Abarth compie 70 anni: auguri Scorpione!

Il 31 marzo del 1949 Carlo Abarth (1908 - 1979) fondava l'Abarth & C., dando vita a un'autentica leggenda di stile e prestazioni declinata in auto da record, kit di elaborazione rivoluzionari e corse leggendarie

Il Marchio Abarth compie 70 anni: lo Scorpione è una pietra miliare nel motorsport e in questi decenni è stato capace di far sognare gli appassionati non solo in Italia ma anche nel resto del mondo. Il compleanno di Abarth non significa soltanto ricordare un inestimabile patrimonio umano, sportivo e tecnologico ma anche rafforzare quel legame indissolubile che unisce le diverse generazioni di clienti.

Il Marchio dello Scorpione continua ad affascinare, tanto da aver fatto registrare nel 2018 il proprio record di vendite in Europa, con quasi 23.500 unità immatricolate e una crescita del 36,5 per cento rispetto al 2017. L’entusiasmo tra i fan è cresciuto anche grazie all’Abarth 124 rally che, dopo una stagione ricca di impegni in tutti i campionati rally nazionali e internazionali in cui ha preso il via quest’anno si presenta profondamente rinnovata grazie all’esperienza delle passate stagioni e al continuo lavoro di sviluppo del Team Abarth.

Gamma Abarth 70esimo Anniversario

Per celebrare questi risultati, insieme allo storico compleanno, è nata la gamma Abarth “70esimo Anniversario”, declinata sui modelli Abarth 595 e Abarth 124 – a questo link il comunicato stampa – e riconoscibile, all’esterno, dal logo dedicato che rende uniche ed esclusive le auto del 2019. E le novità sono continuate al recente salone di Ginevra con la presentazione della nuova 595 esseesse, anch’essa caratterizzata dal logo celebrativo, e dalla serie limitata 124 Rally Tribute di sole 124 unità.

«Raccontare le tappe salienti del marchio Abarth permette di scoprire auto da record, kit di elaborazione rivoluzionari e corse leggendarie che hanno segnato il progresso tecnologico e le vicende sportive – spiega Luca Napolitano, Head of EMEA Fiat and Abarth brand -. Tutto questo appartiene alla storia e al presente di Abarth – insieme con il lavoro e l’orgoglio delle persone che nel tempo si sono avvicendate nelle fabbriche, negli uffici e sui circuiti di gara – ma con una peculiarità in più: aldilà dei trionfi sportivi, infatti, per gli ingegneri e i tecnici dello Scorpione le competizioni rappresentano un severo banco di prova dove testare, nelle condizioni più avverse, le soluzioni tecnologiche più innovative, per poi trasferirle sulle vetture stradali Abarth. Solo così è possibile raggiungere il massimo in termini di prestazioni, sicurezza e affidabilità e offrirlo ai nostri clienti».

ARTICOLI CORRELATI