USATA
cerca auto nuove
NUOVA

BMW presenterà la iX5 Hydrogen al Salone di Monaco 2021

Dal 7 al 12 settembre l'X5 con alimentazione Fuel Cell a idrogeno percorrerà quotidianamente la Blue Lane dell'IAA Mobility 2021, dando prova delle sue qualità a tutti i visitatori

Non solo elettrico a batterie… ma anche idrogeno! Assieme alla iX3, nell’imminente Salone IAA di Monaco 2021 (che si terrà dal 7 al 12 settembre) BMW toglierà i veli anche a un’altra novità molto importante per il futuro del marchio, che risponde al nome di iX5 Hydrogen. Si tratta della versione con alimentazione Fuel Cell della ben nota X5, sviluppata a partire dal concept i Hydrogen NEXT e che dovrebbe debuttare sul mercato entro la fine dell’anno prossimo con pochi esemplari impiegati principalmente per dimostrazioni e test.

Come anticipato, la BMW iX5 Hydrogen sarà protagonista del prossimo IAA Mobility di Monaco, per la precisione sulla “Blue Lane” che collegherà la zona principale della kermesse con tutte le altre sedi espositive periferiche. Su questa passerella tutti gli appassionati potranno approfittare di salire a bordo per rendersi conto di come funziona un veicolo a idrogeno, che in questo specifico caso utilizza una powertrain creata in collaborazione con Toyota frutto della combinazione della tecnologia Fuel Cell con il sistema BMW eDrive di quinta generazione.

BMW iX5 Hydrogen 2022

Nel motore principale, infatti, l’idrogeno viene convertito in elettricità utile per la motricità all’interno di una cella a combustibile fornita di due serbatoi da 6kg, dove l’alimentazione primaria viene conservata sotto una pressione di 700 bar. La potenza massima erogabile dalla vettura nelle modalità di guida “standard” arriva fino a 125 kW (circa 170 cavalli), ma grazie alla presenza di una batteria supplementare rifornita dal sistema di frenata rigenerativa è possibile raggiungere quota 374 CV settando i driving modes più sportivi.

Da un punto di vista estetico, la futura BMW iX5 Hydrogen utilizzerà la base di partenza della normale X5 “endotermica” differenziandosi con alcuni particolari tipici delle vetture a zero emissioni: primi tra tutti i dettagli del caratteristico colore BMW iBlue presenti sul bordo della griglia anteriore a doppio rene, sugli inserti dei cerchi aerodinamici da 22” e sul posteriore del veicolo. Non mancheranno, ovviamente, i tipici badge sul cruscotto, ad indicare che questa non è un’auto come tutte le altre, ma probabilmente una delle possibili soluzioni per il futuro del mondo automotive… a patto che si sviluppi un’architettura di rifornimento all’altezza con l’idrogeno prodotto da fonti rinnovabili.

BMW iX5 Hydrogen 2022

TUTTO SU BMW X5
Articoli più letti
RUOTE IN RETE