WRC Gran Bretagna 2018: l’intervista a Pierre Budar a fine gara

WRC Gran Bretagna 2018: l’intervista a Pierre Budar a fine gara - Foto  di

"Voglio sottolineare la prestazione del nostro team e della nostra C3 WRC"

Come valuta questo rally di Gran Bretagna?
Innanzitutto voglio sottolineare la prestazione del nostro team, esemplare anche questa volta, e quella della nostra auto. Non si è solo dimostrata molto affidabile, in particolare sabato in cui erano previsti più di centocinquanta chilometri cronometrati senza l’assistenza di metà giornata, ma si è anche rivelata molto competitiva su una superficie estremamente difficile da gestire. Durante la seconda giornata di gara, ad esempio, su nove speciali disputate, siamo risultati sei volte fra i primi tre con almeno una delle nostre C3 WRC, o a volte anche entrambe, registrando anche uno scratch: anche se i nostri rivali si contendono il titolo, questo ci dimostra che siamo all’altezza. Il grip era abbastanza scarso sabato mattina, prima che le piste si asciugassero nel pomeriggio, e la competitività dimostrata è motivo di soddisfazione.

Questo weekend il podio era davvero vicino…
Sì, avendo terminato la giornata di sabato a solo 1”7 dal terzo, nell’ultima giornata di gara era necessario rischiare, ed è proprio quello che ha fatto Craig. A questo livello di coinvolgimento e di attacco, è facile commettere un piccolo errore, soprattutto su una superficie così scivolosa. Mi fa comunque piacere vedere la determinazione che hanno dimostrato i nostri equipaggi durante il weekend, senza mai arrendersi nonostante l’ordine di partenza del primo giorno che avrebbe potuto compromettere facilmente le loro possibilità di raggiungere un buon risultato. Ora siamo concentrati sulla Spagna, armati di questa tenacia, dove aumenteremo ancora gli sforzi e cercheremo di fare ancora meglio.

ARTICOLI CORRELATI
RUOTE IN RETE