WRC Tour de Corse 2019, Giorno 2: sul podio la C3 WRC di Ogier – Ingrassia

Nella giornata più lunga, e nella fase più dura, una grande prestazione dell'equipaggio.

In ognuno dei due passaggi nella PS di Castagniccia (47,18 km), la speciale più lunga del week-end, Sébastien Ogier e Julien Ingrassia hanno portato la loro C3 WRC al terzo posto stasera, mentre Esapekka Lappi e Janne Ferm, settimi, hanno continuato ad approfondire la conoscenza della loro vettura con l’aumentare dei chilometri.

Questa seconda giornata di gara, disputata tra Cap Corse, il Désert des Agriates e la Castagniccia, tre delle regioni più emblematiche della zona settentrionale dell’Isola, ha proposto una grande varietà di profili stradali e dunque di difficoltà. La parte più difficile era la PS della Castagniccia, il cui tracciato inedito, la lunghezza (47,18 km) e le strade più strette rispetto a quelle affrontate prima, la rendevano la prova più temibile tra le speciali della giornata.

Decisi a non concedere nulla agli avversari, nonostante le regolazioni ancora imperfette, Sébastien Ogier e Julien Ingrassia hanno fatto sentire la propria presenza al primo passaggio, in questa prova. I sette volte campioni del mondo francesi lasciavano parlare tutto il loro talento e conquistavano il 3° tempo a soli 1″4 dallo scratch e con questo risultato si piazzavano al 5° posto. Nel pomeriggio riuscivano a sopravanzare di una posizione grazie alla foratura di un avversario (PS 11) e poi si mostravano particolarmente competitivi nel secondo passaggio della Castagniccia. Hanno fatto segnare il secondo tempo, che ha permesso loro di ottenere il 3° posto per 5″1, nonostante un problema al motore nelle fasi finali.

Dopo l’inizio difficile di ieri, Esapekka Lappi e Janne Ferm hanno cercato di ottimizzare il comportamento della loro C3 WRC nell’arco della giornata, in vista del prosieguo del campionato. Il 4° tempo, a soli 2’’9 dal migliore classificato nella PS del pomeriggio (ES 11), ha confermato la fondatezza del loro approccio e, a fine giornata, sono arrivati settimi al parco assistenza.

Nell’ultima tappa di domani, i concorrenti si dirigeranno verso Calvi, per due nuove speciali e altri 52 chilometri circa. Con una lotta che si preannuncia molto serrata…

ARTICOLI CORRELATI