Kia Stinger 2018: prova su strada della GT Made in Korea

La nuova Gran Turismo del marchio coreano, dall’anima decisamente sportiva e dal design di gusto europeo, è stata svelata a Cannes e rappresenta una svolta epocale per il Brand. “Una mutazione genetica irreversibile” ha detto l’Ad Giuseppe Bitti

Ha fatto girare la testa sulla Croisette di Cannes, da vera diva. Forte del suo fascino da Gran Turismo d’antan riproposto in stile contemporaneo. Debutto decisamente glamour per la Kia Stinger che ha scelto la Costa Azzurra – e una madrina seducente come l’attrice Laura Torrisi – per la sua attesa anteprima. Per mostrare l’audace passo in avanti del Brand Kia che proprio con Stinger segna un irreversibile processo di mutazione genetica – come lo ha definito Giuseppe Bitti, Ad di Kia Motors Italy.

Stinger è la Kia che non c’era e che vuole testimoniare la ferma volontà della casa coreana di consolidare una presenza nel mercato italiano che negli ultimi anni ha raggiunto cifre record. Si pensi solo che dal 2006 ad oggi le vendite sono raddoppiate. Un dato che è confermato anche dai risultati ottenuti sul mercato europeo e americano dove pure la Kia è un Brand a caccia di primati.

Tutti elementi che hanno convinto la casa di Seul ad alzare l’asticella della sfida, puntando su un segmento oggi dominato dalle “tedesche”. Anche se, realisticamente, per questo primo anno di commercializzazione l’obiettivo si assesta sulle 500 unità di Stinger da piazzare sul mercato italiano. Se saranno di più tutto di guadagnato.

Stinger incuriosisce (e piace – ammettiamolo) al primo sguardo con quella sua grinta da Gran Turismo vera, che affascina e rassicura al tempo stesso. Stinger è la Kia che per la prima volta mette insieme le passioni e i brividi di una sportiva con il comfort, lo stile e l’eleganza di una grande berlina. Viene proposta in due versioni: la Twin Turbo V6 da 3,3 litri e la Crdi Turbo Diesel 2,2. Un concept nuovo, ideato da un team di designer europei e sviluppato sul circuito del Nürburgring per quanto riguarda le prestazioni. E‘ in vendita dal 22 febbraio – serata in cui le varie concessionarie italiane l’hanno svelata nel corso del Kia Night – con due allestimenti full optional, rispettivamente da 47.500 euro (la 2,2 litri Turbo diesel da 200 Cv) e da 55.000 euro (la 3,3 litri a benzina da 330 Cv).

Stinger, anima da Gran Turismo vera: la più potente Kia di sempre

Kia Stinger GT

D’accordo, prestazioni di rilievo e la prova su strada lo ha confermato. Ma della nuova Top di gamma della Kia piace soprattutto quel mix ideale di sportività e maneggevolezza affinati dopo estenuanti test sul circuito tedesco del Nürburgring. È il sogno che diventa realtà. Nel 2011, al Salone di Francoforte era “solo” un’affascinante concept, una show car pensavano in molti… E invece, dopo sei anni di appassionata progettazione, quella GT Concept è diventata realtà. Prestazioni sorprendenti per un’auto nuova in tutto.

Dal frontale slanciato, alle fiancate muscolose, fino alle spalle pronunciate, Stinger esprime forza ed eleganza. Nel DNA unico si rimescolano elementi caratterizzanti come il cofano imponente e lo sbalzo anteriore ridotto (830 millimetri), al quale si contrappone una coda importante, sottolineata da un posteriore pronunciato con uno sbalzo di ben 1.095 millimetri. Il risultato complessivo è un’eleganza atletica, mai aggressiva. Le dimensioni generose (4.830 millimetri di lunghezza e 1.870 mm di larghezza) sono ai vertici fra le berline sportive a tutto vantaggio dell’ abitabilità e dello spazio dedicato ai bagagli (da 406 a 1114 litri). Anche se su percorsi stradali tortuosi – come quelli dell’entroterra di Cannes – le massicce dimensioni condizionano le manovre più repentine.

