USATA
NUOVA
INFOMOTORI CONTEST

Prova MINI Countryman ibrida plug-in 2019: 224CV per risparmiare

Si ricarica con la presa elettrica di casa Mini Countryman Cooper S E ALL4 oppure alla colonnina. La versione “green” del crossover inglese, ha prestazioni brillanti (ben 224 CV) e un’autonomia interessante anche con la sola trazione elettrica.

La seconda generazione di Mini Countryman, che ha debuttato nel 2017, propone ora una versione “eco-friendly” con le batterie ricaricabili a una normale presa domestica. Tecnicamente si tratta di una versione Ibrida Plug-in: ibrida perché è comunque dotata di un propulsore termico accoppiato ad uno elettrico, Plug-in perché la batteria può essere ricaricata con il moto della vettura oppure grazie ad una presa di corrente – domestica o pubblica – e beneficiare quindi di una percorrenza 100% elettrica per una importante distanza che dipende principalmente dalla vostra capacità di gestire l’energia (ma che potrebbe essere comunque sufficiente per garantire un tragitto casa-lavoro).

Fatte le doverose premesse che permettono di comprendere meglio la vettura eccoci alla nostra prova su strada di questa Mini Countryman ibrida Plug-in che si è rivelata l’ideale anche per muoversi in città o su brevi percorsi, dove è possibile utilizzare solo l’alimentazione elettrica, che garantisce un’autonomia di 42 km senza alcuna emissione di anidride carbonica.

Mini Countryman Cooper S E ALL4 (così il nome completo) esteticamente si distingue, oltre che per lo sportello che copre la presa di ricarica, per la “S” in colore giallo e la “E” stilizzata nella mascherina e nel portellone. Negli interni non differisce dalle altre Mini Countryman, se non per la leva gialla dell’avviamento e per l’indicazione dello stato di carica della batteria nel cruscotto. Lo stile è quello tipico Mini, con i tradizionali elementi circolari, tra i quali spicca quello al centro della plancia che contiene lo schermo touch da 8,8” del sistema multimediale.

Per far posto alle batterie il divano non è scorrevole come sulle altre Countryman e anche il baule ha leggermente perso capacitàà per via del motore elettrico, che si trova sotto il fondo del vano di carico, ma sono piccole cose rispetto ai benefici che si traggono dall’integrazione dei due motori.

Il sistema ibrido funziona grazie ad un motore termico con un tre cilindri 1.5 turbo a benzina da 136 cavalli, collocato sotto il cofano anteriore, e con un motore elettrico da 88 CV: la potenza complessiva, di 224CV, è di tutto rispetto, consente di raggiungere una velocità massima di 198 km/h e di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 6,8 secondi.

Mentre il motore a benzina muove le ruote anteriori, quello elettrico è collegato alle posteriori, rendendo integrale la trazione in caso di necessità. Qui infatti la trazione integrale (ALL4) non funziona come sulle altre vetture, cioè con albero di trasmissione, ma combina l’effetto dei due motori intervenendo al retrotreno solo quando serve tramite la funzione eBoost. Il motore ronza un po’ agli alti, come è tipico per i tre cilindri, ma spinge bene, specie quando si usa il selettore delle modalità di guida per impostare la configurazione “sport”.

Le batterie agli ioni di litio da 7,6 kWh sono collocate sotto il divano: quando sono cariche consentono alla vettura di percorrere fino a 42 km in modalità esclusivamente elettrica, prima che intervenga il motore termico. Collegando Mini Countryman a una colonnina wallbox da 3,6 kW le batterie possono essere ricaricate in due ore e mezza, che diventano tre e un quarto se si utilizza una normale presa di corrente domestica da 230/110 V. Il cavo di ricarica viene fornito in dotazione e va inserito sopra il parafango anteriore destro, dove un anello di luce a led indica lo stato di ricarica.

Nella guida Mini Countryman Cooper S E ALL4 è maneggevole e scattante grazie allo spunto fornito dal motore elettrico e alla rapidità del cambio automatico a sei marce. Quando si inserisce la modalità di guida elettrica (che po’ essere “forzata” dal conducente mediante l’uso del selettore delle modalità di guida) Mini Countryman Cooper S E ALL4 si muove in silenzio e senza inquinare e con uno spunto decente, grazie agli 88 CV di spinta.

Per sfruttare al meglio il sistema ibrido, sono offerte tre modalità di guida selezionabili tramite una leva stile aeronautico nella consolle. In quella standard (Auto eDrive) la macchina, con batteria carica, può viaggiare fino a 80 km/h esclusivamente ad alimentazione elettrica, nella modalità Max eDrive viene alimentata solo dal motore elettrico fino a 125 km/h. Invece con il programma Save Battery si può conservare più a lungo la capacità degli accumulatori, oppure aumentarne lo stato di carica fino al 90% per poi disporre di energia elettrica per una successiva guida a emissioni zero. I prezzi di Mini Countryman Cooper S E ALL4 partono dai 37.350 euro.

ARTICOLI CORRELATI