USATA
cerca auto nuove
NUOVA

MotoGP anteprima GP Giappone 2012

Il Motomondiale fa tappa a Motegi per il GP di Suzuka. Rientra Stoner ad aiutare Pedrosa a vincere il titolo, intromettendosi nella sfida con Lorenzo

MotoGP 2012: GP del Giappone a Motegi
Prima tappa di tre consecutive tra Asia (Giappone e Malesia) ed Oceania (Australia) per la MotoGP. A Motegi infatti si corre il GP del Giappone, 15° gara del calendario MotoGP 2012.
La sfida per la vittoria finale adesso è diventata un duello, un derby spagnolo tra Jorge Lorenzo, campione del mondo MotoGP 2010, e Dani Pedrosa, pilota che non ha ancora vinto un mondiale nella classe regina ma che grazie alle ultime vittorie sembra essersi scrollato di dosso quel soprannome (uno dei tanti) di Persoa che la dice lunga. Entrambi sono catalani: uno di Maiora e l’altro di Barcellona. È anche un derby giapponese visto che Lorenzo è in sella alla Yamaha mentre Pedrosa è sulla Honda.
Il divario tra i due in classifica piloti MotoGP 2012 è di 33 punti in favore del maiorchino, che ha dimostrato sangue freddo e razionalità per gestire al meglio le gare e mantenere la distanza da Pedrosa.

Ritorna Stoner per il GP di Giapponese
Ma tra i due è pronto (davvero?) ad intromettersi Casey Stoner. L’attuale campione del mondo è stato costretto ad operarsi alla caviglia destra e quindi ad uno stop in seguito alla caduta occorsa nel GP di Indianapolis del 19 agosto scorso. Stoner è stato così costretto a saltare tre gran premi (Repubblica Ceca, San Marino ed Aragon) dicendo così addio ad ogni speranza di difesa del titolo.
Ora l’australiano è atteso come intruso in una sfida che non gli compete più almeno direttamente, ma di certo potrà dare una mano al suo compagno di squadra ed al team Honda, che abbandonerà a fine stagione avendo già confermato il suo ritiro dal mondo delle corse.
Sperando non sia una mossa di marketing di Honda (il circuito di Motegi è la casa dell’ala dorata), Stoner ha comunque confidato di sentirsi bene: “Ho fatto fisioterapia e seguito alla lettera gli ordini dei dottori per recuperare. La buona notizia è che sento di poter correre a Motegi e non vedo l’ora di poter ritrovare il mio team e la pista e di tornare a Motegi davanti a tutti i fan di Honda” sono le parole del nr. 1 Honda.
Dal canto suo Pedrosa non perde la concentrazione e sa che deve correre come se Stoner non ci fosse e, anzi, se vuole raggiungere Lorenzo, deve arrivare davanti al compagno di team.
“Per la Honda questo è uno dei fine settimana più importanti di tutta la stagione. Adesso ci aspetta un periodo molto impegnativo, ma dobbiamo mantenere la concentrazione, procedere passo dopo passo e affrontare una gara alla volta” dice il nr. 26 Honda.

Lorenzo deve difendere il primato nel mondiale piloti
Jorge Lorenzo a Motegi deve mantenere la distanza almeno, se non di aumentarla, dal connazionale. Mancano 4 gare alla fine di un mondiale ancora tutto aperto, ma chiuso tra i due spagnoli.
Sarà quindi di fondamentale importanza per il maiorchino mettere a referto i punti offerti dal podio.
“Iniziamo il tour asiatico come leader del Campionato e con una buona forma fisica dopo la bella gara di Aragón. Sicuramente non sarà un compito facile quello che ci spetta, vista la competitività dei nostri avversari, ma dovremo comunque giocare le nostre carte nella maniera migliore possibile. Motegi è una pista che mi piace, qui ho vinto nel 2009 e sono convinto che potremo lottare ancora una volta per il primo posto questo fine settimana” ha detto Lorenzo.
Obiettivo di Ben Spies invece è di mettersi alle spalle le precedenti sfortunate esperienze il suo compagno di squadra Ben Spies, scivolato 15º nel 2010 dopo aver evitato l’impatto con un altro pilota e balzato addirittura in ultima posizione nel 2011 in seguito al coinvolgimento nella caduta di Valentino Rossi. In entrambe le situazioni, il texano ha saputo mantenere la calma e la concentrazione chiudendo rispettivamente con l’8º e il 6º piazzamento. Dopo due quinte posizioni ottenute nei precedenti round, Spies si presenta in Giappone desideroso di mettere in scena una bella gara per i propri sostenitori.
“Non vedo l’ora che arrivi il fine settimana. Lo scorso anno siamo stati sfortunati, visto quanto successo con la caduta di Valentino Rossi durante il primo giro. Il ritmo mantenuto in quel weekend è stato comunque buono, e se a questo aggiungiamo i buoni risultati raccolti in queste ultime uscite, arriviamo in Giappone con la speranza di regalare a Yamaha un buon risultato nella gara casalinga” ha affermato il futuro pilota Ducati.

Sponsor

SEAT Tarraco
SEAT Tarraco
OFFERTA Tua da 299€ al mese, TAN 3,99% - TAEG 4,81%.

Sponsor

SEAT Ibiza a metano
SEAT Ibiza a metano
OFFERTA Tua da 139€ al mese, TAN 4,99% - TAEG 6,50%.

Sponsor

Nuova SEAT Leon
Nuova SEAT Leon
OFFERTA Sportiva. Ibrida. Connessa. Tua da 19.500€.

Sponsor

DasWelt Auto Volkswagen
DasWelt Auto Volkswagen
OFFERTA Golf 1.6 TDI Business del 2019 con 27.000km è tua con Progetto Valore Volkswagen. Tua in 35 rate da 129 euro al mese. TAN 5,99% TAEG 7,65%. Alle prime tre rate ci pensiamo noi.
Articoli più letti
RUOTE IN RETE