Le carreggiate larghe, muscolose, insieme agli incavi che disegnano le fiancate sottolineano lo slancio della silhouette tipica delle fastback. Fra gli elementi funzionali, spiccano anche le ampie prese d’aria anteriori, il fondo carenato con diffusore posteriore e il design dei passaruota, pensati per migliorare l’efficienza aerodinamica. Anche Stinger propone la caratteristica griglia Tiger Nose, per l’occasione incastonata fra i due elaborati gruppi ottici Full LED autodirezionali – Dynamic Bending Light- ed autolivellanti -High Beam Assistant-, mentre la parte inferiore della coda ospita 4 terminali di scarico (per la versione GT) a sezione ovale che regalano al posteriore tipica delle gran turismo di razza.

Confort ed ergonomia: Stinger ha interni accattivanti e funzionali

Ma vediamola dentro la nuova Kia. L’impostazione della plancia mostra un andamento orizzontale con la parte centrale suddivisa in due zone, con i comandi del sistema di infotainment appena sotto lo schermo e quelli della climatizzazione più in basso. Il posto guida è caratterizzato da un singolo elemento che incorpora la strumentazione mista analogica e digitale. Per sfruttare tutto al meglio i comandi vanno studiati per qualche minuto.

Gli strumenti sono incorniciati da finiture in alluminio con lancette rosse. Fra i due quadranti troviamo uno schermo TFT da 7 pollici a colori con indicazioni accessorie come temperatura, computer di bordo e dati di viaggio. Ma Stinger è anche la Kia delle emozioni, per questo gli appassionati delle prestazioni apprezzeranno la possibilità di visualizzare anche i tempi sul giro e il valore delle accelerazioni laterali (forza G). In aggiunta, il sistema HUD (Head-Up Display) a colori, offerto di serie su tutta la gamma, riproduce sul parabrezza tutte le informazioni utili alla guida, non sempre però di immediata lettura. Al centro della consolle si trova una piattaforma per la ricarica wireless dello smartphone.

Le griglie della climatizzazione di ispirazione aeronautica hanno una finitura coerente con la sensazione di spaziosità prodotta dal passo lungo e dalla altezza a disposizione dei passeggeri, sia nei posti anteriori che posteriori. Tutti i rivestimenti sono di alta qualità e i sedili sportivi avvolgenti (quello lato guida con 10 regolazioni elettriche e memory system) sono rivestiti in pelle semplice o in morbida Nappa per la versione GT. Grande attenzione su Stinger alla qualità della musica. L’ascolto è di qualità.

 

La carta d’identità delle due motorizzazioni

Ora scrutiamo la Stinger sotto il cofano. La meccanica è ai vertici (telaio rigido, sospensioni e sterzo attivi, motori d’eccellenza). Entrambi i propulsori sono collocati longitudinalmente sotto l’ampio cofano. Due le soluzioni, entrambe sovralimentate, ciascuna caratterizzata da alte prestazioni e livelli di potenza e coppia al top della gamma. Destinato ad avere il maggior successo sul mercato italiano è naturalmente il 4 cilindri 2.2 turbodiesel. Equipaggia Stinger GT Line ed è accreditato di 200 CV a 3800 giri/min con una coppia massima di 440 Nm costantemente disponibile nell’intervallo fra 1750 e 2750 giri/min. In questa versione Kia Stinger è in grado di raggiungere i 225 km/h e di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 7,6 secondi. Al vertice della gamma si colloca il 6 cilindri a V 3.300 biturbo che equipaggia Stinger GT: 370 CV a 6000 giri/min e 510 Nm di coppia massima disponibile da soli 1300 giri/min. Questa versione è in grado di raggiungere i 270 km/h e accelera da 0 a 100 km/h in 4,9 secondi.

La trasmissione utilizza la seconda generazione del cambio automatico longitudinale a controllo elettronico a 8 rapporti con paddle al volante; grazie all’adozione del sistema CPA (Centrifugal Pendulum Absorber) di cui è dotato il convertitore di coppia l’auto è in grado di annullare le vibrazioni torsionali sull’albero e le relative rumorosità, assicurando elevati livelli di comfort. Offerto di serie su tutta la gamma, Drive Mode Select è unselettore che permette di personalizzare la modalità di guida attraverso la scelta di 5 modalità: Eco, Comfort, Sport, Smart e Sport Plus. Il controllo elettronico di gestioneagisce sull’erogazione del motore, sulla reattività del cambio ma anche sulla taratura dello sterzo e degli ammortizzatori. Il risultato è uno stile di guida sempre in linea con le aspettative e i desideri del pilota.

