USATA
cerca auto nuove
NUOVA

GP Spagna MotoGP: Valentino Rossi secondo nelle libere del pomeriggio

Nella seconda sessione di prove libere, la Ducati GP12 nr. 46 arriva dietro alla Hondra HRC di Pedrosa

Asfalto bagnato, Valentino Rossi fortunato
Nelle fp2 di MotoGP valide per il GP di Spagna che si corre a Jerez, l’asfalto bagnato ha dato una mano a Valentino Rossi che ha chiuso la sessione del pomeriggio al secondo posto (+0,660s). Il più veloce è stato Dani Pedrosa: lo spagnolo toglie la soddisfazione all’italiano di comandare una sessione.
A completare il podio Jorge Lorenzo (+1,093s) e rimane sempre li alle calcagna delle Honda e sopratutto davanti a Casey Stoner (1,326s), quarto: nessuno dei due ha dato l’idea di voler rischiare più del necessario in una sessione poco significativa compiendo rispettivamente 13 e 14 giri.
Nicky Hayden chiude la top five con un gap di 1”.474 da Pedrosa.
Forse l’acqua ha aiutato le Ducati Desmosedici GP12 di Rossi e Hayden che hanno dovuto per forza di cose dosarne l’esuberanza andando più forte, pur se è un paradosso.
“La moto vecchia andava forte sul bagnato – ha detto Rossi – e anche la nuova si guida molto bene, mi da più feeling e posso spingere, ma c’è ancora del lavoro da fare. Purtroppo le gomme si distruggono appena la pista comincia ad asciugarsi, quindi sarà difficile gestire l’usura in ottica di gara. Sul bagnato siamo comunque competitivi, quindi speriamo che piova”.
Il nr. 46 ha comandato gran parte della seconda sessione anche se il crono non è di quelli che fanno entusiasmare. Ma anche il tempo di Pedrosa rimane superiore a quello fatto segnare da Silva nella prima sessione di prove libere.

I tempi degli altri piloti
Andrea Dovizioso (Monster Yamaha Tech3) chiude sesto seguito da Alvaro Bautista (San Carlo Honda Gresini), Cal Crutchlow (Monster Yamaha Tech3), Ben Spies (Yamaha Factory Racing) e Stefan Bradl (LCR Team) a completare la top ten di questa prima giornata.
Interessante vedere le CRT di Randy de Puniet (Power Electronics Aspar) e Mattia Pasini (Speed Master) davanti alle Ducati satellite di Karel Abraham (Cardion ab) e Hector Barbera (Pramac). Lo spagnolo della Ducati Pramac alla vigilia del GP aveva anche dichiarato l’intenzione di finire davanti a Rossi. Ma con la pista bagnata i piani si scombinano.
Per il week end le previsioni mettono brutto, chissà che questo non sia bello per qualcun altro.
Domani le qualifiche ufficiali (vedi gli orari tv GP Spagna MotoGP)

Classifica seconda sessione di prove libere MotoGP, GP Spagna a Jerez
1. Dani PEDROSA – Repsol  Honda Team Honda – 1’50.780
2. Valentino ROSSI – Ducati Team Ducati – 1’51.440
3. Jorge LORENZO – Yamaha Factory Racing Yamaha – 1’51.873
4. Casey STONER – Repsol Honda Team Honda – 1’52.106
5. Nicky HAYDEN – Ducati Team Ducati – 1’52.254
6. Andrea DOVIZIOSO – Monster Yamaha Tech 3 Yamaha – 1’53.070
7. Alvaro BAUTISTA – San Carlo Honda Gresini Honda – 1’53.166
8. Cal CRUTCHLOW – Monster Yamaha Tech 3 Yamaha – 1’53.352
9. Ben SPIES – Yamaha Factory Racing Yamaha – 1’53.409
10. Stefan BRADL – LCR Honda MotoGP Honda – 1’53.409
11. Randy DE PUNIET – Power Electronics Aspar – 1’54.155
12. Mattia PASINI – Speed Master ART – 1’54.370
13. Karel ABRAHAM – Cardion AB Motoracing Ducati – 1’54.378
14. Hector BARBERA – Pramac Racing Team Ducati – 1’54.581
15. Colin EDWARDS – NGM Mobile Forward Racing Suter – 1’54.707
16. Ivan SILVA – Avintia Blusens BQR – 1’54.748
17. Yonny HERNANDEZ – Avintia Blusens BQR – 1’54.915
18. Danilo PETRUCCI – Came IodaRacing Project – 1’55.752
19. Michele PIRRO – San Carlo Honda Gresini FTR – 1’56.067
20. James ELLISON – Paul Bird Motorsport ART – 1’57.475
21. Aleix ESPARGARO – Power Electronics Aspar ART – 1’57.789

TAGS:
Articoli più letti
RUOTE IN RETE