USATA
cerca auto nuove
NUOVA

Opel Rocks-e: la microcar elettrica è ordinabile in Germania da 7.990 Euro

Basata sulla "cugina" Citroen AMI, la Rocks-e tedesca sarà declinata in tre versioni: base, Rocks-e Klub e Rocks-e TeKno

La Casa del Fulmine entra ufficialmente nel mondo della SUM, acronimo di Sustainable Urban Mobility che si riferisce alla mobilità urbana sostenibile. Come? Grazie alla simpatica microcar elettrica Opel Rocks-e, presentata lo scorso agosto e ora ordinabile in Germania da un prezzo lancio di 7.990 Euro. Si tratta di un veicolo con omologazione quadriciclo leggero, capace di rivoluzionare il trasporto cittadino grazie a un look moderno, a un diametro di svolta di 7,2 metri e al fatto che può essere guidato già dall’età di 14 anni con la patente AM.

Estremamente compatta grazie a una lunghezza di 2,41 metri e a una larghezza di 1,39 metri (per soli 471 kg di peso), la Opel Rocks-e propone i principali punti di riferimento estetici che abbiamo già visto, per esempio, sulla Nuova Astra e sulla Mokka-e. Largo quindi all’inedito Opel Vizor frontale, alla colorazione bicolore della carrozzeria e alle due portiere che si aprono in maniera alternata, verso l’anteriore per il conducente e verso il posteriore per il passeggero.

A livello di motorizzazione, invece, la scelta della Casa tedesca si è rivolta verso un motore elettrico da 8 cavalli in abbinamento a una batteria da 5,5 kWh, capace di raggiungere la velocità massima di 45 km/h e di garantire un’autonomia complessiva (ciclo WLTP) di 75 km – ripristinabile in tre ore e mezza di tempo attraverso il collegamento alla presa domestica.

Vediamo ora gli allestimenti: la nuova Opel Rocks-e sarà disponibile sia nell’equipaggiamento di base (da un prezzo di 7.990 Euro) sia in quelli specifici Klub e TeKno, che invece prevedono un sovrapprezzo di 700 Euro per arrivare a quota 8.790 Euro. Le loro particolarità sono da cercare nella loro caratterizzazione estetica, con la Klub in carrozzeria grigio opaco e la TeKno in giallo a livello degli skidplate anteriori e posteriori. Due tonalità che si ritrovano anche nell’abitacolo, nelle reti portaoggetti, nei ganci per le borse della spesa e nelle cuciture dei tappetini, a cui si aggiungono le finiture nuovamente in grigio e in giallo per la strumentazione e il tunnel centrale.

Qui, tra le altre cose, sono presenti di serie il porta smartphone e la connettività DAT per il sistema infotainment, mentre come optional è possibile aggiungere il collegamento Bluetooth per effettuare chiamate in vivavoce. Per quanto riguarda la disponibilità, la Rocks-e in Germania è già ordinabile e sarà consegnata per la fine dell’anno, mentre in Italia arriverà a partire dal 2022.

TAGS:
TUTTO SU Opel
Articoli più letti
RUOTE IN RETE