Kia Stinger finalista al prestigioso Car of the Year (dopo Cee’d nel 2008) e premiata al North American Car of the Year.

Trazione integrale o posteriore: due modi di vivere Kia Stinger 

Bello poter scegliere la soluzione di guida più adatta alle proprie esigenze. Stinger è la prima Kia a disporre di trazione posteriore e integrale per adattarsi nel migliore dei modi alle esigenze del pilota e alle condizioni di marcia. Nel dettaglio, la versione 2.2 CRDI GT Line è disponibile sia nella versione RWD sia AWD, mentre la più potente 3.3T – GDI GT è offerta unicamente nella versione a quattro ruote motrici con ripartizione della coppia gestita attraverso il nuovo sistema DTVC (Dynamic Torque Vectoring Control) che agisce in funzione dello stile di guida e delle condizioni di aderenza, regolando automaticamente la coppia trasmessa ai due assali.

Dotazioni senza compromessi

Le dotazioni di Kia Stinger rappresentano lo stato dell’arte in termini di comfort e sicurezza. Il marchio Drive Wise esprime la filosofia Kia dedicata ai sistemi di assistenza attiva alla sicurezza per rendere unica l’esperienza di guida minimizzando il fattore rischio. La gamma Stinger è equipaggiata di serie con i più evoluti sistemi di assistenza alla guida: il DAW (Driver AttentionWarning) monitora la stanchezza del guidatore e segnala la necessità di fare una sosta per evitare rischi; l’FCA (ForwardCollision Assistance) integra l’AEB (Autonomous Emergency Braking) e

permette di riconoscere pedoni e altri ostacoli;l’SCC (Smart Cruise Control) regola automaticamente la distanza di sicurezza dal veicolo che precede e adegua la velocità fino all’arresto; il sistema LKA (Lane Keep Assist) mantiene la marcia in corsia; l’RCTA (Rear Cross TrafficAlert) avverte della presenza di altri veicoli nell’angolo morto della visuale del pilota; il BSD (Blind Spot Detection) verifica l’area invisibile in uscita da un parcheggio e segnala la presenza di veicoli in avvicinamento, l’AVM (AroundView Monitor) Telecamera con visuale 360° ed il DRVM (DrivingRear-View Monitor) per accedere alla retrocamenra anche in marcia.


La dotazione sul mercato italiano

Su entrambe le versioni, di serie, troviamo il seguente equipaggiamento:

– Cambio Automatico longitudinale a 8 rapporti con paddles al volante e Drive Mode Select con 5 modalità di guida
– Cruise Control adattivo (SCC) con Stop&Go, comandi al volante e SpeedLimiter
– Sedili in pelle
– Gruppi ottici anteriori e posteriori Full LED
– Terminale di scarico gemellato con finiture esterne cromate
– Sistema di ricarica wireless per smartphone (Wireless Phone Charger)
– Telecamera con visuale 360° (AroundView Monitor)
– Sistema Audio Premium HarmanKardon Sound System da 720W con 13 altoparlanti e 2 Subwoofer
– Head Up display

Dotazioni principali offerte in aggiunta sulla versione GT

– AWD – Trazione integrale on demand con Dynamic Torque Vectoring Control
– Cerchi in lega da 19″ con pneumatici 225/40 R19 (anteriori) 255/35/R19 (posteriori)
– Doppio scarico gemellato cromato
– Launch Control
– Pinze dei freni rosse Brembo
– Sedili in pelle nappa con logo GT
– Sospensioni elettroniche (ECS)

La nuova Kia Stinger è in vendita in Italia dal 22 febbraio e, come tutte le Kia, disporrà dell’esclusiva garanzia estesa Kia 7anni/150.000 km.

ARTICOLI CORRELATI