Megaupload: sequestrate auto e moto a Kim Dotcom

Il tedesco era al comando del sito chiuso dall'FBI per la violazione dei diritti di copyright. Tra i mezzi sequestrati 16 Mercedes, una Lamborghini ed una Harley Davidson

Megaupload: violazione del copyright
Finita la pacchia. L’FBI ha chiuso nei giorni scorsi il sito più famoso al mondo dove poter scaricare e vedere (previo un abbonamento) film, utilizzato non solo da ragazzini e nerd alla ricerca dell’anteprima ma anche da signori in doppio petto: secondo la Fimi infatti coinvolgeva qualcosa come 1,7 milioni di italiani.
Finita la pacchia per loro ma non solo: infatti Kim  Schmitz detto anche Kim Dotcom, Kimble per gli amici, ora rischia grosso per aver causato, secondo la giustizia americana, danni per 500 milioni di dollari per i mancati incassi con la pirateria di film.
La chiusura di Megaupload arriva in contemporanea con la discussione negli Stati Uniti di due leggi a difesa del copyright (i famigerati SOPA e POPA).

Megaupload: mega sequestro di auto e moto
Inimmaginabile la fortuna accumulata da questo signore ma possiamo farci un’idea grazie al sequestro dei suoi beni, per un valore vicino ai 175 milioni di dollari, sparsi per tutto il pianeta.
Tra questi un parco auto da far invidia ad un collezionista: ben 16 Mercedes di vari tipi insieme a una Rolls-Royce Phantom, due Cadillac del ’57 e del ’59, una Maserati GranCabrio, una Lamborghini, , 2 Mini e una Harley Davidson e viarie altre moto e moto d’acqua.
Il nome di Kim Schmitz è noto anche agli appassionati di auto avendo vinto la celebre Gumball 3000 nel 2001, il “rally” su strade aperte al traffico a cui partecipano diverse personalità dello star system.
In questo sito potete anche leggere la lista di tutti i mezzi sequestrati al buon Kimble, con tanto di numero di targa e di telaio.

ARTICOLI CORRELATI