Aston Martin Virage Shooting Brake Zagato

La Aston Martin Virage Shooting Brake Zagato viene presentata in anteprima mondiale al Chantilly Arts & Elegance Concours d’Elegance. Allestita in esemplare unico, è stata commissionata da un cliente europeo che si è rivolto a Zagato

Al Chantilly Arts & Elegance Concours d’Elegance, Zagato celebra degnamente il suo 95° anniversario con l’Aston Martin Virage Shooting Brake Zagato, allestita in esemplare unico e commissionata da un facoltoso cliente europeo che desiderava una moderna vettura da collezione. La Aston Martin Virage Shooting Brake Zagato è stata realizzata su misura partendo dalla meccanica di una Aston Martin top di gamma.

Dopo la DBS Coupé Centennial e la DB9 Spider Centennial, presentate a Londra nel luglio 2013 per celebrare i primi 100 anni di attività di Aston Martin Lagonda, è dunque la volta della Virage Shooting Brake Zagato, omaggio alla tradizione italiana dei carrozzieri che si occupano di Shooting Brake. Tra le più famose ricordiamo la Chrysler Plainsman Two-door Station Wagon di Ghia (1956), la Mercedes 230 SLX Shooting Brake di Frua (1964), la Ferrari 330 GTC 2+2 di Vignale (1965), la Lamborghini Flying Star di Touring (1966), la Fiat 130 Maremma di Pininfarina (1974), l’Aston Martin Jet 2 di Bertone (2004). Anche Zagato ha creato una carrozzeria speciale, su meccanica Mercedes: la S600 V12 Shooting Brake (1995).

La stessa carrozzeria Zagato ha affermato che questa vettura “è un vero e proprio punto di rottura della tradizione stilistica del prestigioso brand inglese che, a partire dalla DB7, ha caratterizzato tutti i modelli prodotti a Gaydon“.

ARTICOLI CORRELATI