USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Incentivi auto: in arrivo un bonus fino a 900 Euro per la conversione a GPL e metano?

Assogasliquidi ha avanzato una proposta al Governo per introdurre degli incentivi fino a 900 Euro destinati alla conversione dell'impianto di alimentazione a GPL e metano dei veicoli Euro 4 e 5

Se la vostra vettura ha l’omologazione Euro 4 o 5 (a benzina o diesel) ma non volete trasformarla radicalmente in un veicolo elettrico… perchè non installarvi un impianto a metano o a GPL? Un investimento proficuo non solo sulle vostre tasche quando vi recate al distributore, ma anche sull’impatto ambientale della vostra città e che permetterebbe di accelerare lo svecchiamento del parco circolante in Italia, nonchè di raggiungere gli obiettivi di riduzione delle emissioni nocive nell’aria che, anno dopo anno, aumentano sempre di più.

Vi abbiamo messo la pulce nell’orecchio? Bene, perchè la volontà è quella proprio di introdurre in tempi brevi degli incentivi per questo scopo, come sottolineato dalla proposta posta in essere da Assogasliquidi verso il Governo: la richiesta è quella di inserire nell’imminente discussione in Parlamento per la legge di bilancio un bonus pari a 600 Euro per coloro che sceglieranno la conversione a GPL e di 900 Euro per quelli che, invece, opteranno per l’alimentazione a metano, attraverso l’installazione di appositi impianti aftermarket da parte di officine autorizzate.

Conversione Euro 6D doppia alimentazione diesel+metano

Il piano di incentivi avrà la durata di tre anni e stanzierà 300 milioni di Euro di fondi (145 milioni netti se si sottraggono i 154 milioni da recuperare tramite i gettiti erariali), che secondo le stime effettuate dovrebbero essere sufficienti a trasformare circa 500mila veicoli in tutta Italia. Un’operazione che avrà sicuramente un impatto positivo su tutto il mercato dell’automobile e, in particolare, su quelle imprese specializzate nell’installazione dei kit di alimentazione a gas o metano e nell’approvvigionamento e distribuzione di questi carburanti.

Non ultimo, anche l’ambiente ne trarrà giovamento: sempre secondo Assogasliquidi, la conversione dei veicoli Euro 4 e 5 porterebbe infatti una riduzione di oltre 7,4 tonnellate di ossidi di azoto e di circa 90mila tonnellate di anidride carbonica nel periodo di riferimento considerato, senza contare gli effetti a lungo termine quantificabili in -30mila tonnellate di CO2 e -2,5 tonnellate di ossidi di azoto in ogni anno successivo. A questo punto non ci resta che attendere l’ufficialità dell’entrata in vigore di questi incentivi: vi terremo aggiornati!

Fiat Panda Hybrid City Cross

Articoli più letti
RUOTE IN RETE