incendio.

Causa del problema delle batterie della Fisker Karma
In una lettera alla National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA), il costruttore spiega che il problema della Fisker Karma dovrebbe essere causato da un errato posizionamento delle fascette, parte del sistema di raffreddamento della batteria.
Infatti, se vengono posizionate in modo sbagliato, possono causare una perdita di liquido ed un conseguente corto circuito e quindi un incendio.
Il costruttore californiano ha comunicato che provvederà a sostituire la batteria senza alcun costo per i proprietari. Il richiamo dovrebbe iniziare già da gennaio 2012.

Fisker Karma: potenza ecologica
La Karma, lancia questa estate sul mercato (leggi la prova su strada della Fisker Karma), è una Gran Turismo di lusso, quattro porte, quattro posti con prestazioni di tutto rispetto. Aspetto sportivo ed aggressivo dal cuore ambientalista. Infatti, arriva ad un totale di 402 CV e 1.300 Nm di coppia grazie ai due motori elettrici abbinati a batterie agli ioni di litio da 20 Kwh, e sprinta da 0 a 100 km/h in 5,9 secondi, con una velocità massima di 200 km/h. La ricarica completa dei due motori elettrici avviene in circa 3 ore. La scelta di un motore benzina così potente (260 cv a 5300 giri) è dovuta al fatto che si può viaggiare a duecento all’ora e nel frattempo ricaricare la batteria almeno fino al 60%.

Fisker Coachbuild
Fisker Coachbuild Karma
ARTICOLI CORRELATI