USATA
cerca auto nuove
NUOVA

[VIDEO] Prova Seat Leon Sportstourer 2021: Il Plug-In Hybrid veloce ed ecologico con 204 CV

Abbiamo provato la nuova Seat Leon Sportstourer 2021 in configurazione Plug-In Hybrid, capace di 204 CV di potenza massima e ben 340 Nm di coppia massima. L’allestimento ricco, il piacere di guida e lo spazio a bordo non pregiudicano il cartellino del prezzo, che grazie agli incentivi è sensibilmente sotto ai 30.000€

Seat Leon 2021 arriva alla sua quarta serie e, dopo la Hatchback presentata a luglio (qui la nostra prova), ecco anche la versione a coda lunga battezzata Sportstourer. Una vettura attesissima per chi cerca una prima auto pronta a tutto: spaziosa, tecnologica, gustosa nella guida ed estremamente poliedrica. Già, perché il primo punto di forza della nuova Seat Leon wagon è nell’ampia scelta di powertrain disponibili, cinque in tutto: benzina, ibrido, Diesel, a gas metano e Plug-In Hybrid. Per la nostra prova abbiamo scelto quest’ultimo, che grazie al pacco batterie da 12,8 kW permette un’autonomia dichiarata a zero emissioni di 60 chilometri, più che sufficienti per un tragitto casa-lavoro a basso impatto ambientale. Il tutto con una grinta che da un’auto pensata per la famiglia è difficile aspettarsi: combinando il motore a benzina da 1.4 litri e 150 CV con il modulo elettrico da 85 kW, Leon Sportstourer e-Hybrid arriva ad erogare 204 CV di potenza massima e ben 340 Nm di coppia. Il tutto, grazie ad incentivi statali e permuta, a meno di 30.000€.

Il Design

Seat Leon Sportstourer Chioggia

Dei quattro allestimenti disponibili (Style, Business, Excellence e FR) sulla Plug-In Hybrid si possono scegliere solo i due più completi: l’FR, particolarmente improntato alla sportività, e l’Excellence (in prova), vero top di gamma con uno stile più lussuoso. Come per la variante berlina, la Sportstourer presenta linee giovani e sportive. All’anteriore spicca una griglia frontale ben elaborata ed i fari Full LED, mentre la coda – caratterizzata dalla fanaleria coast to coast – chiude con un dinamismo ben distante dagli standard del segmento. Pochi intagli sulla carrozzeria, solo quello che serve per non appesantire la linea. Da segnalare i bei cerchi da 18 pollici dal profilo “ecologico”: l’ampia superficie promette infatti una maggior resa aerodinamica e, di conseguenza, una riduzione dei consumi. Per quanto riguarda le dimensioni invece, Seat Leon Sportstourer cresce in lunghezza (arrivando a 4,64 metri) mantenendo inalterate le altre misure, pari a 1,8 metri di larghezza ed 1,64 metri di altezza. Perde qualcosa, in questa versione Plug-In Hybrid, il vano bagagli: dai 620 litri della wagon con motore benzina e Diesel si arriva a 470 litri, che risultano però ben sfruttabili.

Gli interni

Seat Leon Sportstourer 2021 interni

Gli interni della vettura ricalcano quanto già visto sulla hatchback e, più in generale, l’ultimo (azzeccatissimo) trend del mondo automotive fatto di due concetti chiave: tecnologia e pulizia. Perché le linee sono minimali e i pulsanti ridotti al minimo, ma tra la strumentazione digitale da 10,25 pollici e l’infotainment che ne misura 10” passano tutte le informazioni, i comandi e la personalizzazione del caso. Una nota positiva sono le due porte USB di Tipo C, poste nel vano per la ricarica a induzione dello smartphone mentre, come sulla sorella a 5 porte, segnaliamo la mancanza di veri comandi fisici per il climatizzatore. Assemblaggi e finiture, specialmente in questa versione, sono di riferimento: ad inserti di un’eleganza sobria si mescolano sedili in misto pelle e Alcantara, mentre un fascio di luce (personalizzabile) corre su tutta la plancia e parte delle portiere. Per quanto riguarda lo spazio, su questa Leon si va sul sicuro: c’è n’è tanto, sia per chi siede davanti che per chi occupa il divano posteriore, dove all’occorrenza possono sedere anche tre adulti.

Seat Leon Sportstourer e-Hybrid: la prova su strada

Seat Leon SportsTourer in montagna

Ingresso Keyless, accensione ‘soundless’. Il modulo ibrido della Sportstourer lavora da subito. E ti fa partire nel silenzio assoluto, con un motore elettrico ricco di coppia che non richiede l’intervento del termico. Ad ogni modo la Leon e-Hybrid si dimostra polivalente anche nella gestione dei due motori: attraverso l’infotainment è possibile scegliere se guidare a zero emissioni fino all’esaurimento della batteria o lasciare che l’auto combini al meglio i due propulsori. In questo caso è anche possibile impostare una “riserva” di carica per l’elettrico, così da avere sempre a disposizione i chilometri necessari a muoversi nelle zone in cui è richiesto. La batteria, invece, impiega dalle 3 alle 5 ore per una ricarica completa: ad oggi forse è la soluzione più pratica per chi vuole entrare nel mondo dell’elettrico senza troppi compromessi.

In termini di guida invece Leon Sportstourer non fa nulla per nascondere l’indole sportiva che la differenzia dagli altri modelli prodotti sulla piattaforma MQB Evo. L’aderenza è sempre di riferimento e lo sterzo ha il giusto carico per garantire buone sensazioni sia nel traffico che ad alte velocità. In questi frangenti abbiamo registrato qualche fruscio, ma nulla di fastidioso. Ciò che conquista subito di nuova Leon Sportstourer è il grande divertimento di guida, con il motore elettrico che esprime da subito una coppia taurina per poi farsi supportare dall’endotermico con l’aumento della velocità. Il tutto, anche grazie all’ottimo cambio DSG a 6 marce, con grande armonia. Tanta, poi, la tecnologia a bordo, a cominciare dal Cruise Control Adattivo (con mantenimento della corsia) e continuando con il parcheggio automatico, senza scordare le ben 5 modalità di guida offerte dalla vettura. Belli e funzionali poi gli avvisi per l’angolo cieco, che si accendono direttamente sulla portiera in prossimità del montante A. Una nota di merito infine va al comfort di guida, sempre elevato anche dopo tante ore al volante.

Motori, versioni e allestimenti di Seat Leon Sportstourer 2021

Seat Leon Sportstourer rossa e blu

Seat Leon Sportstourer, come detto, è disponibile in quattro diversi allestimenti: Style (da 23.450), Business (25.00€), FR ed Excellence (entrambi da 27.750€). Moltissime poi le scelte in termini di motorizzazioni. Il benzina puro è disponibile con l’1.5 TSI da 130 o 150 CV e cambio manuale a 6 marce; il Diesel con il 2.0 litri TDI con 115 CV e 6 rapporti e in alternativa con 150 CV e DSG a 7 marce al quale si può aggiungere la trazione integrale 4Drive; il Mild Hybrid viene venduto con l’1.0 eTSI da 110 CV e DSG a 7 rapporti o, sempre con l’automatico, con l’1.5 da 150 CV; Sportstourer a metano invece è spinta dall’1.5 TGI da 130 CV e DSG a 7 marce; il Plug-In Hybrid in prova, per finire, è equipaggiato dall’1.4 litri TSI da 204 CV e DSG a 6 rapporti. Per conoscere combinazioni, prezzi e allestimenti di nuova Leon Sportstourer 2021 nel dettaglio vi rimandiamo al nostro listino eurotax.

In Conclusione

Seat Leon al tramonto

Seat Leon Sportstourer è una conferma, la variante Plug-In Hybrid è una sorpresa. Perde qualcosa in termini di carico, è vero, ma per il resto è un’auto completissima. Dotazione da vettura premium, guida brillante ed una buona autonomia in elettrico riescono ad accontentare davvero tutti. Se ci aggiungiamo un prezzo competitivo poi, il gioco è fatto.

TUTTO SU Seat Leon
Video più visti
RUOTE IN RETE