Prosecco DOC è sponsor ufficiale della MotoGP fino al 2022

Dopo la Superbike, il Prosecco DOC approda nel motomondiale come Main Sponsor durante i festeggiamenti sotto al podio. Le bollicine italiane saranno protagoniste in MotoGP almeno fino al 2022

Un bel po’ di Veneto e Friuli Venezia Giulia alla conquista della MotoGP. Il Consorzio Prosecco DOC, dopo una sortita nel mondiale SuperBike, è salito sul podio della massima categoria motociclistica internazionale, mettendo in mano ai primi tre classificati una bottiglia di Prosecco DOC, per fare il botto, sprizzare le bollicine su tecnici e tifosi e berne un sorso strameritato dell’eccellente prodotto made in Italy.

Una partnership firmata nei giorni scorsi tra la Dorna Sport, la società spagnola che gestisce il campionato del mondo di moto, e il consorzio con sede a Treviso. La firma del contratto di sponsorizzazione, valido 3 anni, è stata posta in teleconferenza tra Barcellona e il capoluogo veneto, con tanto di brindisi inaugurale tra il direttore generale Pau Serracanta e il presidente Stefano Zanette, al fine di ufficializzare un accordo che prevede non solo i festeggiamenti sui podi, ma anche le pubblicità sui circuiti, il marchio fra gli sponsor ufficiali e la presenza delle pregiate bottiglie trevigiane sulle numerosissime tavole delle Hospitality VIP all’interno dei circuiti di gara.

Il campionato del mondo MotoGP inizierà fra un mese sull’impianto di Losail in Qatar (unica gara in notturna) e inizieremo a vedere il marchio Prosecco DOC dalla gara successiva, a fine marzo, sul circuito Thermas de Rio Rondo in Argentina.

Il calendario poi continuerà con le gare ad Austin negli Stati Uniti il 14 aprile, a Jerez de la Frontera in Spagna il 5 maggio, dove cominceremo a vedere anche la Moto E, un mini campionato di moto elettriche che continuerà due settimane dopo a Le Mans in Francia, il 7 luglio al Sachsring in Germania, allo Spielberg l’11 agosto in Austria e si concluderà a Misano Adriatico con il Gran premio di San Marino il 15 settembre.

Pau Serracanta e Stefano Zanette festeggiano l’accordo tra Dorna e Prosecco

L’altra gara italiana della MotoGP si effettuerà al Mugello il 2 giugno, cui seguiranno il 16 il Catalunya Barcellona, ad Assen in Olanda il 30, per poi passare a Brno nella Repubblica Ceca il 4 agosto. Il 25 sarà la volta di Silverstone in Gran Bretagna, quindi il 22 settembre ad Aragon in Spagna, il 6 ottobre a Buriram in Thailandia. Il 20 e il 27 sarà la volta di Motegi in Giappone e Philip Island in Australia, per concludersi in novembre, il 3 in Malesia e il 17 a Valencia, per la quarta volta su un circuito spagnolo. Diciannove gare che decreteranno alla fine il campione del mondo 2019.

“Sono molto contento di questo nuovo accordo con il Consorzio Prosecco Doc -ha detto Serracanta – non c’è dubbio che i piloti, veri eroi di questo sport, saranno lieti di celebrare le loro vittorie con stile, grazie a un prodotto eccellente, vera espressione dell’ltalian Genio. Mi auguro che questo sia solo l’inizio di una collaborazione, che prosegua per molti anni”.

“L’accordo con MotoGP– ha precisato Zanette – dà seguito e potenzia un percorso sui circuiti internazionali avviato nel 2013. Un’esperienza positiva che ha portato crescenti soddisfazioni, facendoci toccare con mano cosa comporti, in termini di visibilità e riconoscibilità, la partecipazione a eventi di respiro internazionale.

Dal punto di vista della brand reputation abbiamo raggiunto importanti risultati e la scelta si è rivelata strategica anche per il fatto che ci permette di legare il Prosecco a momenti di festa e convivialità, come il brindisi dei piloti sul podio a conclusione di ogni gara”.

Infine le importanti cifre che valorizzano una delle migliori eccellenze italiane: 24.450 ettari di vigneti in 5 province del Veneto e 4 del FVG; 10.242 viticoltori; 1.149 produttori; 348 impianti di produzione e ben 464 milioni di bottiglie prodotte lo scorso anno.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE