Dacia Dokker Laureate 1.5 dCi 90 CV prova su strada

Abbiamo provato il nuovo multispazio della casa rumena del Gruppo Renault, apprezzando lo spunto del motore e lo spazio a bordo. Prezzi da 13200 euro

Dacia Dokker
È disponibile presso le concessionarie Dacia il nuovo multispazio del costruttore rumeno: Dacia Dokker. Il suo sviluppo sfrutta la medesima piattaforma utilizzata per la Dacia Lodgy, monovolume low-cost da un anno sul mercato.
Con Dokker, Dacia lancia un’auto versatile, adatta ad un utilizzo eterogeneo e caratterizzata da un’apertura laterale scorrevole molto ampia che facilita l’ingresso (e l’uscita) nel divano posteriore ed il carico (e lo scarico) di oggetti. Insomma, una vettura versatile capace di adattarsi alle diverse esigenze, dal tempo libero al lavoro.
Il listino prezzi della Dacia Dokker parte da 9900 euro. Noi abbiamo provato la versione Laureate 1.5 di cilindrata, diesel 90 CV che costa 13200 euro.

Design di Dacia Dokker 5 porte
Dacia Dokker  appartiene alla nuova generazione di prodotti sviluppati dalla casa rumena e condivide la stessa piattaforma della Dacia Lodgy.
È caratterizzati da un design frontale rivisto in chiave moderna, con gruppi ottici rivolti a mandorla rivolti verso  la parte superiore del cofano. Insieme alla griglia in plastica ed ai fari fendinebbia incastonati nel paraurti, conferiscono un aspetto gradevole.
La vista laterale è caratterizzata dall’ampia superficie vetrata che assicura ottima visibilità e luminosità.
Al posteriore la doppia apertura con due portelloni di diversa dimensione, a seconda del tipo di carico. Inevitabilmente, la vista posteriore è disturbata al centro dal montante delle due porte.

Abitacolo della nuova Dacia Dokker
Gli interni seguono la filosofia low-cost di Dacia: semplici e senza fronzoli privi di inutilità ma estremamente funzionale. Dentro c’è tutto lo stretto necessario con qualche dotazione in più, come per esempio il climatizzatore manuale (optional da750 euro) cruise control, il sistema multimediale Media Nav (450 euro, 99 euro la Cartografia Navigazione Europa ), composto da un ampio touch screen (7 pollici) che include navigatore, radio, connettività e telefonia Bluetooth.
Insomma, tutte le caratteristiche del marchio di versatilità, praticità, affidabilità ed essenzialità  arricchite con inserti che lo allineano alle attuali richieste del mercato.
Il  posto di guida può godere di una visibilità davvero apprezzabile, grazie alle ampie superfici vetrate. In più, i parcheggi sono agevolati dai sensori (300 euro). A voler chiedere qualcosa in più, non farebbe male la retrocamera, soprattutto nella versione van.
A scelta, si può optare per due pacchetti aggiuntivi: Pack Clima&Sound a 950 euro, oppure il Pack Clima&Nav a 1.050 euro.

Dacia Dokker su strada
Abbiano provato in città ed in autostrada la Dacia Dokker con motore 1,5 litri diesel da 90 CV nell’allestimento Laureate, il top di gamma del multispazio rumeno.
La potenza di 90 CV e la coppia di 200 Nm sostengono lo spunto in partenza ed in città il motore gira bene. Ai bassi è un po’ rumoroso e bisogno utilizzare spesso il cambio che si è rivelato veloce e preciso. Ci ha sorpreso in positivo la ripresa anche nei medio-alti, dovendo dosare la pressione sull’acceleratore.
Nonostante le dimensioni ed il peso prossimo ai 1400 chili, la manovrabilità nelle strade di città, anche quelle più piccole del centro storico, si è dimostrata buona così come la tenuta in curva, nonostante la massa posteriore, non ha presentato alcuna problematica.
In autostrada, la rumorosità alle alte velocità (entro il codice della strada) si riverbera all’interno dell’abitacolo. Il cruise control, come in molte altre auto, è in una posizione scomoda, dietro al volante. Consigliamo di imparare bene il suo funzionamento e la sua posizione prima di partire. Più che impostare la velocità di crociera, limita la velocità massima ed infatti è inserito come optional (150 euro) come limitatore di velocità.
Anche qui, la sagoma ampia ed alta di Dacia Dokker non crea turbolenze e si può viaggiare comodi ascoltando la propria musica preferita grazie ad un buon impianto audio. Spazio a bordo ce n’è, si sta seduti comodi e si può caricare tutto l’occorrente. Portare la famiglia in vacanza o chiamare gli amici per un weekend di sport con le biciclette, per esempio, diventa più facile.

ARTICOLI CORRELATI