Honda Civic Type S – Test Drive

Quando i contenuti contano!

Honda Civic Type S – Test Drive. Estoril – Infomotori.com ha provato per voi anche Honda Civic Type S, dopo aver girato in pista lo stesso giorno proprio all’Estoril con Honda Civic Type R, il tutto per avere una visione totale dell’intera gamma del peculiare segmento C del costruttore nipponico. La versione S-Sportiva si presenta con lo stile originale della sorella a 5 porte, il profilo a cuneo, lo sguardo aggressivo e un complesso di accorgimenti che la rendono originale. Ma andiamo con ordine.
Qualcosa di nuovo Bisogna ammetterlo, la nuova Civic non è un’auto come le altre. Le sue forme moderne, quasi scultoree, segnano un deciso allontanamento dalla tradizione delle compatte. In un segmento che si va allineando sulla scia dei modelli più venduti, Honda Civic rappresenta la diversità, l’innovazione: strana fin che si vuole, ma coraggiosa. La scelta dei designer nipponici sembra riconquistare terreno nel cuore degli appassionati che consideravano il precedente modello troppo “monovolumizzato” e decisamente meno aggressivo della tradizione Civic. Le tre porte, il kit estetico, i cerchi da 17”, i fascioni bassi che ridisegnano il corpo macchina, gli interni personalizzati, con tanti gadget di serie, conferiscono al segmento C nipponico un carattere forte, marcatamente sportivo.
Due motori, due allestimenti Honda Civic Type S porte verrà proposta inizialmente con due motorizzazioni, entrambe eroganti una potenza massima di 140 cavalli ed entrambe disponibili con cambio manuale a 6 rapporti e manuale con azionamento automatico i-SHIFT. Sul fronte benzina il posto è occupato dal 1.8 i-VTEC, che permette uno 0-100 in 8,9 secondi (10,9 secondi con la trasmissione i-SHIFT) e un consumo di 6,6 l/100 km. A tenere alta la bandiera dei turbodiesel, invece, pensa il raffinato 2.2 i-CTDi, forte di una coppia massima di 340 Nm, di un 0 a 100 km/h in 8,6 secondi e di una velocità di punta di 205 km/h. Alcuni automobilisti potrebbero spaventarsi di fronte ad una cilindrata più elevata della media nel segmento, ma il consumo dichiarato frena ogni critica con poco meno di 20 km/litro.
Dotazione ricca La ricca dotazione della versione base comprende cerchi in lega da 17”, il sistema di controllo della stabilità VSA (Vehicle Stability Assist), l’aria condizionata, il frigo box, i comandi dell’impianto audio al volante e gli airbag a tendina. La Type S Heritage vanta inoltre il climatizzatore a doppia zona di controllo, il programmatore di velocità, i fendinebbia, gli specchietti retrovisori pieghevoli, i tergicristalli e i fari ad attivazione automatica. Per alcuni mercati saranno montati fari allo xeno (HID), sedili anteriori riscaldati e un tetto panoramico in vetro.

ARTICOLI CORRELATI