Gara complicata per DS Techeetah in Messico

Un E-Prix del Messico ricco di colpi di scena nel finale, con risultati deludenti per il campione del mondo in carica e il suo Team

Ambedue i  piloti DS TECHEETAH, partiti dalle posizioni 8 e 12 sulla griglia, hanno avuto l’unico obiettivo di salire in classifica e segnare più punti possibile. L’azione è iniziata già nel primo giro, con il sorpasso di Vergne su Sims, che lo ha superato di nuovo, per finire poi fuori traiettoria nel giro 4. Subito dopo, un incidente a Nelson Piquet Jr. ha portato alla seconda bandiera rossa della storia della Formula E.

A seguito dell’incidente, mentre veniva recuperata l’auto di Piquet, il team tecnico DS TECHEETAH ha lavorato molto  per riparare l’auto di Jean-Eric Vergne in pit lane cambiando uno pneumatico, il frontale e riparando il parafango posteriore e la fiancata. Al comparire della bandiera gialla per lo stesso incidente, André Lotterer è stato superato da Edoardo Mortara e Jerome d’Ambrosio, scendendo in classifica.

La gara, ripresa dietro alla safety car, ha visto Lotterer in ottava posizione e Vergne in decima. Verso fine gara Vergne è stato di nuovo urtato, questa volta da Mitch Evans verso la parte finale del circuito e da Tom Dillman nel giro 9, finendo al 17° posto. La parte finale della gara è stata piena di suspense, con diverse auto che hanno perso posizioni per eccessivo consumo di energia, mentre i piloti DS TECHEETAH hanno concluso in quinta e tredicesima posizione.

ARTICOLI CORRELATI