Hyundai i10 2014 prova su strada

Abbiamo provato su strada, tra i bellissimi paesaggi della Costa Smeralda, la nuova Huyndai i10. In arrivo a gennaio 2014 con prezzi a partire da 9.850 euro

Il profumo dell’autunno, soprattutto quello che si respira nei paesaggi della Costa Smeralda, risveglia la voglia di crescere delle piccole citycar dando loro anche più vigore difronte all’avanzata delle familiari e dei Suv.  Così in Sardegna, alla presenza di Andrea Crespi nuovo direttore generale di Hyundai Italia è andata in scena, tra le grandi protagoniste del nuovo che avanza, la Huyndai i10, presentata al recente Salone di Francoforte, con il nuovo linguaggio stilistico “Fluidic Sculpture” ripreso dalle sorella maggiore iX35.

Al cospetto di centinaia di giornalisti provenienti da tutto il mondo, la Casa coreana propone sul mercato la terza generazione della i10 che si rinnova e cambia notevolmente rispetto alla versione precedente. Più ricca nelle dotazioni, cresce nelle dimensioni e lancia la sfida alla Fiat Panda, alla Volkswagen up! e alla Toyota Aygo. Il lancio in Italia è previsto a gennaio 2014 (inizio prevendita dal 6 novembre) con prezzi a partire da 9850 euro con 5 anni di garanzia a chilometraggio illimitato e assistenza stradale.

Il design e le dimensioni

“i” come ispirazione, ma anche come innovazione e intelligenza. 10 come le doti più essenziali che la nuova coreana mostra all’Europa. Con la nuova i10 la Hyundai vuole dare di se stessa un’immagine più chiara, quella di un marchio vicina ai valori europei, di un marchio che dia più sicurezza e garanzia.
La produzione iniziata a settembre in India è stata spostata  nello stabilimento turco di Izmit che può produrre fino a 200.000 auto all’anno. La terza generazione della i10 si presenta con una veste fluida che esprime un’interpretazione in chiave moderna del segmento a, come ha dichiarato ” Thomas Burkle designer Hyundai che ha ideato il look “Fluidic Sculpture”. Linee più dinamiche, quindi, caratterizzate da una griglia al centro del muso, dai fari anteriori estesi fino ai parafanghi e luci diurne a LED.
Più sportiva e grande, destinata a fare breccia nel cuore non solo delle donne. Più lunga di 80mm e più larga di 65mm rispetto alla versione uscente, la nuova i10 è anche più bassa di 40mm con un passo di 2,385 per garantire più maneggevolezza nei centri urbani. Il bagagliaio va da un minimo di 252 litri fino ad un massimo di 1.046 litri con i sedili posteriori ripiegati.

Gli interni della nuova Hyundai i10

All’esterno, fluido e snello, corrisponde un abitacolo luminoso ed equilibrato con un’impostazione basata sulla qualità: piace la plancia con tre combinazioni di colori, arancio e blu disponibili dal lancio e il beige successivamente.  Spiccano  il climatizzatore automatico, il volante in pelle, il computer di bordo e il cruise control con limitatore di velocità. Grande affidabilità ai vertici della categoria con 5 posti veri: 97 cm di altezza per i passeggeri. È  anche sicura e confortevole grazie alle numerose dotazioni  come  il controllo della stabilità (ESP) 6 airbag (frontali, laterali e a tendina) e il sistema di controllo della pressione degli pneumatici (TPMS), il segnale di frenata di emergenza (ESS) e il controllo di ripartenza in salita (HAC). È prevista la chiave intelligente e il pulsante di avviamento sulla plancia, luci di posizioni a Led, molto più efficienti.
Il pianale è stato progettato per garantire sicurezza e piacere di guida. Inoltre sono state apportate modifiche alla geometria delle sospensioni e dei bracci dello sterzo. Grazie ai nuovi rivestimenti, sistemi di isolamento e tecnologia di montaggio, rumori e vibrazioni sono quasi assenti e rendono la nuova i10 la più silenziosa della sua categoria con  -6 decibel di rumorosità rispetto alla concorrenza.

Prova su strada

Nello scenario suggestivo della Costa Smeralda baciata dal sole la nuova i10 si è mossa con estrema disinvoltura con i motori 1.0 litri e 1.25 litri, gli unici disponibili dal lancio. A breve sarà disponibile anche il 1.0 GPL interamente installato da Hyundai.
Due motori, entrambi con cambio manuale a 5 marce o automatica a 4 rapporti, che non hanno palesato flessioni di rendimento e di elasticità nemmeno nelle salite e con il climatizzatore acceso.
Il nuovo motore 1,0 litri 3 cilindri vanta consumi ridotti (4,7 l/100 km) e perfomance da record: 66 cavalli di potenza,  851 km di autonomia (serbatoio da  40 litri) e 108g/km di CO2. Inoltre raggiunge la coppia massima di 94 Nm a 3.500 giri, accelera da 0 a 100 km/h in 14,9 secondi e può viaggiare fino a 155 km/h. Disponibile anche nella versione Blue Drive consuma mediamente 4,3l/100km con emissioni di CO2 pari a 98g/km e un’autonomia da record fino a 930km. Questo propulsore con impianto  GPL (ECONEXT) ha  67 cv di potenza a 6.200 giri con 90 Nm di coppia massima a 4.500 giri, accelera da 0 a 100 km/h in 15,2 secondi e raggiunge una velocità assima di 153 km/h.
Più brillante il quattro cilindri da 1,248 litri e 87 cv a 6.000 giri con una coppia di 120 Nm a 4.000 giri. Le prestazioni dichiarate dalla Casa registrano accelerazioni da 0-100 in 12.3, velocità massima di 171 km/h (163 con il cambio automatico) e un consumo medio di 4,9 l/100km ed emissioni di CO2 di 114g/km.

Prezzi e allestimenti
Nel mercato italiano la nuova i10 sarà disponibile con tre allestimenti Classic a 9.850 euro, Comfort a 11.350 euro e Style a 12.850 euro tutti con 5 anni di garanzia e assistenza stradale. È prevista anche una edizione speciale  i10 Log in che in fase di prelancio sarà offerta allo stesso prezzo dell’allestimento Comfort ma dotata  in più del Connect Pack (Bluethoot + comandi audio al volante + altoparlanti posteriori) e i fendinebbia con luci diurne a LED, del valore complessivo di 600 euro. 

ARTICOLI CORRELATI