MotoGP 2016, Yamaha: ora Jorge è la nostra priorità

Dopo aver dominato nei tre giorni di test nella pista malese, è evidente come al momento il pilota da battere sia Jorge Lorenzo. Lin Jarvis ha voluto puntualizzare le strategie di mercato di Yamaha, che nel 2016 punta a tenersi in casa il maiorchino, sedotto dalle sirene di Borgo Panigale.

La MotoGP 2016 avrà molti aspetti interessanti, non ultimo quello del mercato. A fine stagione infatti, i contratti dei piloti ufficiali Yamaha, Honda, Ducati e Suzuki scadranno – si, tutti insieme!-. In molti si stanno chiedendo se Vinales andrà alla Honda, ovviamente al posto di un Pedrosa verso KTM dove lo sponsor Red Bull farebbe da tramite. Altro interrogativo è se Dovizioso uscirà da Ducati per far spazio a Petrucci o, ma qui si sfiora la fantascienza, ad uno Stoner in eterno ritorno.

L’ipotesi che però ha spesso infiammato gli animi è che Lorenzo, dal canto suo, potrebbe davvero firmare con la casa di Borgo Panigale. Qui trovate un approfondimento, ma nel frattempo vi basterà pensare che a Sepang, durante i test, si è vista una Ducati molto competitiva.

E non è più un segreto che la squadra di Gigi dall’Igna abbia fatto un’offerta (piuttosto importante) al pilota Yamaha. Lin Jarvis, oltre a smentire gli attriti tra il Campione del Mondo 2015 ed il Team Movistar, ha voluto puntualizzare le intenzioni della squadra:

“Valentino deve decidere per quanto vuole continuare a correre. Per quanto riguarda Jorge, ha sempre espresso chiaramente il suo desiderio di rinnovare con la Yamaha e di chiudere la sua carriera con noi. Tuttavia, dobbiamo ricordare che la Ducati ha fatto un’offerta allettante a Jorge e questo può avere un’influenza. Valentino continua con noi o si ritira. Dunque, rinnovare il contratto di Jorge è una priorità”

Sono queste le parole dell’AD Yamaha, che ai microfoni di www.motorsport.com ha voluto anche aggiungere:

Non credo che Jorge si sia sentito tradito. Ci è piaciuto tutto quello che abbiamo dovuto fare l’anno scorso? No. Ma non ci è piaciuto neanche tutto quello che ha fatto Valentino. Così come anche a lui non saranno piaciute alcune cose che ha fatto la Yamaha”.

Poi, sull’amaro -ormai gli aggettivi si sprecano- finale di stagione, ha commentato così: “Quello che è importante è l’onesta e la franchezza. Cosa significa questo? Che bisogna dire sempre le cose per quello che sono, dare la propria opinione senza mediare le proprie parole ed ascoltare chi è davanti a te con lo stesso atteggiamento. In questo modo si può anche non essere d’accordo, ma sappiamo tutti quello che pensa l’altro“.

ARTICOLI CORRELATI